Atalanta
Le pagelle

Ingresso decisivo di Boga (il migliore con Hojlund), bravi anche Zappacosta e Koop

Contro il Bologna diverse buone indicazioni nel secondo tempo. Ma anche diverse insufficienze, a partire da Hateboer, Pasalic e Zapata

Ingresso decisivo di Boga (il migliore con Hojlund), bravi anche Zappacosta e Koop
Atalanta 09 Gennaio 2023 ore 23:35

di Fabio Gennari

Partita a due facce sul campo del Dall'Ara. I protagonisti sono venuti fuori tutti nella ripresa, mentre le prestazioni meno brillanti sono quelle della prima frazione di gioco di Hateboer e Pasalic.

Musso 6,5: non può nulla sul mancino di Orsolini che pesca il palo lontano sull’1-0, alza in angolo un sinistro di Lykogiannis e tutto il primo tempo si ferma qui. Nella ripresa, qualche uscita e poco più. Serata tranquilla e senza grandi problemi.

Toloi 6: non è in un grande momento e si vede, ha il merito di non mollare nulla e dopo il riposo ci mette una pezza in diverse occasioni. Soffre, ma va meglio rispetto a La Spezia. (88’ Djimsiti s.v.).

Palomino 6: scivolata imprecisa in occasione del vantaggio bolognese, non è molto sicuro per tutto il primo tempo ma ha il merito di non mollare nulla e quando il Bologna inizia a buttare dentro palloni è spesso lui a sbrogliare la matassa. (77’ Demiral s.v.: recupero prezioso).

Scalvini 5,5: parte con qualche sbavatura, continua con un paio di scelte infelici (e troppe scivolate) chiudendo il primo tempo senza nessun appunto positivo degno di nota. Nella ripresa migliora un po’ ma, forse anche per le aspettative su di lui, la gara si ferma appena sotto la sufficienza.

Hateboer 5: torna titolare e nel primo tempo, come quasi tutti i compagni, non incide. Non era pronto per giocare e si è visto, minuti che aiutano giusto la condizione. (46’ Zappacosta 7: entra benissimo, il cambio di passo e di marcia rispetto al compagno è netto e nel finale sfiora anche il 2-3. Preziosissimo).

De Roon 6,5: soffre molto il dinamismo del Bologna, si prende un giallo evitabile che lo condiziona al 26’, ma ha il merito enorme di giocare per 70’ minuti da ammonito senza perdere mai la bussola.

Koopmeiners 7: l’unico che cerca da subito di costruire qualcosa, a inizio ripresa segna il gol del pareggio (47’, bel sinistro all’angolino) ed è una calamita di palloni complicati. Una garanzia.

Ruggeri 6: perde Orsolini sul gol dell’1-0, poi il resto del suo primo tempo è pochissima roba. Meglio nella ripresa, più sicuro e attento ma anche bravo a conquistare una punizione d’oro al 94’ che chiude, di fatto, la partita.

Pasalic 5: la brutta copia di quello visto nel finale con lo Spezia. Bravo Gasperini a cambiarlo nell’intervallo. (46’ Boga 7,5: subito l’assist per il pareggio di Koopmeiners, poco dopo si ripete con quello per Hojlund in seguito a una bellissima accelerazione. È sempre efficace. Ingresso fondamentale, per il presente e il futuro).

Zapata 5: il perché sia in campo dal primo minuto nonostante abbia solo mezzo allenamento nelle gambe dopo La Spezia resta un mistero. Non è a posto, si vede e quando Gasperini mette Ederson al suo posto spostando Boga di punta, arriva la giocata che fa vincere la partita. (57’ Ederson 6,5: buonissimo il suo ingresso, gioca i minuti in cui bisogna far legna, metterci fisico e dare una mano: si comporta bene e contribuisce al successo).

Hojlund 7,5: non trova mai lo spunto nella prima frazione di gioco ed è un brutto segnale considerando che a La Spezia si era salvato solo lui. Nella ripresa, però, segna lo strepitoso 1-2 su assist di Boga e prima e dopo è un ossesso che rincorre, prende calci, protesta, incita i compagni. Sempre più leader nonostante la giovane età.

Gasperini 6,5: le scelte iniziali non sono tutte azzeccate, cambia nell’intervallo e poi sull’1-1 toglie Zapata per Ederson mettendo Boga punta esterna: da quella zona arriva l’azione dell’1-2. Bravo a cambiare in corsa, la squadra ha tante soluzioni e lui è stato letale nell’utilizzarle.

Seguici sui nostri canali