Menu
Cerca
real madrid-atalanta

L’Atalanta accorcia con Muriel, ma Asensio spegne ogni speranza: finisce 3-1 per il Real Madrid

L’Atalanta accorcia con Muriel, ma Asensio spegne ogni speranza: finisce 3-1 per il Real Madrid
Atalanta 14 Marzo 2021 ore 19:57

SECONDO TEMPO

90+5 – Fischio finale. Il Real Madrid ha battuto l’Atalanta per 3-1. In rete Benzema, Sergio Ramos su rigore e Asensio appena entrato, mentre l’Atalanta ha accorciato con una splendida punizione di Muriel. I Blancos volano ai quarti di Champions League, Atalanta eliminata. Dopo i primi dieci minuti è stata netta la superiorità degli spagnoli e la Dea non è sembrata brillante come in altre occasioni: Sportiello ha commesso un errore troppo grave e Zapata si è fatto parare due grandi occasioni. Straordinario comunque il cammino europeo della squadra di Gasperini che per il secondo anno consecutivo ha lottato alla pari con le stelle del firmamento calcistico internazionale.

90′ – Cinque minuti di recupero.

87′ – Malinovskyi prova da fuori, ma la palla sfila sul fondo.

85′ – GOL DEL REAL MADRID: ASENSIO. Il neo entrato riceve in area da Lucas Vazquez e con un sinistro rasoterra insacca sul primo palo.

84′ – Caldara e Miranchuk al posto di Muriel e Pessina.

83′ – GOL DELL’ATALANTA: MURIEL!!! Splendida punizione a giro del colombiano dal limite dell’area, Courtois sfiora ma la palla si infila sotto l’incrocio!

82′ – Asensio sostituisce Valverde.

77′ – AMMONITO KROOS, intervenuto irregolarmente su Ilicic.

74′ – OCCASIONISSIMA PER L’ATALANTA! ZAPATA. Il colombiano si presenta davanti a Courtois, ma gli calcia addosso, mancando l’opportunità di riaprire la partita!

73′ – AMMONITO NACHO, intervenuto fuori tempo su Ilicic. Secondo giallo nelle fila del Real.

69′ – Fuori Vinicius Junior, in campo Rodrygo nel Real Madrid.

68′ – OCCASIONISSIMA PER IL REAL! PALO DI BENZEMA. Cross di Lucas Vazquez, Benzema sul secondo palo sale in cielo e colpisce di testa. Grande riflesso di Sportiello e poi, sempre di testa, Benzema colpisce il palo!

67′ – OCCASIONISSIMA PER L’ATALANTA: ZAPATA! Malinovskyi pesca tra le linee il colombiano, che calcia col sinistro, Courtois respinge di piede.

64′ – Primo cambio nel Real Madrid: fuori Sergio Ramos, dentro al suo posto Eder Militao.

63′ – Sinistro strozzato di Pessina da buona posizione, ma la palla esce lentamente. Niente da fare per l’Atalanta

61′ – AMMONITO TOLOI, sostituito da Palomino.

60′ – GOL DEL REAL MADRID! SERGIO RAMOS! Sportiello quasi ci arriva ma non riesce a opporsi. Ora all’Atalanta serve una vera e propria impresa.

58′ – RIGORE PER IL REAL. Vinicius Junior, incontenibile, semina Malinovskyi e punta Toloi che lo stende all’ingresso dell’area. L’arbitro indica il dischetto!

56′ – Gosens infortunato, problemi muscolari. Ilicic in campo.

52′ – OCCASIONISSIMA PER IL REAL: Vinicius in ripartenza semina il panico nell’area atalantina con un incredibile slalom. Beffati tre difensori si presenta davanti a Sportiello e tira, palla fuori di pochissimo.

50′ – Bella azione dell’Atalanta che arriva in area con Zapata, tacco a servire Gosens ma la palla è leggermente lunga.

Zapata in campo al posto di Pasalic.

 

PRIMO TEMPO

45′ – FINE PRIMO TEMPO, Real Madrid in vantaggio per 1-0, gol di Benzema. All’Atalanta servono due gol senza subirne per passare ai quarti. La Dea, aggressiva e ben messa in campo nella prima parte, ha creato una bella occasione con Gosens, poi col passare dei minuti il Real è cresciuto e ha messo in difficoltà i nerazzurri con un palleggio sempre efficace. L’arbitro manda le squadre al riposo con Muriel lanciato in porta.

43′ – Gran tiro di Malinovskyi da fuori area che però non c’entra la porta.

41′ – L’Atalanta ha sentito il contraccolpo del gol subito e non riesce più a rendersi pericolosa.

39′ – GIALLO A VALVERDE per doppio fallo su Djimsiti.

33′ – GOL DEL REAL MADRID!!! Grave errore di Sportiello che in impostazione serve involontariamente Modric, palla a Benzema solo in area e i Blancos sono in vantaggio.

30′ – Di nuovo Vinicius Junior sulla sinistra supera Romero, ma poi perde il passo e crolla da solo a terra: palla sul fondo.

27′ – OCCASIONE PER IL REAL, MURO DJIMSITI. Benzema appoggia in area per Vinicius Junior, il cui tiro ravvicinato a botta sicura viene respinto con un intervento in extremis di Djimsiti! Sportiello era scivolato.

16′ – Ancora l’Atalanta insidiosa. Angolo di Malinovskyi, rimpallo in area e conclusione di Djimsiti alta sopra la traversa.

12′ – Muriel aspetta l’incursione di Pasalic e appoggia in area, il croato anticipato in angolo da Sergio Ramos.

11′ – Il Real ha alzato il baricentro e si lotta a centrocampo.

8′ – Vinicius Junior dribbla nello stretto e va giù al limite dell’area a contatto con Toloi: per l’arbitro Makkelie non c’è nulla!

6′ – Atalanta in pressione. Nerazzurri in campo senza paura. Bella palla di Malinovskyi, ma nessuno aggancia.

2′ – OCCASIONE PER L’ATALANTA: GOSENS! Cross di Muriel dalla sinistra, Gosens si libera e con una zampata al volo da pochi passi cerca di sorprendere Courtois, ben piazzato.

Squadre in campo. Tutto è pronto per la grande sfida.

 

LE FORMAZIONI

Real Madrid (3-5-2): Courtois; Ramos, Varane, Nacho; Vazquez, Kroos, Modric, Valverde, Mendy; Vinicius, Benzema.
A disposizione: Lunin, Altube, Militao, Asensio, Marcelo, Isco, Rodrygo, Hugo Duro. All. Zidane.

Atalanta (3-4-2-1): Sportiello; Toloi, Romero, Djimsiti; Maehle, De Roon, Pessina, Gosens; Pasalic, Malinovskyi; Muriel.
A disposizione: Rossi, Gollini, Palomino, Lammers, Caldara, Ruggeri, Ghislandi, Miranchuk, Ilicic, Zapata. All. Gasperini.

Il direttore di gara è l’olandese Danny Makkelie, 38 anni

 

IL PREPARTITA

Proviamo a pensarla così: quando il Liverpool venne a Bergamo, l’Atalanta perse 5-1. Gasp da quella partita imparò tantissimo, tanto è vero che quando, al ritorno, la Dea si presentò a Liverpool vinse 2-0. Il Real è venuto a Bergamo e ha vinto 1-0 (con i nerazzurri in 10 per 80’) e questa sera la Dea dimostrerà quanto ha imparato da quella gara. Infatti schiera due trequartisti (Pasalic e Malinovskyi) più Muriel. Zapata e Ilicic partono dalla panchina. Senza presunzione, ma con la consapevolezza che quella col Real è la gara più prestigiosa di tutta la storia atalantina e non la si vuole sprecare. Si vuole soltanto fare bella figura «senza snaturare il proprio gioco», così la intende Gasperini. E Zidane, da grande campione qual è, sa che anche per i blancos non sarà una passeggiata. In campo ci vanno le migliori formazioni possibili di entrambe le squadre. Il divario è notevole, ma noi siamo l’Atalanta.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli