Atalanta
IL PREPARTITA

Gasperini mette in guardia dal Genoa, ringrazia Masiello e non parla del mercato

Il tecnico analizza l'avversario di giornata, lascia che siano i giornalisti a valutare la sessione appena conclusasi e rilancia Ilicic: «Sta bene»

Gasperini mette in guardia dal Genoa, ringrazia Masiello e non parla del mercato
Atalanta 31 Gennaio 2020 ore 13:54

di Giordano Signorelli

«Il ko contro la Spal è stato pesante, ma la squadra ha reagito nel modo migliore e speriamo duri nel tempo». Esordisce così in conferenza stampa Gian Piero Gasperini prima della partita di domani, domenica 2 febbraio, contro il Genoa. «Domani affrontiamo un Genoa che, un po’ come i ferraresi, ha bisogno di punti, ma che secondo me vale più di quella posizione. Sotto tanti aspetti può essere una gara con gli stessi pericoli e dobbiamo evitare di ripetere la prestazione con la Spal. La vittoria di Torino ci ha rimesso in una buona posizione di classifica e anche in casa dobbiamo essere più efficaci e continui nei risultati. Siamo in un girone di ritorno dove le difficoltà aumentano e bisogna sbagliare sempre meno. Questi sono match da non fallire».

Ilicic e il mercato. «Josip sta bene, ha recuperato. Ha avuto solamente un piccolo affaticamento all’inizio della settimana e mi auguro che domani prosegua sui suoi livelli. Anche Castagne ha recuperato, si è allenato bene per cui è fra quelli convocabili». Gasperini, invece, preferisce non parlare della sessione di mercato che si è appena conclusa: «Valutatelo voi» è l'unica cosa che ha detto ai giornalisti presenti.

Sull'avversario. «Noi siamo ancora un po' bruciacchiati dall'esperienza con la Spal, ma il Genoa non è inferiore a loro, solo che vive un momento un po’ più burrascoso con cambi di allenatori e giocatori. Anche a Firenze ha fatto un'ottima gara. Il Genoa non è una piazza semplice e magari questo pesa un po’ di più nel loro morale. Ma è tutta gente che sa reagire, danno qualcosa in più, ed è un momento per certi aspetti decisivo per posizionarsi nei vari obiettivi. So che giocare contro il Genoa non sarà semplice. Anche per noi è arrivato il momento di spingere con più continuità, per mettere le basi in vista della volata finale. Vincendo domani superiamo i 40 punti e il presidente sarà contento (ride, ndr)».

Su Masiello. Infine, il tecnico non manca di dedicare un pensiero ad Andrea Masiello, che domani sarà già di ritorno a Bergamo ma da avversario: «Gli ex ci fanno sempre male. Lo ringrazio per quello che ha fatto in questi anni. È un simbolo di questa Atalanta, ci sono immagini determinanti. È stata una bella storia, spero possa giocare con maggiore continuità. Io e lui avevamo vinto in B insieme al Genoa e torna in quella piazza. Spero possa dare un contributo fondamentale».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter