La statistica

Da 3-0 a 3-3? È la quarta volta nella storia che accade, la seconda con Gasperini

Fortunatamente, è accaduto pochissime volte ai tifosi della Dea di dover assistere a una cosa del genere

Da 3-0 a 3-3? È la quarta volta nella storia che accade, la seconda con Gasperini
Atalanta 08 Febbraio 2021 ore 00:00

di Fabio Gennari

In tutta la storia dell’Atalanta, ci sono state soltanto quattro partite che sono finite 3-3 partendo da un risultato di vantaggio per 3-0. Sabato con il Torino le reti di Ilicic, Sirigu (autogol) e Muriel non sono bastate per superare un avversario alle corde, che con Belotti, Bremer e Bonazzoli si è rimesso in carreggiata a una manciata di minuti dal fischio finale. Risultato giusto, nessuna recriminazione da fare: l’Atalanta è letteralmente sparita dal campo.

Il primo precedente dei quattro già citati (tutti in Serie A) risale alle stagione 1984/85 e, dopo la gara di sabato, tanti tifosi con qualche capello bianco in più hanno confermato che quel giorno il 3-3 di Atalanta-Avellino fu ancora più pazzesco. La Dea si portò sul 3-0 con Vella (doppietta) e Stromberg, al 69′ il risultato sembrava cristallizzato e invece Faccini, Colomba e Colombo confezionarono in tredici minuti una di quelle beffe che entrano di diritto negli annali del calcio orobico.

Successivamente, nel campionato 2002/03 arrivò il primo dei due pareggi esterni con sei reti equamente divise. La Dea di Vavassori, a Milano contro il Milan con migliaia di sostenitori al seguito sistemati al primo anello, scappò sul clamoroso 0-3 con Maldini (autorete) e due volte Rossini; i padroni di casa pareggiarono però con Inzaghi (doppietta) e Tomasson, fallendo pure un rigore con Rivaldo ma rischiando il 4-1 nel primo tempo sempre con Rossini.

Il gusto amaro del pareggio subito in rimonta Gasperini lo aveva già provato nel campionato 2019/20 sul campo della Lazio. Muriel (doppietta) e Gomez mandarono le squadre al riposo sullo 0-3 e nella ripresa arrivarono due reti nel giro di un minuto (rigore di Immobile e Correa) prima dell’ingenuità di de Roon che al 92′ (sul campo della Lazio) agganciò Immobile e concesse il rigore del definitivo 3-3. Dettaglio importante? Al 90′, Gomez e Toloi più Castagne a rimorchio sciuparono in piena area di rigore (senza avversari) la palla del 4-2.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli