Atalanta

I dodici con la valigia pronta e il treno per Zappacosta

I dodici con la valigia pronta e il treno per Zappacosta
Atalanta 05 Luglio 2015 ore 10:34

Dodici partenze quasi certe, il valzer dei terzini destri e un difensore centrale da prendere che arriverebbe per giocare da titolare. L’Atalanta e il direttore dell’area tecnica Giovanni Sartori si preparano alla settimana che segnerà l’avvio della nuova stagione con tanti spunti interessanti e alcune certezze, soprattutto in uscita. La speranza è che, molto presto, anche gli altri giocatori in esubero previsti trovino una sistemazione lontano da Bergamo.

Più di una squadra con la valigia. Si è detto per alcune settimane che la priorità della Dea erano le cessioni e finalmente dovremmo esserci. Nelle prossime ore, comunque prima del raduno di giovedì sera, questi giocatori lasceranno Bergamo: Konè, Varano, Caldara, Molina, Capelli e Giorgi hanno ottime possibilità di accasarsi in serie B nel Cesena, sempre nella serie cadetta l’anno prossimo giocheranno Contini, Almici, De Luca e Ardemagni con la maglia del Bari, Gagliardini con quella dell’Avellino e il capitano della primavera Cavagna sarà tra le fila del Trapani.

Per quasi tutti i giocatori citati (dovrebbero essere esclusi Contini e Giorgi) l’Atalanta porterà a termine operazioni che le permetteranno di mantenere il controllo del cartellino senza rischiare brutte sorprese. Ad esempio, se Konè e Varano passano a titolo definitivo in Romagna non è detto che la Dea non abbia clausole a tutela propria, da esercitare in caso di necessità. Tutti i giocatori citati, per le squadre di destinazione, rappresentano un ottimo arrivo visto che possono giocare senza problemi da titolari.

Il treno dei terzini. Davide Zappacosta è il giocatore atalantino più vicino alla cessione. Come dichiarato da Sartori a Fantagazzetta.com, non ci sono trattative aperte, ma le richieste non mancano e basterà attendere alcuni incastri per innescare la girandola di trasferimenti che coinvolgerà i terzini di fascia destra. Il ragazzo di Sora piace a parecchie squadre, ma dove può veramente andare?

C’è la Juventus, c’è la Fiorentina, ci potrebbe essere la Roma ma anche il Napoli e le straniere (Villareal e Watford su tutte) non sono da escludere. La verità è che dipende tutto da Darmian e Santon. Spieghiamo meglio: nel panorama europeo, i terzini italiani di un certo livello sono quattro: Zappacosta dell’Atalanta, Darmian del Torino, Santon dell’Inter e Vrsaliko del Sassuolo.

Il primo che viene ceduto, lascia inevitabilmente spazio agli altri. Se il Napoli non riesce ad acquistare Darmian dal Torino perché irrompono il Bayern Monaco o il Manchester United con 18 milioni di euro per Cairo (ad esempio), ecco che i partenopei possono virare su Zappacosta. Che non costa come Darmian, ma è comunque un Nazionale Under 21. Il discorso è simile anche per il Watford che corteggia ma non chiude Santon da una decina di giorni.

Il difensore da comprare. Con uno scenario simile - il discorso vale per Zappacosta ma anche per Baselli - è logico che l’Atalanta stia alla finestra. La valutazione che viene fatta dalla dirigenza orobica è alta, siamo intorno ai 10 milioni di euro ciascuno. Chi li vuole potrebbe offrire contropartite tecniche più che interessanti. Il Napoli cederà certamente Edu Vargas, gli azzurri hanno Britos che in difesa piace molto, quindi prima di fare acquisti affrettati i dirigenti atalantini riflettono sulle contropartite che potrebbero richiedere.

Chi arriverà dovrebbe essere mancino, capace di giocare palla al piede e con esperienza in serie A. Svincolato, contropartita o acquisto puro che sia, l’Atalanta ha bisogno di un difensore vero pronto a fare subito il titolare. Un Mario Yepes con qualche anno in meno, per intenderci. Non sarà facile e servirà pazienza, ma Edy Reja attende questa mossa per puntellare un reparto che l’anno scorso ha lasciato spesso a desiderare.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter