Il personaggio

L’Atalanta sta ritrovando un suo pilastro: Caldara continua a migliorare

Già quattro partite, tutte da titolare, per il numero 3 rientrato dal Milan

L’Atalanta sta ritrovando un suo pilastro: Caldara continua a migliorare
05 Marzo 2020 ore 09:45

di Fabio Gennari

Mattia Caldara sta molto bene. Il centrale di Scanzorosciate nella partita contro il Lecce è stato gettato nuovamente nella mischia dall’inizio, per lui si tratta della quarta presenza da quando è tornato a Bergamo e per la prima volta Gasperini gli ha fatto giocare tutta la partita. Il suo rendimento migliora prestazione dopo prestazione e in questa fase qualche acciacco a Toloi e Djimsiti può dare al classe 1994 cresciuto nel vivaio ancora più spazio. Lui non vede l’ora di giocare.

Contro il Valencia ha saputo di giocare pochi minuti prima del fischio d’inizio eppure è sceso in campo con il piglio dei giorni migliori. Non ha ancora lo sprint che vorrebbe, probabilmente qualche distanza e qualche automatismo deve ancora ritrovarli, ma solo andando in campo ci si riabitua a certe situazioni. Particolare importante: a Lecce Gasperini lo ha provato anche da centrale di destra e di sinistra per capire quanto può dare nei momenti complicati. Ancora una volta, Caldara ha risposto presente.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia