Pronti alla battaglia di Kharkiv ma non ci sarà neppure Ilicic

Pronti alla battaglia di Kharkiv ma non ci sarà neppure Ilicic
09 Dicembre 2019 ore 07:48

Il margine sulle inseguitrici aumenta e l’appuntamento con la storia si avvicina. Per Gasperini arrivano brutte notizie dall’infermeria. Ilicic ha avuto una elongazione al flessore destro e non parteciperà alla sfida decisiva di mercoledì con lo Shakhtar in Ucraina. Gli esami clinici hanno purtroppo dato esito negativo, quando tutti si attendevano notizie positive. Lo sloveno a Zingonia ha lavorato a parte sottoponendosi ad alcune terapie.

 

 

La situazione di Ilicic. Il fantasista sloveno si è bloccato al 24’esimo del primo tempo di Atalanta-Verona. In allungo per calciare un pallone che stava finendo in fallo laterale vicino alla linea di metà campo, Ilicic si è fermato e ha chiesto l’intervento dei sanitari. Il dottor Bruzzone e il fisioterapista Ginami hanno fatto subito un massaggio. Dopo il rientro in campo, l’attaccante ha provato un paio di scatti decisi e un altro in profondità un po’ più convinto, ma si è fermato poco dopo e al suo posto è entrato Malinovskyi. Nell’uscita dal campo sotto la Tribuna Ubi, Ilicic ha camminato lentamente ma senza appoggi. Sembrava un indurimento nella zona del flessore. Gli esami hanno detto che si è trattato di una elongazione del flessore destro.

 

 

Due giorni all’appuntamento con la storia. L’Atalanta e tutto l’ambiente sono già elettrizzati in vista della super sfida di Kharkiv. I tifosi presenti saranno circa cinquecento, un numero incredibile se pensiamo che si gioca a oltre duemila chilometri da casa e che il costo della spedizione si aggira dai 400 ai 650 euro per i pacchetti organizzati da Curva Pisani e Ovet. Per quanto riguarda le possibili scelte di formazione di Gasperini di sicuro mancheranno Zapata, ancora in Spagna a curarsi, Ilicic, infortunato, e Toloi, squalificato. Nei reparti comunque c’è almeno un’alternativa per ruolo: in difesa ci sono 5 difensori per 3 posti, sugli esterni 3 giocatori per 2 posti, come a centrocampo, mentre davanti ballano almeno 2 giocatori (tra cui Malinovskyi) tra le possibili scelte. Vedremo cosa inventerà Gasperini per anteporsi efficacemente allo Shakhtar.

 

 

Campionato: Napoli a -7, Europa ora al sicuro. In campionato, i risultati della domenica hanno permesso all’Atalanta di guadagnare punti su Cagliari, Roma e Napoli. I sardi sono stati fermati dal Sassuolo, la Roma ha pareggiato 0-0 con l’Inter e il Napoli si è fermato a Udine. Con tutta la concentrazione sulla partita di mercoledì, è importante non avere pressione in campionato: ora è più vicino il terzo posto della Lazio (5 punti) di quanto non lo sia il settimo posto (7 punti) che può significare preliminari di Europa League. Contro il Verona l’Atalanta ha portato da 10 a 12 i marcatori stagionali in serie A, il primo lampo da fuori area di Malinovskyi e il tocco da opportunista di Djimsiti in area di rigore allungano la serie di cecchini nerazzurri. È un risultato grandioso, perché non è scontato che pure in assenza del punto di riferimento avanzato (Zapata), per 11 gare su 20 la squadra abbia saputo proporsi con pericolosità in zona gol. I 7 punti in più dell’anno scorso e il primo attacco con 37 gol segnati in 15 gare confermano il grande livello raggiunto da Gomez e compagni.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia