Atalanta
Il dopo partita del mister

Gasperini: giovedì nel ritorno col Lipsia lo spartiacque della stagione

Gasperini: giovedì nel ritorno col Lipsia lo spartiacque della stagione
Atalanta 10 Aprile 2022 ore 18:01

Gasperini, stanchezza o giornata storta?

«Ho cambiato molti uomini, mandando in campo gente fresca, perché giocare partite impegnative in Coppa e poi la domenica pomeriggio non è facile. C'è stato grande turnover, ma in queste condizioni non è sempre la stessa cosa. La partita era comunque nelle condizioni migliori da poter sfruttare, non abbiamo però avuto la qualità e la precisione. Nel primo tempo la gara era aperta, ma un errore grossolano, non aver preso le posizioni fuori area per evitare il contropiede, ha spalancando la via del gol al Sassuolo e questo ha complicato tutto. Peccato».

Si è inceppato qualcosa rispetto a come ci aveva abituato l'Atalanta. Nel girone di ritorno è tredicesima. 

«Difficile fare paragoni, ma è evidente che nel girone di ritorno non abbiamo fatto bene, anzi, abbiamo fatto abbastanza male. I motivi sono tanti, infortuni, situazioni particolari, i rientri dei Nazionali e le partite di campionato successive alle gare di Coppa. Difficilmente siamo riusciti dopo queste prove a essere competitivi».

Per la prima volta siete fuori dalla zona Coppe.

«Lo spartiacque è giovedì. Se dovessimo andare in semifinale sarebbe un bel traguardo per la stagione, se questo non succede ci saranno sette partite e dovremo fare qualcosa di importante per riagguantare l'Europa».

Oggi la sua è sembrata una squadra vuota.

«Io penso che dietro abbiamo fatto bene. Duvan ha recuperato i 90 minuti e ha dimostrato di avere una buona condizione. Pessina ha fatto una discreta partita. La squadra si è disimpegnata anche bene, ma non ha mai trovato il passaggio, il tiro, la situazione, per potersi rendere davvero pericolosa. Dopo un buon inizio del Sassuolo abbiamo avuto diverse opportunità, ma non siamo mai riusciti a concludere».

La vera semifinale di Coppa può essere giovedì? Da quando lei è all'Atalanta, sul piano delle occasioni, non raccogliete poco?

«Abbiamo sempre realizzato molto, ma per fare 10 gol devi fare 30 azioni. Oggi le occasioni c'erano e non aver realizzato è una colpa nostra. È un momento di difficoltà in questo senso e lo stiamo pagando con i risultati».

Toloi e Freuler come stanno?

«Freuler ha qualche buona speranza, così come Djimsiti. Toloi è da valutare, dobbiamo vedere».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter