Atalanta
Dopo i tanti problemi dei giorni scorsi

San Siro, risolto caos biglietti Oggi è il giorno di Toloi?

San Siro, risolto caos biglietti Oggi è il giorno di Toloi?
Atalanta 21 Agosto 2015 ore 10:07

L’Atalanta ha risolto il problema relativo ai biglietti del settore ospiti dello stadio Meazza di Milano, per la partita d’esordio in campionato che si giocherà domenica 23 agosto. A darne comunicazione è stata la stessa società bergamasca con un comunicato ufficiale apparso sul sito del club nella serata di giovedì 20 agosto. Da ormai alcuni giorni, moltissimi tifosi interessati a seguire la squadra a Milano avevano segnalato difficoltà nell’acquisto dei tagliandi sia on-line che nei punti vendita accreditati. Qui su Bergamo Post avevamo già spiegato come lil club bergamasco potesse fare poco dato che la causa del problema era un mancato allineamento degli archivi Vivaticket (service che eroga i biglietti per l’Inter) e, dunque, di completa responsabilità della società che organizza l’evento.

 

M

 

Il comunicato dell’Atalanta. «A seguito delle numerose segnalazioni pervenute - si legge nel comunicato - la Società informa i tifosi interessati ad assistere alla partita Inter-Atalanta - in programma domenica 23 agosto alle 20.45 allo stadio Meazza - che non fossero riusciti ad acquistare il biglietto d'ingresso nel "settore ospiti", di aver attivato, in accordo con le autorità preposte, la modalità di acquisto-ritiro dei tagliandi presso l'ufficio abbonamenti dello stadio di Bergamo (accesso Piazzale Goisis)». L’acquisto dei tagliandi, in via assolutamente eccezionale, sarà quindi gestito in questo modo: basta mandare una mail alla società e il biglietto si ritirerà sabato allo stadio. «Per poter acquistare-ritirare il proprio biglietto sarà necessario inviare obbligatoriamente entro le ore 12 di sabato 22 agosto una mail all'indirizzo biglietteria@atalanta.it evidenziando il proprio nome, cognome, luogo e data di nascita, codice Dea Card (le 12 cifre riportate sul fronte della tessera) ed un numero di telefono. Le mail inviate oltre tale orario non saranno valide. I tagliandi potranno quindi essere acquistati -ritirati sabato 22 agosto dalle ore 15 alle ore 18, come sopra indicato, presso l'ufficio abbonamenti dello stadio di Bergamo (accesso Piazzale Goisis)». Per accedere allo stadio Meazza, tutti i tifosi dovranno presentare la propria Dea Card in originale unitamente al biglietto ai cancelli dell’impianto. «La Società ricorda inoltre che, come disposto dall'autorità di pubblica sicurezza, domenica sera, per accedere allo stadio Meazza di Milano sarà obbligatorio esibire, unitamente al biglietto d'ingresso, la Dea Card in originale».

Tutte le Dea Card sono valide e circolari. Quando viene emessa o rinnovata una Dea Card, il sistema chiede la convalida al cervellone centrale della Questura: se non ci sono motivi ostativi, la tessera del tifoso nerazzurro viene erogata e da quel momento è valida, censita dalla Questura e circolare. L’Atalanta fornisce questo servizio attraverso il portale listicket.it come la maggior parte delle formazioni Di serie A. Le Dea Card sono attive e registrate, ma quando si incontrano squadre (come nel caso dell’Inter) che usano un circuito di distribuzione diverso, nascono i problemi. Perché tutto vada per il meglio, il fornitore dell’Inter VivaTicket avrebbe dovuto allineare i propri archivi con le tessere del tifoso dell’Atalanta. Questo non è stato fatto, e così è nato il problema. Con la società orobica che per parecchi giorni si è trovata con le mani legate.

 

M

 

La soluzione del problema. Finalmente ieri si è arrivati, appunto ad una soluzione, pensata dai bergamaschi e condivisa dall'Inter, avallata e autorizzata anche dalle autorità preposte. Basterà una mail e la fornitura dei dati richiesti: così tutte le Dea Card valide e attive saranno riconosciute e verrà emesso il biglietto. L’anno scorso, sempre con l’Inter, successe la stessa cosa. Parecchi tifosi comprarono i biglietti addirittura nel parcheggio dello stadio proprio perché i sistemi non riconoscevano la Dea Card che, ironia della sorte, avevano già l’abbonamento caricato in formato digitale. La Questura di Bergamo e gli uomini della Digos da almeno 15 giorni avevano informato i colleghi di Milano dei problemi in essere che dovevano essere risolti dall’Inter e da Vivaticket. Si vocifera che anche per domenica sera sarebbe stata approntata una soluzione last-minute con distribuzione di biglietti direttamente allo stadio.

Almeno 500 tifosi previsti, Chei de la Coriera con 3 bus. Ora che anche la grana biglietti è stata risolta, si attende una bella risposta dei tifosi orobici. Nel terzo anello blu dello stadio Meazza sono previsti almeno 500 tifosi al seguito, la maggior parte raggiungeranno Milano con mezzi propri anche perché il Centro di Coordinamento Club Amici dell’Atalanta non ha organizzato nulla. Gli unici mezzi organizzati sono quelli de “Chei de la Coriera”, il gruppo nato sul web da Atalantini.com e RadioDea sostenuto anche da Bergamo Post ha riempito 3 bus da 56 posti (costo 10 euro) nel giro di pochissimi giorni, e alcune richieste di prenotazione sono state addirittura respinte perché non c’era più posto. Domenica sera si cerca il colpaccio, i tifosi atalantini sognano un grande esordio.

 

MARL9744

 

La probabile formazione. Intanto, ieri sul campo centrale di Zingonia il tecnico orobico ha fatto disputare alla squadra una partitella che si è chiusa con un abbondante 8-0 su una rappresentativa mista della Primavera. I dubbi su chi giocherà a Milano però restano più o meno gli stessi. L’unico che sembra certo del posto è Marco D’Alessandro a destra, mentre al centro e a sinistra Denis e Moralez paiono in vantaggio su Pinilla e Gomez. Il ragionamento è molto semplice: Reja ha sempre dichiarato che giocherà chi sta meglio, la coppia argentina Moralez- Denis non ha nessun tipo di problema, i due si allenano senza intoppi dall’inizio della preparazione e offrono ampie garanzie. Ma le scelte finali verranno prese solo domenica.

Centrocampo fatto, solo un dubbio in difesa. Salvo sorprese clamorose, la linea a 3 di mezzo sarà composta da Kurtic, De Roon e Carmona. Ovvero, il livello di dinamismo e corsa più alto che la rosa nerazzurra può offrire. La manovra dell’Inter non è ancora adeguatamente veloce, i milanesi sono un cantiere aperto e in quella fascia di campo sarà fondamentale arrivare sempre prima degli altri e affrontare la gara senza paura. In difesa, dati per scontati il rientro di Dramè e la coppia centrale formata da Cherubin e Masiello, sulla destra resta un piccolo dubbio. Le quotazioni di Andrea Conti, all’esordio in Serie A, sono in netto rialzo. Reja ne ha sempre parlato bene e non ha nessun problema a lanciarlo in uno dei palcoscenici più importanti del calcio italiano.

 

rafael-toloi-36918

 

Mercato: è il giorno di Toloi? Sul fronte mercato, tutto continua a tacere in via ufficiale. La situazione Paletta sembra essere stata congelata, mentre pare essersi scaldata con forza l'ipotesi Toloi: secondo Sky Sport i dirigenti nerazzurri avrebbero avanzato un’offerta di 3,5 milioni di euro al San Paolo per il difensore brasiliano. I segnali che arrivano sono positivi, è stato alzato il valore della proposta e sono alla terza offerta ufficiale: il San Paolo chiederebbe circa 5 milioni, la sensazione è che le parti potrebbero ulteriormente avvicinarsi e magari chiudere per una cifra di circa 4,5 milioni di euro. Oltre a Toloi, classe 1990, i nerazzurri cercano anche un secondo difensore e ci sono due novità. La prima riguarda il giovanissimo Sebastian Vegas: il classe 1996 cileno è un difensore di grande prospettiva che i nerazzurri avrebbero seguito di persona anche recentemente. La seconda racconta di un interesse per il centrale del River Plate Jonathan Maidana, trentenne centrale del River Plate. L’offerta fatta pervenire agli argentini, in questo caso, sarebbe di circa 1,5 milioni di euro, ma la squadra sudamericana vorrebbe trattenere il giocatore fino al Mondiale per Club in programma il prossimo dicembre.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter