Dea, ringrazia Sportiello AAA Cigarini cercasi

Dea, ringrazia Sportiello AAA Cigarini cercasi
08 Marzo 2015 ore 18:22

Poco, pochissimo da salvare nell’Atalanta andata in campo contro il Parma. Incredibilmente, il migliore in campo dei nerazzurri è Sportiello, che nella ripresa salva due volte il risultato. Bene anche D’Alessandro, che entra dopo l’intervallo al posto di Boakye, e la coppia Migliaccio-Carmona, che ci mette cuore e polmoni. Cigarini ancora una volta ottiene un’insufficienza grave, e come lui anche tanti altri che giocano ben sotto i livelli conosciuti. Per centrare la salvezza serve molto, molto di più.

 

Italy Soccer Serie A

 

Sportiello 7: primo intervento, facile, al 20’ sul tacco di Rodriguez. Si ripete al 28’ sul destro di Belfodil, ma è nel secondo tempo che strappa la medaglia di migliore in campo: prima esce di piede quasi a metà campo, poi, al 60’, è bravo ad alzare in angolo un destro di Rodriguez e infine, all’81’, mette la manona su Coda vicino al primo palo. Decisamente il migliore in campo.

Bellini 5,5: qualche disimpegno sporco che non convince, gioca un primo tempo sinceramente molto complicato con tante giocate non ben rifinite. Anche nella ripresa si conferma non al top: sbroglia un paio di situazioni difficili ma non convince fino in fondo.

Masiello 6: il migliore della difesa nel primo tempo e continua su buoni livelli anche nella ripresa, confermandosi un jolly prezioso.

Benalouane 5,5: un po’ svagato. Al 40’ spara un tiraccio di destro dai 35 metri senza alcuna pretesa e nel complesso non convince fino in fondo. Lascia il campo ad inizio ripresa per un problema alla schiena. (50’ Cherubin 6: buona ripresa vicino a Masiello, recupero importante).

Dramè 5: dovrebbe attaccare lo spazio e invece, fino all’intervallo, si preoccupa di contenere Varela. Non si propone quasi mai e finisce per fare il compitino, ma in questa fase della stagione serve qualcosa in più da parte di tutti.

Carmona 6,5: il più attivo tra i centrocampisti nella prima frazione di gioco. Fino alla fine si divide in tre per sostenere la manovra e giocare dove Cigarini non arriva. Uno dei migliori.

Cigarini 4: molto basso e molto lento, per tutto il primo tempo trotterella e anche ad inizio ripresa sbaglia passaggi elementari. Sembra persino svogliato, non cambia mai ritmo e non distribuisce alcun passaggio degno di questo nome. Il peggiore tra i nerazzurri.

Migliaccio 6: corre per tre ma senza grossi risultati per la maggior parte del match. Ci mette tantissima voglia ma non basta. Finisce un po’ in debito di ossigeno. Resta un uomo su cui puntare per le prossime sfide.

Emanuelson 5: partenza lenta, poi si accende attorno al 20’ e prova un paio di ripartenze. Nel complesso però gioca lontano dai suoi standard. L’emblema sono i calci d’angolo: ne batte almeno tre ad altezza stinco. Passo indietro, gara negativa. (85’ Denis sv)

Pinilla 5: buona partenza, combina bene con Emanulson al 25’ ma Mendes salva tutto. Al 37’ è suo il primo colpo di testa nello specchio della porta avversaria, ma Mirante dice di no. Poi cala e si spegne con il passare dei minuti. Nella ripresa è praticamente fermo e si vede solo per un paio di entrate che gli valgono il giallo.

Boakye 4,5: fumoso, si vede al tiro per la prima volta al 33’, ma il destro è molle. Gioca 45 minuti ma è totalmente spaesato e finisce per pagare più di tutti un primo tempo molto negativo della squadra. Occasione sprecata. (46’ D’Alessandro 6,5: subito molto attivo, al 55’ è suo il cross per Pinilla, lungo di un soffio. Nel finale mette in mezzo un cross pericoloso, regala tanta corsa e un paio di grandi ripartenze: merita di giocare dall’inizio).

 

Italy Soccer Serie A

 

All. Reja 6: qualche scelta è sembrata forzata ma bisogna dargli atto che è a Bergamo da pochi giorni. Boakye non lo ripaga, Masiello invece sì. L’espulsione condiziona il finale di gara e la decisione di inserire Denis arriva tardi perché lui non c’è.

Pubblico Bergamo 6,5: i 315 ospiti si aspettavano una prova di tutt’altro tipo. L’incitamento all’inizio c’è, ma con il passare dei minuti la prova dei nerazzurri ammutolisce tutti. Anche loro si adeguano alla prestazione di Bellini e compagni, ma almeno ci hanno creaduto.

Parma: Mirante 6, Santacroce 6, Lucarelli 7, Mariga 6 (46’ Coda 6,5), Mendes 6,5, Gobbi 6,5, Mauri 6, Nocerino 5,5 (70’ Galloppa 6), Varela 5,5 (77’ Lila 6), Belfodil 6,5, Rodriguez 7. All. Donadoni 6,5

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia