Atalanta
Che sorprese!

Due giornate e tante sorprese: prestazioni e risultati non sempre vanno di pari passo

Le prime due gare del 2023 hanno riservato diverse sorprese. Anche se i valori tecnici sono diversi non sempre il campo rispetta i pronostici

Due giornate e tante sorprese: prestazioni e risultati non sempre vanno di pari passo
Atalanta 10 Gennaio 2023 ore 09:28

di Fabio Gennari

Di partite facili non ce ne sono. E quello che sembra sulla carta essere un impegno alla portata poi invece si rivela un ostacolo complicatissimo. Vale per l'Atalanta, ma anche per molte altre compagini ed è per questo motivo che in questo momento bisogna prendere tutto quello che arriva con grande positività e ragionare su come si possano migliorare manovra, condizione fisica e rendimento tecnico per fare meno fatica a raggiungere i risultati.

L'Atalanta ha fatto 4 punti in due partite, gli stessi della Roma e tre in più della Lazio. Oggi le romane e la Dea sono appaiate in classifica al quinto posto con 31 punti e un vantaggio di 6 lunghezze sull'ottava, ovvero l'Udinese. È un momento in cui nessuno sta giocando in modo scintillante e anche se durante le sfide ci sono sprazzi di superiorità tecnica marcata (grazie al diverso livello di giocatori a disposizione sia tra i titolari che in panchina) di esempi di come cuore e grinta possano fare più differenza di quanto si possa pensare ce ne sono già stati molti.

La Lazio ha perso con il Lecce e si è fatta rimontare in casa due gol dall'Empoli, il Monza ha fermato l'Inter all'ultimo respiro dopo aver rimontato anche la Fiorentina pochi giorni prima al Franchi. Il Torino, tra Verona e Salernitana, ha fatto un punto, il Milan era avanti di due gol con la Roma (dominando) e si è fatto rimontare. A parte la Juventus, che ha ottenuto due successi di misura per 1-0 (lasciando tutt'altro che impressionati), le altre squadre di vertice si sono più o meno fermate tutte.

Il post Mondiale è un mistero per tutti, la preparazione fatta a dicembre è un terno al Lotto rispetto al passato e le incognite, già decisamente abbondanti, sono ancora di più. Anche se la classifica sembra già delineata nei tre blocchi principali (Europa, centro classifica e lotta salvezza), dunque, è doveroso mantenere sempre alta l'attenzione.

Seguici sui nostri canali