Menu
Cerca
atalanta-Real madrid

Il Real passa nel finale contro un’ottima Atalanta in dieci per 75 minuti. Forza Dea, niente è perduto

Il Real passa nel finale contro un’ottima Atalanta in dieci per 75 minuti. Forza Dea, niente è perduto
Atalanta 22 Febbraio 2021 ore 19:56

SECONDO TEMPO

90+3 – Fischio finale. Il Real Madrid batte la Dea per 1-0. Cade nel finale un’ottima resistenza dell’Atalanta. La squadra di Gasperini è rimasta in dieci al 17′ per una decisione sbagliata dell’arbitro e Gasperini ha impostato una partita difensiva che ha imbrigliato i campioni madrileni fino all’86’ quando Mendy ha trovato il tiro giusto che si è infilato nell’angolino alla sinistra di Gollini.

90′ – Tre minuti di recupero.

89′ – L’Atalanta sfinita prova a spingersi in avanti alla ricerca del pareggio.

86′ – GOL DEL REAL MADRID! MENDY. Gira palla da corner il Real, palla a Mendy dal limite che fa partire un destro a giro che finisce nell’angolino. Niente da fare per Gollini.

84′ – Escono Maehle e Ilicic, dentro Palomino e Malinovskyi.

81′ – Assedio Real, tiene la trincea atalantina. Grande prova anche di Romero. Male finora Ilicic, che non riesce a tenere palla.

76′ – Due cambi nel Real. Fuori Asensio dentro Arribas, fuori Isco, dentro Hugo Duro.

73′ – L’arbitro Steiler peggiore in campo per distacco. Prima grazia Modric da un giallo sacrosanto, poi Vazquez blocca un’azione con fallo di mano, ma non viene punito. Gasp allarga le braccia.

70′ – AMMONITO GOSENS. Fallo su Vazquez.

63′ – Sempre possesso e palleggio Real, ma la Dea resiste. Grande prova fin qui dei difensori nerazzurri. Straordinario Toloi che combatte su tutti i palloni.

58′ – Esce Vinicius ed entra Mariano Diaz.

57′ – AMMONITO MENDY. Entrata dura e in ritardo su Maehle.

56′ – Esce Muriel sostituito da Ilicic.

53′ – OCCASIONE PER IL REAL. Deviazione provvidenziale di Gosens su tiro a colpo sicuro di Vinicius.

51′ – Giro palla del Real che schiaccia l’Atalanta nella sua area.

47′ – OCCASIONE PER IL REAL: MODRIC. Tiro di mezzo esterno appena dentro l’area, palla deviata da Maehle fuori di pochissimo.

 

PRIMO TEMPO

45+3 – Fine primo tempo. Atalanta-Real Madrid 0-0. La Dea in dieci per un ingiusto cartellino rosso a Freuler deve rinunciare anche a Zapata infortunato. Ma i nerazzurri hanno resistito difendendosi con ordine e tentando anche qualche sortita in avanti.

45+1 – OCCASIONE PER IL REAL. Gollini non esce e poi si trova fortunatamente la palla sul petto e rimedia in qualche modo. Pericolo per la Dea.

45′ – Tre minuti di recupero.

43′ – Buco di Toloi, palla a Isco che la cicca davanti alla porta, ma era anche in fuori gioco.

40′ – OCCASIONE PER L’ATALANTA: MURIEL. Djmsiti per il colombiano che si gira in un attimo e calcia. Palla fuori di un paio di metri.

39′ – OCCASIONE PER IL REAL. Vinicius vicino al gol: arriva al tiro col destro, Pessina devia alto. Il Real adesso sta spingendo.

37′ – OCCASIONE PER IL REAL. Isco si gira a centro area e tira col mancino, palla deviata in corner fuori di poco.

33′ – La Dea non demorde e ribatte colpo su colpo. Equilibrio in campo, nonostante la superiorità numerica dei Blancos.

30′ – Nacho in scivolata con il piede alto su Maehle. Gasperini protesta e chiede il cartellino, ma l’arbitro non lo estrae.

29′ – Zapata infortunato alla coscia sinistra deve lasciare il campo, dentro Pasalic.

26′ – Nacho si inserisce e prova dopo un’incursione da sinistra. Tentativo a lato.

20′ – GIALLO PER CASEMIRO, che stende Zapata. Era diffidato e salterà il ritorno.

19′ – Pronto a entrare Pasalic. Ma poi Gasperini cambia idea. Il mister è furibondo.

17′ – ESPULSO FREULER! INCREDIBILE DECISIONE DELL’ARBITRO STIELER. Mendy si invola e Freuler lo stende al limite, fallo da giallo, non da espulsione. Il Var non interviene. Toloi all’arbitro: «Così si rovina una partita».

14′ – Grande azione di Zapata che subisce fallo ma riesce a sfuggire a Nacho e guadagna un calcio d’angolo.

14′ – Gollini esce dall’area per fermare Vinicius, finora il più pericoloso dei blancos.

11′ – Il Real prende campo, Atalanta pronta a ripartire.

9′ – Vinicius salta secco Toloi che lo stende. Punizione pericolosa per la Dea. Libera Djimsiti.

6′ – Bellissimo cambio di gioco e la Dea si avvicina pericolosamente alla porta del Real: cross da destra insidioso di Muriel, Gosens sul secondo palo di testa non colpisce per un pelo.

3′ – Atalanta aggressiva.

Calcio d’inizio battuto dal Real Madrid.

Un minuto di raccoglimento per il ragazzo atalantino scomparso Willy Ta Bi.

Grande attesa, Bergamo è deserta (a parte i tifosi all’esterno dello stadio). Squadre in campo.

 

LE FORMAZIONI

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Romero, Djimsiti; Maehle, de Roon, Freuler, Gosens; Pessina; Muriel, Zapata.
A disposizione: Rossi, Sportiello, Sutalo, Palomino, Lammers, Caldara, Malinovskyi, Ruggeri, Miranchuk, Ilicic, Pasalic. All.: Gasperini.

Real Madrid (4-3-3): Courtois; Lucas Vazquez, Varane, Nacho, Mendy; Modric, Casemiro, Kroos; Asensio, Isco, Vinicius.
A disposizione: Lunin, Altube, Mariano Diaz, Arribas, Blanco, Chust, Hugo Duro, Miguel. All.: Zidane.

Arbitro: il tedesco Tobias Stieler

 

IL PREPARTITA

Atalanta-Real Madrid: più che una partita è un sogno divenuto realtà. In un pugno di partite la Dea, in questi anni, si è regalata un crescendo di partite: Everton, Lione, Borussia, Manchester City, Valencia, Paris Saint Germain, Ajax, Liverpool e ora i Galacticos. Seconda volta consecutiva agli ottavi di Champions. Piccola tra i grandi, l’Atalanta ci è arrivata per merito. Speriamo che l’emozione non giochi brutti scherzi (vedi Lazio), perché quella di questa sera deve essere una serata stupefacente. Nessuno pretende la luna, ma solo fare bella figura e godere una partita di bel calcio con un risultato da tenere in bilico sino al ritorno. Il Real Madrid, è vero, arriva a Bergamo con tante defezioni. Meglio non cadere nella trappola del risultato facile, perché giocatori come Casimiro, Modric, Courtois, Varane, Nacho, Kroos, Isco, Asensio e Mariano, tanto per citarne alcuni, è gente che mastica calcio di livello mondiale. I nerazzurri sono molto motivati e apparsi in forma, spinti da migliaia di bergamaschi. E allora: Forza Atalanta, dàga dét, mòla mia.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli