Atalanta
2-1 al Sassuolo

Gran primo tempo, vittoria di misura e 10 punti in classifica: l'Atalanta continua a crescere

Dopo Salerno, la Dea vince anche sul terreno amico: decidono le reti dei due esterni Gosens e Zappacosta. Partita combattuta e gran primo tempo dei nerazzurri

Gran primo tempo, vittoria di misura e 10 punti in classifica: l'Atalanta continua a crescere
Atalanta 21 Settembre 2021 ore 22:53

di Fabio Gennari

Vince ancora l'Atalanta di Gasperini. Lo fa con pieno merito sul campo del Gewiss Stadium contro un Sassuolo volenteroso, ma praticamente innocuo davanti (solo 1 tiro in porta, di Berardi, nei 94 minuti di gioco), le reti sono dei due esterni Gosens e Zappacosta ma ci sono altre palle gol non sfruttate che potevano scrivere un finale molto diverso. Non importa, per ora è fondamentale mettere fieno in cascina in attesa di prestazioni e di una condizione che sicuramente continueranno a migliorare.

Le scelte iniziali di Gasperini sono un po’ a sorpresa, non tanto per le rotazioni quanto perché a ragazzi come Palomino e Freuler, il tecnico di Grugliasco, non rinuncia facilmente. Esordio da titolare per Koopmeiners, seconda di fila per Demiral al centro della difesa e attacco affidato a Pessina e Malinovskyi, con Zapata al centro. Nel Sassuolo Dionisi opta per il 4-2-3-1, il centravanti è Defrel, mentre Berardi e Boga si sistemano sulle due corsie esterne.

L’avvio di gara dei bergamaschi è prorompente, al 3’ Malinovskyi dalla destra mette al centro un pallone perfetto che è troppo lungo per Zapata, ma non per Gosens bravo ad insaccare la rete del vantaggio. Il Sassuolo al 12’ potrebbe anche pareggiare, Defrel aggira Demiral e si presenta solo davanti a Musso ma il destro dal limite dell’area è sballato e si perde in curva.

I padroni di casa ricominciano subito a tessere la tela, la catena di destra funziona benissimo e al 15’ serve una spaccata di Muldur sul secondo palo per negare a Gosens il raddoppio su assist di Zappacosta. Al 24’ e al 26’ Pessina non è preciso in due situazioni che potevano portare al raddoppio, al 32’ Zappacosta pesca nello spazio ancora il Campione d’Europa ma l’ex Milan apre troppo il mancino e manda sul fondo. Il 2-0, strameritato, arriva grazie al migliore del primo tempo, ovvero Zappacosta, il numero 77 dei nerazzurri chiude nell’angolino lontano una combinazione flipper Koopminers-Malinovskyi-Zapata e manda in visibilio lo stadio. Nell’unica fiammata del Sassuolo di tutto il primo tempo, Berardi (44’) sorprende Musso sul primo palo e le squadre rientrano negli spogliatoi con uno stranissimo 2-1.

Nella ripresa il Sassuolo prova subito a mettere fuori il naso, al 52’ Defrel trova lo spazio alle spalle di Demiral, ma la zuccata finisce sul fondo e poco dopo Gasperini cambia Malinovskyi con Ilicic per cercare di dare un po’ più di qualità nell’ultima mezz’ora di gara: lo sloveno al 65’ ci prova con un sinistro da fuori area destinato all’incrocio dei pali che finisce sopra la traversa solo per la grande parata di Consigli. Il Sassuolo preme, ma non costruisce altre azioni pericolose e al fischio finale l’unico tiro in porta degli ospiti resta il gol di Berardi del primo tempo. All’85’ i bergamaschi sfiorano pure il tris con Piccoli che costringe Consigli a un’altra bella parata.

Dopo 4’ minuti di recupero, con Maehle e Pezzella in campo per Zappacosta e Gosens (non esattamente la stessa cosa) i nerazzurri conquistano la terza vittoria della stagione con pieno merito e senza subire, se non per brevi tratti, il gioco del Sassuolo. A quota 10 punti, considerando che la condizione migliore deve ancora arrivare e che Gasperini ha risparmiato gente come Palomino e Freuler per tutti i 90 minuti di gioco c’è davvero da essere molto soddisfatti. E iniziare già a pensare alla trasferta sul campo dell’Inter.

Atalanta-Sassuolo 2-1

Reti: 3’ Gosens (A), 37’ Zappacosta (A), 44’ Berardi (S)

Atalanta (3-4-1-2): Musso, Toloi, Demiral, Djimsiti, Zappacosta (69’ Maehle), de Roon, Koopmeiners, Gosens (69’ Pezzella), Pessina (84’ Pasalic), Malinovskyi (62’ Ilicic), Zapata (84’ Piccoli). All. Gasperini

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli, Muldur, Ayhan, Ferrari, Kyriakopoulos, Magnanelli (60’ Harroui), Frattesi (82’ Lopez), Berardi, Traore (67’ Djuricic), Boga (60’ Raspadori), Defrel (82’ Scamacca). All. Dionisi

Arbitro: Massa di Imperia

Ammoniti: 25’ Ferrari (S), 61’ Malinovskyi (A), 74’ Pezzella (A), 91’ Lopez(S)