Situazione da valutare

Dalla gioia all'isolamento: Toloi e Pessina in dubbio per il focolaio Covid in Nazionale

Non è certa la presenza dei due azzurri per la partita della Dea con l'Udinese: i tamponi sono negativi, ma saranno convocati?

Dalla gioia all'isolamento: Toloi e Pessina in dubbio per il focolaio Covid in Nazionale
Atalanta 01 Aprile 2021 ore 22:10

di Fabio Gennari

È allarme Covid-19 per tutti i convocati dell'Italia che hanno partecipato al ritiro con la squadra di Mancini nelle ultime due settimane. Dopo la sfida con la Lituania sono state evidenziate 5 positività nella comitiva azzurra: si tratta del capitano della Juventus Leonardo Bonucci e di quattro membri dello staff. Tutti sono già in isolamento e stanno bene, ma quello che ora preoccupa è la situazione degli altri convocati, compresi gli atalantini Rafael Toloi e Matteo Pessina.

La comitiva italiana è rientrata nella notte da Vilnius e ieri mattina (1 aprile) il difensore e il centrocampista di Gasperini erano già a Bergamo. Il protocollo, in queste situazioni, è molto semplice: Toloi e Pessina sono subito stati sottoposti a tampone, che è risultato negativo, e si trovano in isolamento domiciliare. Nelle prossime ore si capirà meglio la situazione, ma il dubbio sulla convocazione in vista di Atalanta-Udinese rimane e l'ultima parola spetterà all'Ats. Il tema è delicato, i tempi sono molto stretti e se da un lato gli esiti negativi dei tamponi sono un parametro certo di controllo, dall'altra è logico fare una valutazione precauzionale.

A questo proposito, la prima mossa ufficiale l'ha fatta il Sassuolo, che sarà impegnato contro la Roma. I neroverdi hanno avuto tra i convocati Berardi, Caputo, Locatelli e Ferrari, tutti sono stati sottoposti a tampone, ma indipendentemente dall'esito la società ha deciso che «a seguito della conclamata positività al Covid-19 da parte di alcuni componenti del “Gruppo Squadra” dell’Italia, il Sassuolo Calcio comunica che i propri atleti partecipanti alle gare con la Nazionale, pur in presenza di test Covid-19 negativo, in via prudenziale, non parteciperanno alla partita Sassuolo-Roma in programma sabato prossimo 3 aprile».

Gianni Nanni, medico del Bologna e responsabile sanitario dei club di Serie A, ha parlato all'Ansa di «situazione di allarme», spiegando che «al Bologna abbiamo Soriano e dobbiamo controllare lui: lo faremo con tamponi continui e spogliatoio personalizzato fino a sabato, giorno della partita con l'Inter». Durante la conferenza stampa di oggi (2 aprile) a Zingonia di Gasperini se ne saprà probabilmente di più e la lista dei convocati attesa in serata cancellerà ogni dubbio sulla presenza o meno dei due giocatori alla sfida con l'Udinese.