Crisi Roma, occasione ghiotta Là non si vince da 12 anni

Crisi Roma, occasione ghiotta Là non si vince da 12 anni
18 Aprile 2015 ore 09:27

Dopo il successo interno strappato al Sassuolo, l’Atalanta in campo col sogno del colpo esterno. Nella 31esima giornata del campionato di Serie A, i nerazzurri saranno di scena allo stadio Olimpico di Roma contro i giallorossi di Rudi Garcia. All’andata la partita finì 2-1 in favore dei capitolini, al gol lampo di Maxi Moralez risposero Ljajic e Nainggolan e la Dea interrupe una serie di 3 pareggi consecutivi ottenuti contro Napoli, Torino e Sassuolo. Domenica Denis e compagni proveranno a riscrivere la storia: nei 52 precedenti giocati in serie A contro la Roma in trasferta, l’Atalanta ha vinto solo 4 volte.

Gli avversari. La Roma arriva da un periodo tutt’altro che salubre, che l’ha spinta fino ad essere la terza forza del campionato. L’ultimo turno ha visto il Torino strappare un pareggio per 1-1 a Florenzi e compagni, ma in contemporanea la Lazio vinceva contro l’Empoli 4-0: così i biancocelesti hanno sorpassato la squadra di Garcia, che dopo lungo tempo si trova appena fuori dalle posizioni che permettono l’accesso diretto alla Champions League.

 

 

Atalanta, occasione d’oro. Mai come questa volta, quindi, il momento è propizio per provare a fare uno sgambetto importante ai giallorossi. Nella Capitale si prepara la sfida in un clima di fuoco: la tifoseria è in subbuglio e la Curva Sud ha ormai reso pubblica una spaccatura con il presidente Pallotta. È probabile che dentro lo stadio i giocatori non abbiano grande sostegno e, viste le assenze, il tecnico francese avrà più di un problema da risolvere. De Rossi e Manolas sono squalificati, ai lungodegenti Castan e Strootman continuano ad aggiungersi Maicon, Keita e Gervinho. Capitan Totti è in dubbio dopo i recenti problemi fisici, un altro giocatore importante come Pjanic non è al meglio per un dolore alla caviglia e quindi la formazione pare obbligata. Dovessero essere confermate tutte le assenze, in attacco giocherebbe uno tra Ibarbo e Doumbia con Ljajic e Iturbe a sostegno.

I precedenti positivi. Come detto, la storia di Roma-Atalanta non sorride affatto ai colori nerazzurri. In 52 precedenti di serie A (in totale sono 54 con due partite di Coppa Italia giocate all’Olimpico), la formazione orobica ha vinto soltanto quattro volte. La prima volta fu il 9 aprile del 1950, si giocava alo stadio Flaminio e la Dea conquistò la vittoria grazie alla doppietta di Fabbri e alla rete nel finale di Caprile. A fine anno l’Atalanta si trovò all’ottavo posto, risultato più che lusinghiero con 40 punti in 38 giornate. I tifosi della Dea, dopo quell’exploit, dovettero attendere ben 45 anni per vedere nuovamente una vittoria coi Capitolini. Era il 10 settembre 1995, dopo il pareggio interno contro il Parma della prima giornata gli orobici vinsero per 1-0 all’Olimpico grazie al gol su rigore di Vieri.

 

https://youtu.be/Luhlqzw8BXg

 

Il 1996. Nella stagione successiva, il 22 dicembre 1996, la Dea conquistò nuovamente il bottino pieno in casa della Roma. Un’autorete di Lanna e una rete di Filippo Inzaghi (capocannoniere al termine della stagione) regalarono un bel 2-0 ad Emiliano Mondonico.

 

 

Poi nel 2003. L’ultima vittoria della Dea in casa della Roma è datata 24 maggio 2003, la Dea lottava con la Reggina per evitare la retrocessione e nonostante l’impresa dell’Olimpico firmata da Doni e Gautieri (De Rossi per gli avversari fissò il tabellino sull’1-2 finale) arrivò contemporaneamente la vittoria esterna della Reggina a Bologna, che costrinse le due squadre allo spareggio. Purtroppo, la Reggina ebbe la meglio vincendo per 2-1 e i nerazzurri finirono in serie B.

Le ultime sfide. Roma e Atalanta in questa stagione si sono incontrate solo una volta. Durante la partita di andata, disputata a Bergamo il 22 novembre e tristemente nota per gli incresciosi fatti avvenuti dopo il fischio finale, la Dea passò subito in vantaggio con un gol di Maxi Moralez su assist di Raimondi. La squadra ospite rimase colpita, Daniele Baselli ebbe la clamorosa opportunità per il 2-0 ma il suo destro si fermò sulla traversa. Già nel primo tempo, Ljajic e Nainggolan ribaltarono tutto e la Dea nella ripresa non riuscì più a riportarsi in parità.

 

 

Nel 2014 fu 3-1. Nella passata stagione, i nerazzurri giocarono a Roma il 12 aprile e la gara si trasformò ben presto in una passeggiata capitolina. Grazie al gol di Taddei in apertura, gli uomini di Garcia poterono impostare il match senza particolari affanni e dopo un’ora di gioco Ljajic e Gervinho avevano già fissato il 3-0. La capocciata di Migliaccio nel finale permise di ridurre un po’ lo svantaggio ma la gara ormai era compromessa.

 

 

Le scelte di Reja. Il tecnico nerazzurro Reja, nonostante le assenze per squalifica di Biava e Cigarini e quelle per problemi fisici di Bellini, Cherubin, Raimondi, Boakye e Scaloni, non ha grossi dubbi di formazione. In difesa la linea a quattro sarà composta da Masiello, Benalouane, Stendardo e Dramè con Sportiello tra i pali. In mediana Baselli è favorito su Migliaccio per giocare al posto del numero 21 emiliano, mentre sulle fasce a sinistra è sicuro l’impiego di Gomez. A destra, Edy Reja starebbe pensando seriamente al rilancio dal primo minuto di Estigarribia al posto di Zappacosta. L’esterno ex Avellino domenica scorsa contro il Sassuolo non è piaciuto molto, mentre il paraguaiano ha dato idea di essere pienamente recuperato. In avanti, Maxi Moralez giocherà alle spalle di Denis, il Tanque cerca altri gol per avvicinarsi alla doppia cifra (è a quota sei reti) ma sarà interessante scoprire quale variante ha pensato Reja per sostenerlo. Vedremo un 4-4-1-1 puro in vecchio stile Colantuono oppure avanti con il 4-2-3-1?

Probabili Formazioni

Roma (4-2-3-1): De Sanctis; Torosidis, Yanga Mbiwa, Astori, Holebas; Paredes, Nainggolan; Florenzi, Ljajic, iturbe; Totti. All. Garcia.

Atalanta (4-2-3-1): Sportiello; Masiello, Benalouane, Stendardo, Dramè; Baselli, Carmona; Estigarribia, Maxi, Gomez; Denis. All. Reja

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia