Kessie non è già della Roma Juve, s'avvicina il tutto esaurito

Kessie non è già della Roma Juve, s'avvicina il tutto esaurito
Atalanta 25 Aprile 2017 ore 09:40

La ripresa degli allenamenti con Gomez e Kessiè da valutare, i biglietti per la Juve e quelli per il Milan e ancora le voci di mercato che vogliono Kessiè alla Roma spente dal suo agente Atananga. È stata una giornata movimentata in casa Atalanta quella di lunedì 24 aprile: dal campo non arrivano grandi indicazioni sui due big usciti malconci dalla sfida di sabato con il Bologna, ma le sensazioni sono positive.

 

 

Gomez e Kessiè in dubbio, ma c’è ottimismo. Il numero 10 capitano e capocannoniere dell’Atalanta ha giocato tutti i 97’ minuti di gara sabato con il Bologna. La fase finale del match è stata però condizionata da un calcione preso sul polpaccio già toccato duro da Cannavaro del Sassuolo prima di Roma-Atalanta e dunque il ragazzo non è al meglio. Nella prima seduta di allenamento della settimana, Gomez ha iniziato la marcia di avvicinamento alla partitissima contro la Juve cercando il completo recupero, ma la situazione va monitorata. La volontà del giocatore conta tantissimo ma, razionalmente, se non fosse al cento per cento, che senso avrebbe rischiarlo? Il discorso di Kessiè è un po’ diverso. Toccato molto duro da Dzemaili dopo una ventina di minuti di gara, l’ivoriano ha chiesto il cambio subito dopo aver giocato un pallone laterale a metà campo e vederlo uscire zoppicando non ha lasciato buone indicazioni. La botta subita al perone è stata dolorosa ma dalle indiscrezioni che filtrano non ci sono problemi seri e dunque il recupero pare molto probabile. In una gara così, un giocatore con tanti fari di mercato puntati addosso farà di tutto per esserci.

 

 

Juve e Milan: situazione biglietti. Alle 20 di ieri sera, lunedì 24 aprile, i totale dei biglietti venduti per la gara contro la Juventus era 7.564. Tra paganti e abbonati (10.872 le tessere staccate a inizio anno) il totale arriva 18.526 posti già occupati su una capienza effettiva calcolata in 20.881 spettatori. Non ci sono settori dello stadio già esauriti ma per chi fosse ancora interessato restano circa 2.350 biglietti a disposizione (compreso il settore ospiti) per seguire una partita che non deciderà nulla ma che rappresenta, classifica alla mano, il top del prossimo turno di campionato. La società ha già comunicato anche i dettagli relativi alla prossima sfida interna contro il Milan in programma sabato 13 maggio alle ore 20.45 a Bergamo. La vendita sarà organizzata anche questa volta in due fasi: la prima è iniziata alle 12 di lunedì 24 aprile e continuerà fino a lunedì 1 maggio e sarà riservata solo ai possessori di Dea Card in corso di validità; dalle 12 del 2 maggio, invece, vendita libera per tutti con un listino prezzi decisamente diverso tra la prima e la seconda fase.

 

 

Kessiè, agente smentisce chiusura con la Roma. Più si avvicina l’estate e più iniziano a circolare voci di mercato più o meno infondate. L’agente dell’ivoriano Kessiè, George Atananga, ha risposto ad alcune domande di calciomercato.com smentendo la chiusura del’affare con la Roma che da più parti viene dato ormai per chiuso: «Kessiè alla Roma discorso chiuso? Io non ho le chiavi in tasca, quindi presumo sia ancora tutto aperto. Ritengo che siamo in un mondo democratico, dove ognuno di noi è libero di esternare le proprie frustrazioni. Non posso né confermare né smentire di essere stato in Inghilterra, di sicuro saranno giorni e mesi molto intensi». Il giocatore è al centro di tanti interessi e l’agente non si nasconde: «Ritengo Kessiè il miglior centrocampista polivalente che ci sia in Italia e tra i migliori che ci siano nel panorama mondiale. Di conseguenza, sono molti quelli che lo vorrebbero. Per questo motivo devo assolutamente riflettere sulla scelta più opportuna. Il ragazzo non è una macchina da spedire nel primo stabilimento a piacere. Ho molto rispetto per la Roma, che è una grande società, però ancora oggi aspetto l’offerta giusta per il mio assistito. Se il problema si chiama Atangana perché cerca di curare al meglio gli interessi del proprio assistito, allora sono ben fiero di rappresentare il problema e non la soluzione. Mercoledì o giovedì starò con lui».