In campo al posto di Zapata i tifosi aspettano Luis Muriel

In campo al posto di Zapata i tifosi aspettano Luis Muriel
16 Ottobre 2019 ore 09:08

Il sondaggio di RadioDea sul sostituto di Zapata, la dimostrazione che Simon Kjaer è ritenuto insostituibile dal ct della Danimarca e che invece Remo Freuler con la Svizzera non sia, in questo momento, un titolare fisso per Petkovic sono le principali notizie della giornata di ieri. Con le ultime gare si è chiuso il secondo round delle gare con le Nazionali che hanno visto impegnati i calciatori nerazzurri e da oggi tutti torneranno alla base. Il prossimo impegno degli uomini di Gasperini si giocherà a Roma contro la Lazio e gli spunti di riflessione non mancano.

 

 

Il sondaggio di RadioDea: Muriel batte Malinovskyi. Nella giornata di ieri la pagina Facebook RadioDea ha proposto un sondaggio: tra Muriel e Malinovskyi, chi al posto di Zapata a Roma? Nel giro di poche ore hanno partecipato alla votazione oltre 920 tifosi e il 61 per cento dei voti è andato al centravanti colombiano Muriel. La doppia opzione proposta, ovviamente, non presupponeva lo stesso schieramento e in tanti commenti è stato sottolineato come i due potrebbero anche giocare assieme (magari con Ilicic pronto a subentrare nella ripresa, ma il concetto di fondo resta valido: i tifosi aspettano Muriel.
La voglia di vedere il numero 9 nerazzurro finalmente decisivo anche dall’inizio è forte, senza Zapata nelle prossime 4-5 partite ci sarà un banco di prova importante per l’attaccante prelevato in estate dal Siviglia che finora ha segnato tre gol subentrando dalla panchina, ma che non ha ancora fatto vedere grandi cose. Chi obietta che per il calcio di Gasperini serva un periodo di rodaggio importante ha ragione, Zapata appena un anno fa di questi tempi non si era ancora sbloccato. Le aspettative su Muriel però sono alte e il momento giusto per sbocciare è adesso.

 

 

Simon Kjaer, la certezza della Danimarca. Per un giocatore che tutti aspettano, eccone uno che, da qualsiasi prospettiva lo si guardi, rappresenta la certezza granitica della sua Nazionale e che anche a Bergamo gode di grande considerazione. Kjaer ha giocato interamente la partita di sabato scorso vinta contro la Svizzera (1-0) e in attesa dell’ultima decisiva gara contro l’Irlanda del prossimo 18 novembre (quella contro Gibilterra è una passeggiata) il tecnico Hareide gli ha risparmiato solo spiccioli di partita nell’amichevole contro il Lussemburgo. La Danimarca ha vinto 4-0, di solito queste gare servono anche per favorire l’inserimento di qualche seconda linea eppure Kjaer ha giocato ancora 83’ minuti. Che il ct si fidi ciecamente del suo capitano è assodato, ma qui siamo di fronte ad un ragazzo che nemmeno nelle gare di poco conto riesce a tirare il fiato. Per l’Atalanta si tratta di un’ottima notizia visto che resta costantemente stimolato e quindi in forma in attesa di vedere se anche Gasperini inizierà a proporlo con continuità.

 

 

Remo Freuler alla ricerca della titolarità perduta. Se Kjaer non esce mai, la situazione è opposta per lo svizzero Freuler. Il centrocampista di Gasperini, sia nell’Atalanta che nella Svizzera, non sta giocando con continuità e vederlo protagonista di alternanze continue stupisce, se pensiamo che il numero 11 atalantino era praticamente sempre in campo fino a qualche mese fa. A Bergamo l’alternanza con Pasalic è ormai una costante di questo avvio di stagione, il rendimento di Freuler non è ancora paragonabile a quello che conoscevamo e, anche se i segnali di crescita ci sono, la speranza è che presto si possa tornare ad ammirare con continuità il centrocampista capace di incidere sia in fase di possesso che in quella di non possesso. Freuler con l’Atalanta è diventato un giocatore di respiro internazionale: torni a esserlo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia