Atalanta
Il post partita del mister

Gasperini: «Oggi abbiamo fatto un passo. Sono queste le partite da vincere»

«È stata una grande soddisfazione, perché abbiamo incontrato una squadra molto forte e molto bella. Vincere a Verona sarà dura per tutti»

Gasperini: «Oggi abbiamo fatto un passo. Sono queste le partite da vincere»
Atalanta 12 Dicembre 2021 ore 18:19

Parla a bassa voce Gasperini ai microfoni di Dazn, la partita col Verona l'ha vissuta con apprensione fino al fischio finale. Adesso sembra un condottiero provato ma felice, soprattutto per aver battuto una formazione di ottimo livello.

Per la prima volta l'abbiamo vista esultare, è stata veramente tosta questa partita.

«È stata una grande soddisfazione vincerla, perché abbiamo incontrato una squadra molto forte e molto bella. I ragazzi sono stati straordinari e ribaltare il risultato è stato un segno di grande volontà. La partita è stata equilibrata ma abbiamo vinto con merito. Portare a casa i tre punti qui a Verona sarà dura per tutti».

Quanto è stato difficile lasciarsi alle spalle la sconfitta in Champions?

«Siamo rimasti molto dispiaciuti dell'eliminazione, la sentivamo alla nostra portata e abbiamo avuto la sensazione di averla buttata. Ma non siamo assolutamente d'accordo con certi giudizi: abbiamo fatto un'ottima gara anche col Villarreal. Loro hanno capitalizzato tutto, noi nell'arco dei novanta minuti siamo stati bravi e l'eliminazione ci sta. Ma anche in quella partita abbiamo avuto la sensazione di poter fare tante cose buone».

Oggi son arrivate risposte positive da chi finora aveva giocato meno, come Pezzella e Miranchuk, che ha trovato anche il gol. Il pelo dell'uovo, qual è?

«Non abbiamo fatto bene la prima parte in difesa, eravamo vulnerabili, marcavamo dietro l'avversario e nelle palle alte andavamo in difficoltà, poi loro con ottime triangolazioni ci complicavano la vita. Nell'arco della gara siamo cresciuti, abbiamo preso meglio le misure e con la difesa a posto abbiamo fatto un bellissimo gol, preso un palo con Pasalic e raddoppiato. Nel secondo tempo è andata molto meglio».

Muriel?

«È stato bravissimo per tutto il primo tempo. In questo momento possiamo permetterci di ottenere il massimo da un giocatore e poi far entrare Zapata, Ilicic. Questo ci permette di vincere anche questo tipo di partite».

Il suo sguardo è proiettato più ai punti di distacco che avete dato alla Fiorentina e alla Juve o ad avere accorciato il gap con il Milan?

«Noi guardiamo avanti, non possiamo guardare indietro e oggi abbiamo fatto un passo in termini di mentalità e determinazione. Sono queste partite che bisogna vincere, perché il più delle volte ci lasci le penne».

C'è l'obiettivo di vincere l'Europa League?

«Non ci stiamo pensando in questo momento. Adesso ci sono due partite toste di campionato prima della sosta, con la Roma e il Genoa. e poi ci sarà la Coppa Italia. Abbiamo gennaio e febbraio per pensare all'Europa League, affrontiamo un traguardo per volta».