Dea, 54 volte serie A

Dea, 54 volte serie A
27 Agosto 2014 ore 10:55

Riparte nel prossimo week-end la stagione del calcio di serie A. La prima giornata si aprirà con i campioni d’Italia della Juventus impegnati sul campo del ChievoVerona nell’anticipo del sabato (fischio d’inizio ore 18), Roma-Fiorentina si giocherà alle 20.45 mentre il resto delle partite è in programma domenica 31 agosto. Milan–Lazio (per esigenze televisive) e Atalanta–Verona (per questioni di ordine pubblico) sono programmate per le 18, in serata alle 20.45 si chiuderà con Udinese–Empoli, Palermo-Sampdoria, Torino–Inter, Sassuolo–Cagliari, Genoa–Napoli e Cesena–Parma.

Per l’Atalanta il campionato che inizia è il numero 54 nella massima serie. Considerando che la società nerazzurra è nata nel 1907 e dal campionato 1929/1930 sono stati istituiti i gironi come li conosciamo oggi, il dato più importante da sottolineare è che più della metà delle sue battaglie sportive la Dea le ha combattute nel calcio che conta. Tra le cosiddette “provinciali”, nessuno ha fatto meglio ed è per questo che l’Atalanta è considerata la “regina delle provinciali”.

I nerazzurri giocheranno le 38 partite della prossima stagione attraversando in tutto 11 regioni: Lombardia, Piemonte, Liguria, Veneto, Friuli, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania, Sicilia e Sardegna. Nelle 19 trasferte, la tratta più battuta sarà quella romagnola con destinazione Parma, Reggio Emilia (gioca il Sassuolo) e Cesena. Milano, Torino, Verona, Genova e Roma sono le città in cui la Dea dovrà recarsi due volte e dove, ad eccezione della città della Mole, giocherà sempre nello stesso stadio.

 

italia_seriea

 

Gli stadi che vedranno Denis e compagni andare alla ricerca di punti salvezza sono 16. Oltre al “Comunale” di Bergamo, la lista è composta dallo “Juventus Stadium”, l’”Olimpico” di Torino, il “Meazza” di Milano, il “Bentegodi” di Verona, il “Friuli” di Udine, il “Ferraris” di Genova, il “Tardini” di Parma, il “Mapei Stadium” di Reggio Emilia, il “Manuzzi” di Cesena, il “Franchi” di Firenze, il “Castellani” di Empoli, l’”Olimpico” di Roma, il “San Paolo” di Napoli, il “Barbera” di Palermo e il “Sant’Elia” di Cagliari.

Il campionato inizierà il 31 agosto e terminerà il 31 maggio 2015, in tutto 9 mesi di partite con 4 turni infrasettimanali (24 settembre 2014, 29 ottobre 2014, 6 gennaio 2015, 29 aprile 2015) e 6 domeniche di sosta (7 settembre 2014, 12 ottobre 2014, 16 novembre 2014, 29 marzo 2015 per gli impegni della Nazionale e 28 dicembre 2014 e 4 gennaio 2015 per la sosta natalizia).

Tra andata e ritorno, l’Atalanta percorrerà la bellezza di 12.900 km su e giù per lo stivale. La trasferta più lontana è quella di Palermo, le gare più vicine sono in programma a Milano contro Inter e Milan. Dopo una stagione di pausa, i nerazzurri torneranno a giocare in Sardegna allo stadio Sant’Elia: l’anno scorso con il Cagliari si giocò a Trieste la prima gara esterna del campionato, il 14 settembre la sfida ai rossoblù sarà ancora il primo impegno fuori porta per la truppa di Colantuono.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia