Atalanta
Dopo il 2-2 con lo United

Gasperini va oltre il risultato: «Serata fantastica, finalmente davanti al nostro pubblico»

Il tecnico, nonostante il gol preso nel recupero, è sorridente. Si gode della buona prova dei suoi e applaude Cristiano Ronaldo: «È pazzesco»

Gasperini va oltre il risultato: «Serata fantastica, finalmente davanti al nostro pubblico»
Atalanta Bergamo, 02 Novembre 2021 ore 23:49

Nonostante la beffa arrivata proprio nel finale, è un Gasperini sorridente quello che si presenta ai microfoni di Sky alla fine della partita pareggiata per 2-2 con lo United. «È stata una serata fantastica - commenta il mister -, peccato solo per quel gol meraviglioso di Ronaldo alla fine. Però abbiamo giocato una partita europea bellissima, finalmente davanti al nostro pubblico. Diciamo che siamo felici all'80 per cento e rammaricati al 20».

Prima del match, Gasp aveva detto che servivano sei punti per passare il girone. Ora, a disposizione, ne restano proprio solo sei... «Dispiace molto per quella che sarebbe stata un'impresa che ci avrebbe dato una grande spinta, ma abbiamo ancora tutte le chance di passare. Con sei punti passiamo matematicamente, ma dipende anche da quello che faranno le altre».

L'Atalanta ha comunque giocato una grande prestazione, in particolare nella ripresa, dopo aver preso nel recupero del primo tempo il gol del pari. «Siamo ripartiti sapendo che queste gare durano fino alla fine - ha spiegato il mister -. Purtroppo ultimamente stiamo prendendo un po' troppi gol come il primo, ovvero a difesa schierata. Anche sul secondo gol non siamo stati perfetti, loro hanno avuto anche due rimpalli... Questo però vuol dire che abbiamo ancora margini, possiamo migliorarci. Dobbiamo vedere quanto di buono abbiamo fatto ed essere orgogliosi».

Dalla doppia sfida con lo United, la Dea ne esce con un solo punto conquistato nonostante due ottime prestazioni. Qualche rimpianto c'è? «Diciamo che se avessimo fatto il terzo gol, stasera come a Manchester, l'avremmo chiusa. Ma loro sono una squadra nota per i ribaltamenti, hanno giocatori forti che quando si buttano avanti fanno saltare il banco. Noi ce la siamo giocata, non abbiamo mai rinunciato a cercare il terzo gol. Nel secondo tempo di oggi sembrava davvero che la partita fosse nelle nostre mani e che loro avessero poche possibilità... Abbiamo raccolto poco, sia all'andata che al ritorno, per le partite che abbiamo giocato, questo sì. Soprattutto oggi».

I commentatori fanno poi notare l'abbraccio che Gasp ha scambiato con CR7 a fine primo tempo. «Questo è un giocatore pazzesco - dice il tecnico -. E pensare che qualcuno riesce anche a dire che averlo in squadra è un problema. Vorrei avere io problemi così! Non l'ho mai visto tirare una palla fuori, incredibile. Ma anche a fine partita ci ho parlato. Cosa gli ho detto? Eh, l'ho mandato a quel paese!».