Atalanta

Coraggiosi sì, ma poco maturi Le dodici rimonte subite

Coraggiosi sì, ma poco maturi Le dodici rimonte subite
Atalanta 26 Maggio 2015 ore 09:44

Il pareggio incassato a Verona ha tolto all'Atalanta una vittoria che, forse, sarebbe stata meritata. Ad alimentare i dispiaceri ci sono i pensieri sullo sviluppo del match, dai ritmi lenti, è vero, anche se la Dea per larga parte ha fatto vedere un buon gioco e ha creato ottime palle gol, subendo il pareggio dei clivensi solo all'88esimo. Quando alla fine del campionato manca solo la gara interna con il Milan, ci siamo fatti una domanda: quante volte, l'Atalanta, è passata in vantaggio ma si è fatta rimontare? Quanti punti sono stati gettati alle ortiche, magari nei finali di gara?

12 rimonte subite. Il risultato di questa piccola indagine è, per certi versi, incredibile. Sentite qua: in 37 giornate, per 12 volte i nerazzurri sono riusciti a sbloccare lo 0-0 per primi ma alla fine hanno dovuto arrendersi a rimonte parziali (7 pareggi) o totali (5 sconfitte). Le gare in cui la rimonta l'ha realizzata l'Atalanta sono soltanto tre (Cesena e Palermo in casa, Roma in trasferta) e quando il tecnico Reja dice che questa squadra deve migliorare nella gestione dei gol di vantaggio e imparare a chiudere le gare, ha pienamente ragione. Lo confermano in modo inequivocabile i numeri.

1) Giornata 9, Atalanta - Napoli 1-1 (57' Denis, 86' Higuain)

Contro la formazione di Benitez, l'Atalanta di Colantuono scese in campo con una squadra completamente stravolta e per lunghi tratti i nerazzurri subirono le iniziative avversarie. Ad inizio ripresa, nella prima vera occasione da gol costruita, German Denis insaccò di testa un cross di Raimondi per l'immeritato vantaggio. Nel finale Higuain pareggiò i conti, nel recupero servì il miglior Sportiello su Mertens e sul Pipita per evitare la sconfitta.

 

2) Giornata 12, Atalanta - Roma 1-2 (1' Moralez, 23' Ljajic, 42' Nainggolan)

https://youtu.be/VO7FiXra7xk

Al Comunale l'Atalanta riceve la Roma. Dopo nemmeno un minuto di gioco Raimondi sulla destra supera in bello stile e serve al centro per Moralez: destro vincente e gara subito in discesa. La squadra capitolina subisce il colpo, dopo una decina di minuti Baselli spreca incredibilmente la palla del 2-0 (conclusione sulle traversa) e nella seconda parte del primo tempo Ljajic e Nainggolan ribaltano tutto, anche grazie anche ad alcune leggerezze difensive dell'Atalanta.

 

3) Giornata 17, Genoa - Atalanta 2-2 (37' Zappacosta, 49' Moralez, 51' rig. Iago Falque, 69' Matri)

https://youtu.be/fORluCg1ZW0

Nella prima gara del 2015, l'Atalanta passa meritatamente in vantaggio a Marassi. Zappacosta prima e Moralez poi (doppio assist di Baselli) fissano lo 0-2. Poi il Genoa riduce le distanze con il rigore di Iago Falque ma lo stesso Moralez ha una doppia occasione per il tris che non gli riesce. Dopo il pareggio di Matri, in pieno recupero ci vuole ancora un super Sportiello per evitare l'incredibile sconfitta firmata da Fetfazidis.

 

4) Giornata 18, Atalanta - Chievo 1-1 (72' Zappacosta, 90' Lazarevic)

Gara tirata a Bergamo, la Dea ha assoluta necessità di vincere ma il Chievo non vuole perdere. Dopo una settantina di minuti poco spettacolari, Zappacosta segna il secondo gol consecutivo dopo quello di Genova con un bel fendente da fuori area. Il successo ormai sembra conquistato, al 90esimo però il direttore di gara Peruzzo prende un abbaglio clamoroso e caccia dal campo Bellini per un fallo inesistente. Sulla conseguente punizione, in pieno recupero, Lazarevic insacca alle spalle di Sportiello con una traiettoria perfetta.

 

5) Giornata 22, Fiorentina - Atalanta 3-2 (9' Zappacosta, 18' Basanta, 76' Diamanti, 83' Boakye, 89' Pasqual)

https://youtu.be/a3xfr6-aNUc

Quella di Firenze è probabilmente la gara simbolo della poca capacità della Dea di tenere il risultato. Dopo lo 0-1 firmato da Zappacosta di testa e con Gomez protagonista di alcune ottime giocate, la squadra orobica subisce il pareggio di Basanta su una disattenzione difensiva e il 2-1 con una gran giocata di Diamanti. Nel finale, Pinilla e Zappacosta confezionano il 2-2 ma all'ultimo respiro la difesa subisce incredibilmente il 3-2 da Pasqual.

 

6) Giornata 24, Juventus - Atalanta 2-1 (25' Migliaccio, 39' Llorente, 45' Pirlo)

https://youtu.be/2swcXsplGpo

La sconfitta più bella della stagione. Allo Juventus Stadium, senza tanti titolari, la formazione di Colantuono passa in vantaggio grazie alla zuccata di Migliaccio. Llorente e una magia di Pirlo ribaltano tutto prima del riposo, nel finale Emanuelson e compagni danno il massimo per raggiungere il pari ma l'ultimo colpo di testa di Biava finisce alto e resta solo il grande orgoglio per una serata da leoni, in casa dei campioni.

 

7) Giornata 25, Atalanta - Sampdoria 1-2 (16' Stendardo, 68' Muriel, 81' Okaka)

Nel match che costa l'esonero a Stefano Colantuono, la Dea passa meritatamente in vantaggio con Stendardo e va al riposo dimostrando di poter controllare senza grossi problemi i blucerchiati di Mihajlovic. Nella ripresa, un super gol di Muriel fissa il pareggio prima della papera di Sportiello che regala a Okaka il pallone del definitivo 2-1 ospite.

 

8) Giornata 28, Napoli - Atalanta 1-1 (72' Pinilla, 89' Zapata)

https://youtu.be/6ZbA89SypLQ

Dopo due scialbi 0-0 contro Parma e Udinese, l'Atalanta di Reja scende in campo al San Paolo con un gran piglio e nel primo tempo rischia addirittura il vantaggio (clamorosa la palla-gol fallita da Gomez). Lo stesso numero 10 si fa cacciare ad inizio ripresa per doppia ammonizione, Reja inserisce D'Alessandro per evitare l'assedio e al 72' arriva l'incredibile (e probabilmente irregolare) gol del vantaggio di Mauricio Pinilla. Nel finale, il colpo di testa di Zapata fissa il pareggio. Hamsik in pieno recupero sfiora il 2-1 ma alla fine arriva un ottimo punto.

 

9) Giornata 33, Cesena - Atalanta 2-2 (50' Pinilla, 56' rig. Brienza, 70' Carbonero, 82' Pinilla)

https://youtu.be/38b-ZClvjzI

Nell'ultimo turno infrasettimanale della stagione, i nerazzurri scendono in campo contro il Cesena per uno scontro diretto decisamente importante. Gli orobici giocano bene: dopo un primo tempo in pieno controllo Pinilla porta in vantaggio i nerazzurri al 50esimo, ma nel giro di un quarto d'ora il Cesena ribalta tutto con Brienza e Carbonero. Il gol di Pinilla in rovesciata all'82esimo fissa il 2-2 in modo spettacolare. La serata poteva essere magnifica se Bianchi al 93esimo non avesse fallito il gol salvezza.

 

10) Giornata 34, Atalanta - Lazio 1-1 (49' Biava, 77' Parolo)

https://youtu.be/Ol6TQmshXkU

La partita più bella con Reja in panchina. Il 4-3-3 del tecnico goriziano, contro la formazione più in forma del campionato, regala al pubblico di Bergamo 90 minuti di grande calcio. La rete di Biava porta avanti l'Atalanta, Gomez si vede negare da Marchetti la rete in almeno tre circostanze e nel finale Parolo riesce a segnare l'1-1, che toglie ai nerazzurri un successo di prestigio.

 

11) Giornata 36, Atalanta - Genoa 1-4 (18' rig. Pinilla, 30' Pavoletti, 57' Bertolacci, 61' e 73' Iago Falque)

Siamo nel giorno della salvezza matematica. Nonostante la pesante sconfitta interna, il successo del Palermo a Cagliari regala la certezza della serie A ai nerazzurri. Sul campo, l'Atalanta si porta in vantaggio con il rigore di Pinilla ma nella ripresa deve arrendersi alla grande forza fisica e mentale della formazione di Gasperini. In pieno recupero, l'attaccante cileno fallisce la doppietta personale che avrebbe significato raggiungere quota 10 gol stagionali.

 

12) Giornata 37, Chievo - Atalanta 1-1 (48' Gomez, 88' Pellissier)

Arriviamo all'ultima rimonta subita. Sul campo di Verona, dopo il meritatissimo vantaggio di gomez, l'Atalanta ha tenuto bene fino quasi allo scadere ma il tocco ravvicinato di Pellissier ha negato la gioia del successo a Grassi (esordio in serie A dal primo minuto) e compagni.

 

Seguici sui nostri canali