Atalanta
In sospeso

Juventus-Atalanta, servirà la Dea Card per andare a Torino? Si attende una decisione

L'Osservatorio non ha dato indicazioni sull'utilizzo della Tessera del Tifoso, ma la società bianconera sembrerebbe di parere opposto

Juventus-Atalanta, servirà la Dea Card per andare a Torino? Si attende una decisione
Atalanta 19 Novembre 2021 ore 09:45

di Fabio Gennari

Mentre a Zingonia ci si prepara alla sfida con lo Spezia e a Bergamo si parla molto della prossima trasferta contro lo Young Boys (si gioca martedì a Berna, alle 21), nelle scorse ore è arrivata una decisione importante in vista di Juventus-Atalanta di sabato 27 novembre. Ne parliamo oggi perché la scelta dell'Osservatorio sulle Manifestazioni Sportive di non suggerire al Gos (Gruppo Operativo di Sicurezza) l'inserimento dell'obbligo di possesso della Dea Card per chi vorrà andare a Torino nel settore ospiti sembra una sorta di conferma della vendita libera aperta a tutti. ma non è ancora detta l'ultima parola.

Prima di approfondire, una precisazione. Il Gos è un pool coordinato da un funzionario di Polizia designato dal questore che ha compiti specifici per tutti gli impianti che possono contenere più di diecimila persone: verificare la predisposizione di tutte le misure organizzative dell'evento, anche in relazione a eventuali prescrizioni imposte; vigilare sulla corretta attuazione del piano finalizzato al mantenimento delle condizioni di sicurezza redatto dalla società utilizzatrice; adottare le iniziative necessarie a superare contingenti situazioni di criticità, fatte salve le direttive in materia di ordine e sicurezza pubblica emanate dal questore della provincia.

Del Gos fanno parte rappresentanti della Questura, dei Vigili del Fuoco, della Polizia Locale, del Servizio Sanitario e il responsabile della sicurezza della società ospitante, in questo caso la Juventus. Ci possono anche essere altre figure coinvolte, ma la normativa prevede che siano eventuali e non obbligatorie. Come "eventuale" viene evidenziata la possibile presenza di un riferimento della squadra ospite, in questo caso l'Atalanta. In sostanza, dunque, l'Osservatorio Nazionale (che sta a Roma) "suggerisce" le azioni da mettere in campo, ma la decisione finale spetta al Gos, che è invece locale.

Normalmente, se da Roma suggeriscono la vendita solo con Tessera del Tifoso, il Gos applica le indicazioni e non le "depotenzia". Viceversa, non è scontato che un suggerimento più blando dell'autorità centrale non venga ribaltato o reso ancor più duro da parte di chi è sul territorio. Il precedente, tra l'altro, non lascia spazio a troppe interpretazioni: ad agosto, per l'amichevole del 14, la Juventus impose la necessità di presentare la Dea Card per l'acquisto del settore ospiti. A questo link ci sono tutte le indicazioni attuali per la vendita dei biglietti: il settore ospiti costa 32 euro, si potrà acquistare da lunedì 22 novembre al mattino e sarà obbligatorio inserire il numero della Dea Card. Almeno per ora.