Storie di tifosi/e innamorati e di un S. Valentino a Marassi

Storie di tifosi/e innamorati e di un S. Valentino a Marassi
Atalanta 15 Febbraio 2016 ore 14:57

309 tifosi atalantini ieri allo Stadio Ferraris di Genova. Non è stata certo una partita brillante quella dell’Atalanta contro la Samp, ma almeno i nerazzurri hanno strappato un punto prezioso che tiene a distanza i liguri e non crea ulteriori difficoltà in ottica salvezza. Eppure, per quanto il match sia stato alquanto grigio, per i supporters orobici a Marassi è stata una domenica decisamente particolare.

Gomma scoppiata, Chei de la Coriera arrivati in extremis. Da Bergamo sono partiti 4 bus in direzione Genova, 2 organizzati dal Centro di Coordinamento Club Amici dell’Atalanta e 2 dagli amici de “Chei de la Coriera”. I torpedoni si sono mossi alla volta della Liguria con orari leggermente diversi ma l’obiettivo era quello di trovarsi più o meno a metà strada per poi arrivare tutti assieme al parcheggio ospiti dello stadio genovese. Ma dopo circa mezz’ora dalla partenza, il bus numero 1 de “Chei de la Coriera” ha avuto un guasto, è scoppiata la gomma posteriore interna sinistra. Nulla di grave, per fortuna: il mezzo ha continuato senza problemi la sua marcia a velocità ridotta fino all’autogrill di Castelnuovo Scrivia, distante però circa 75 km dal capoluogo ligure. Nonostante il disagio e un minimo di preoccupazione sui tempi (lo stop è avvenuto verso le 12),l’organizzazione di Marco e Alessandro è stata ottima, e dopo un rapido giro di telefonate tutto si è risolto grazie ad un mezzo sostitutivo arrivato alle 13.30 nell’area di parcheggio. Ma intanto, i tifosi hanno ingannato l’attesa con una partita di calcetto improvvisata: così, tra un gol e l’altro la tensione per il disagio è andata stemperandosi, e alla fine il bus è ripartito arrivando allo stadio alle 14.50, appena in tempo.

 

 

San Valentino allo stadio, tante coppie presenti. Dentro al fantastico impianto di Genova – lo stadio di Marassi è veramente un gioiellino – i tifosi arrivati da Bergamo si sono fatti spesso sentire, e nonostante la spinta della curva sampdoriana abbia spesso sovrastato ogni rumore la squadra di Reja non si è mai sentita sola. Tra gli orobici non mancano le coppie, che hanno scelto così di festeggiare San Valentino tra gradinate, bandiere e sciarpe. Due meritano un applauso particolare. In primis Marco e Livia: lui è uno degli organizzatori de “Chei de la Coriera”, lei prima della partenza ha passato tutta la mattina a preparare decine di sacchetti per il pranzo e panini. Tra i presenti c’erano anche Luigi e Stefania: per la festa degli innamorati lui ha dedicato uno striscione proprio alla sua bella (a fianco a lui), oltre ovviamente all’altro amore della sua vita, l’Atalanta.

Quanto agli avversari, coi doriani non c’è stata alcuna schermaglia, anzi. Dal settore ospiti si sono alzati anche alcuni cori contro i genoani, applauditi dal pubblico di casa. A rendere ancor più disteso il clima, la gradita presenza delle belle raccattapalle che Ferrero ha da un paio di stagioni piazzato ai lati del terreno di gioco.

Poco spettacolo in campo, tanti colori fuori. Come detto, la partita ha offerto pochissimi spunti, ma sugli spalti i tifosi hanno regalato alcune cartoline di autentica passione. La Curva della Sampdoria ha colorato lo stadio con un mega striscione di 60 metri, mentre dal canto loro i bergamaschi hanno cercato di colorare gli spali blu di Marassi con giubbetti camouflage, sciarpe e vessilli.

28 foto Sfoglia la gallery

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli