Fuoriclasse Champions

Josip Ilicic, con quel poker, è entrato nella storia dell’Atalanta (nei nostri cuori c’era già)

Grazie alla prestazione di Valencia, la Dea sale a quota 87 gol in 34 partite stagionali: una mitragliatrice

Josip Ilicic, con quel poker, è entrato nella storia dell’Atalanta (nei nostri cuori c’era già)
11 Marzo 2020 ore 09:30

di Fabio Gennari

Josip Ilicic ha segnato un poker storico. Non è la prima volta che un giocatore riesce a fare tanti gol tutti assieme in una gara di Champions League, ma non risultano altri casi in cui un giocatore di 32 anni sia riuscito, in trasferta, a raggiungere un exploit simile. Il totale aggiornato della sua stagione racconta di 21 gol suddivisi tra campionato (15 reti), Champions League (5 reti, prima della doppia sfida Valencia era a quota zero) e Coppa Italia (un gol).

Lo sloveno ha segnato le prime due reti al Mestalla su calcio di rigore e, considerando gli errori di questa stagione da parte della Dea (Ilicic ha sbagliato con lo Shakhtar e Muriel in casa dell’Inter, solo due esempi relativi agli ultimi mesi), è fondamentale trovare questo tipo di continuità anche dal dischetto. Il rendimento del numero 72 degli orobici è stratosferico come quello di tutta la squadra nerazzurra che con il poker di Valencia ha raggiunto quota 87 gol ufficiali in 34 partite stagionali. Praticamente una mitragliatrice.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia