Gasp davanti a Mourinho L’anno d’oro del mister

Gasp davanti a Mourinho L’anno d’oro del mister
Atalanta 31 Ottobre 2018 ore 08:45

Gian Piero Gasperini inserito nella lista del magazine inglese FourFourTwo tra i cinquanta migliori allenatori del 2018, il Papu Gomez che diventa di nuovo papà e l’operazione “Bologna” iniziata a Zingonia con la ripresa degli allenamenti. Sembrava un tranquillo martedì di ripresa degli allenamenti al Centro Bortolotti e invece nel giro di poche ore sono arrivate un paio di notizie che non possono che far felici tutti i tifosi orobici.

 

 

Gasperini 23esimo al mondo per FourFourTwo. Il celebre magazine mensile d’Oltremanica dedicato al calcio ha stilato la classifica planetaria dei migliori tecnici del 2018 e le sorprese non sono di certo mancate. Nel pezzo di presentazione, pubblicato on-line, si parla chiaramente di come la valutazione sia stata fatta guardando sia i risultati che il contesto di squadra con cui sono stati ottenuti. Nel listone pubblicato dal portale inglese ci sono altri italiani e se le prime posizioni sono abbastanza scontate (primo Guardiola, secondo Zidane, terzo Simeone) sorprende vedere come Gasperini sia arrivato davanti a Mourinho (25esimo posto) e, parlando di serie A, dietro solo ad Allegri, Sarri e Di Francesco.

Nella motivazione pubblicata dalla rivista si legge: «Mentre molti dei manager di questa lista sono stati inclusi per avanzamenti tattici o per la conquista di trofei importanti, Gasperini è un po’ diverso. Il sessantenne italiano ha ottenuto pochi successi tangibili come il ritorno dell’Atalanta in Europa dopo 26 anni – ma la sua capacità di sfornare giocatori è francamente stupefacente e ha trovato una casa perfetta all’Atalanta. Il “Gasp” senza troppe pressioni ha prodotto un flusso costante di talenti che è passato ai club più grandi della Serie A e continua a proporre il meglio dalle giovani promesse a sua disposizione».

 

 

Gomez ancora papà, è nato Milo. Mentre in Inghilterra pubblicavano la classifica con Gasperini, a Milano nasceva il terzo figlio del Papu Gomez. Il piccolo Milo ha visto la luce nel pomeriggio in una clinica del capoluogo meneghino e come sua consuetudine il Papu ha voluto condividere sui social i primi scatti del figlio appena nato e degli altri due piccoli della famiglia Bauptista e Costantina per un quadretto familiare completato dalla moglie Linda. Sui social e sul sito ufficiale atalanta.it la condivisione della notizia è stata massima e le dimostrazioni di affetto per il numero 10 argentino sono tantissime.

La bella novità in casa Gomez ha privato Gasperini del giocatore nella seduta di allenamento fissata per martedì pomeriggio, ma non c’è nulla di più bello della gioia di diventare papà. Il primo annuncio della terza paternità in arrivo Gomez l’aveva dato a Benevento nella scorsa primavera: dopo la rete sul campo dei campani la palla sotto la maglia come se fosse un pancione era parso un gesto eloquente e nei mesi successivi sia il talento della Dea che la moglie Linda non hanno mancato di aggiornare tutti sull’avanzamento della gravidanza.

 

 

Verso Bologna, nessun problema a Zingonia. Con Masiello, Tumminello e Varnier che si sono allenati anche lunedì per accelerare la ripresa dopo i recenti infortuni, il gruppo nerazzurro si è ritrovato a Zingonia al completo nella giornata di martedì e non si segnalano problemi. Verso la sfida di Bologna l’unico da monitorare con attenzione è proprio Masiello, il difensore viareggino è in recupero dopo il problema al retto femorale e tutto lascia pensare che se si tenterà un recupero sarà nella gara successiva in programma a Bergamo contro l’Inter.

La formazione che ha così ben figurato contro Chievo e Parma non dovrebbe essere toccata, in porta dovrebbe tornare Gollini mentre in difesa toccherà nuovamente a Mancini completare il terzetto con Toloi e Palomino. Gli unici dubbi, come settimana scorsa, possono esserci sulla fascia destra di centrocampo (Hateboer o Castagne insieme a de Roon, Freuler e Gosens) e in avanti dove uno tra Rigoni, Barrow e Zapata giocherà vicino a Gomez e Ilicic. Insomma, al Dall’Ara si vedrà ancora l’Atalanta a trazione anteriore.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli