Ci siamo quasi

Perché Caldara vuole solo l’Atalanta (e l’Atalanta vuole riabbracciarlo)

Perché Caldara vuole solo l’Atalanta (e l’Atalanta vuole riabbracciarlo)
09 Gennaio 2020 ore 08:30

La storia di Mattia Caldara con l’Atalanta è pronta per essere riscritta. Dopo gli anni nel settore giovanile e l’avventura in Serie A con Gasperini, il classe 1994 di Scanzorosciate era stato ceduto alla Juventus nel gennaio del 2017 per 25 milioni di euro ma è rimasto a crescere all’ombra di Città Alta fino al giugno del 2018. Il passaggio alla Vecchia Signora è durato lo spazio di qualche settimana, Mattia Caldara si è ritrovato al Milan senza quasi capire il perché con numeri da capogiro (35 milioni di valutazione a bilancio e 3 milioni di stipendio) e un futuro tutto da scrivere.

L’esperienza a Milano è stata fallimentare, due brutti infortuni l’hanno pesantemente condizionato e adesso che il ragazzo è fuori dal tunnel da quasi 2 mesi (si allena regolarmente con il gruppo) la società rossonera gli ha fatto capire a più riprese che non fa più parte del progetto. Ci sono tante società interessate al ragazzo ma negli ultimi giorni è emerso come Mattia Caldara voglia soltanto l’Atalanta. I contatti sono continui, nel giro di un paio di giorni potrebbe essere tutto deciso e finalmente il difensore bergamasco potrà tornare a casa e rivestire la maglia che lo ha lanciato nel grande calcio. Contratti, accordi e dettagli economici diventano secondari in queste situazioni: Mattia Caldara vuole l’Atalanta e la società che lo ha cresciuto è pronta a riabbracciarlo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia