Menu
Cerca
Dopo la vittoria in Coppa Italia

Il Gasp si gode Muriel, ma tira le orecchie ai suoi: «Queste partite vanno chiuse subito»

Il tecnico commenta il 3-1 sul Cagliari. E pur dicendosi soddisfatto della prestazione dei suoi, mostra un po' di fastidio per il gol del momentaneo 1-1 subito. Poi, invece, riempie di complimenti l'attaccante numero 9

Il Gasp si gode Muriel, ma tira le orecchie ai suoi: «Queste partite vanno chiuse subito»
Atalanta Bergamo, 14 Gennaio 2021 ore 23:36

di Giordano Signorelli

L’Atalanta batte il Cagliari e accede ai quarti di Coppa Italia. Gian Piero Gasperini appare soddisfatto, anche se si capisce che la sbavatura che è costata l’1-1 è stata maldigerita dal tecnico. «La gara è stata molto buona, però quando non la chiudi e prendi gol nell’unica situazione che concedi agli avversari, devi ripartire da capo. Poi abbiamo trovato il 2-1 e il 3-1, ci siamo rilassati un po’ nel finale, ma globalmente abbiamo disputato un’ottima gara. La squadra sta bene, sta giocando con qualità, è in un buon momento. Dobbiamo riuscire a chiudere le partite un po’ prima. L’immediato futuro? Abbiamo diversi impegni,  ma stasera abbiamo inserito giocatori che finora avevano giocato poco. Allarghiamo la base e abbiamo più soluzioni per affrontare meglio le sfide che arriveranno».

L’attenzione si sposta poi su Muriel, ancora in gol. «È uno splendido gioiello – commenta Gasperini -. Ha sempre avuto enormi qualità e credo che qui abbia trovato l’ambiente migliore per trovare la giusta continuità. Si esprime su buoni livelli anche se non è sempre utilizzato dal primo minuto ed è un giocatore di valore. L’ambiente di Bergamo ha fatto bene a tanti giocatori. È vero, parte spesso dalla panchina, ma il calcio è cambiato… Abbiamo cinque sostituzioni, che a me non piacevano, ma in queste condizioni mi sono state d’aiuto. E Muriel è l’esempio più eclatante in questo senso: le ha giocate quasi tutte. Abbiamo anche Zapata, Ilicic, Miranchuk, fa parte di una rosa che deve affrontare tanti impegni. Anche gli spezzoni sono importanti nella gestione di questi periodi».

Immancabile una domanda sul Real Madrid, sconfitto proprio in contemporanea dall’Athletic Bilbao: «Non ci sto ancora pensando, abbiamo molte gare prima della Champions. La nostra attenzione è su Genoa, Udinese e Milan, poi l’altro turno di Coppa Italia. Ovviamente lo guardiamo, ma intanto siamo concentrati sul campionato».

Infine, un commento sulla Coppa Italia: «È presto per dire chi alzerà il trofeo, siamo ancora ai quarti di finale. È una competizione che si gioca in poco tempo e in poche partite, ma se dovessimo andare avanti la onoreremo. Ci teniamo, anche perché la finale persa due stagioni fa ci è rimasta indigesta per come è andata».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli