Prima sconfitta

La Dea va sotto di due reti, poi gioca un grande secondo tempo: Zapata non basta, vince la Viola 2-1

Ospiti avanti con il gioiellino serbo, padroni di casa più volte vicino al pareggio che però non arriva: Atalanta ferma a 4 punti dopo 3 giornate

La Dea va sotto di due reti, poi gioca un grande secondo tempo: Zapata non basta, vince la Viola 2-1
Atalanta 11 Settembre 2021 ore 22:55

di Fabio Gennari

Un primo tempo giocato male e chiuso sotto di una rete per l’episodio del rigore, un secondo tempo con tante occasioni ma per l’Atalanta la ripresa dopo la sosta è amara. A Bergamo vince la Fiorentina grazie a due calci di rigore di Vlahovic, nella seconda frazione i padroni di casa accorciano con il penalty di Zapata, ma sbattono troppe volte sul portiere avversario e, complice anche qualche errore di mira, escono sconfitti dalla sfida contro la formazione di Italiano. Prestazione negativa di Miranchuk: dopo l’ingresso di Malinovskyi la sfida è cambiata totalmente.

Lo stadio spinge subito a gran voce, l’Atalanta parte forte grazie anche ad un terreno di gioco finalmente perfetto e al 2’ è Zapata a costringere Terracciano al tuffo per evitare guai. La carica dei nerazzurri al 10’ porta Djimsiti al gol sugli sviluppi di un cross laterale, lo stadio esplode, ma il direttore di gara annulla dopo aver rivisto tutto al Var. Zapata era in fuorigioco: anche se non ha toccato la palla, secondo il direttore di gara ha partecipato attivamente all’azione. L’Atalanta del primo tempo, purtroppo per Gasperini, è tutta qui e nonostante Sportiello non compia nemmeno una parata, al riposo il vantaggio è per la Fiorentina. Accade tutto al 31’, su cross di Vlahovic, Sportiello in tuffo manda la palla sul braccio largo di Maehle, Marini lascia finire l’azione e dopo consulto con il Var si reca a bordocampo per la verifica sul monitor e assegna il rigore per il tocco di mano del danese. La trasformazione del classe 2000 serbo è impeccabile, la Fiorentina in pieno recupero con Duncan va anche vicina al raddoppio con un sinistro di Duncan che per poco Vlahovic insacca, ma al riposo è 0-1.

La ripresa si apre con l’episodio che alla fine risulterà decisivo, su una ripartenza della Fiorentina, Bonaventura arriva in area di rigore di gran carriera e dopo una sterzata trova la gamba protesa di Djimsiti che lo stende: Marini non può far altro che assegnare il secondo calcio di rigore di giornata per gli ospiti e Vlahovic è ancora una volta bravo a trasformare. Sotto di due reti, Gasperini toglie Miranchuk e Maehle per Malinovskyi e Gosens e da quel momento la partita cambia completamente volto. A parte un cross di Biraghi che Vlahovic non riesce ad insaccare da due passi, in campo c’è solo l’Atalanta.

Al 54’ Zapata calcia su Terracciano imbeccato splendidamente da Malinovskyi, al 61’ l’ucraino trova Gosens ma il tedesco non riesce a concludere bene di testa e dopo il calcio del rigore dell’1-2 (procurato da Gosens e trasformato da Zapata), l’Atalanta sfiora il pareggio in almeno tre occasioni: al 72’ Zapata sbatte su Terracciano, poi Freuler serve Djimsiti ma la zuccata è centrale, al 75’ combinazione Freuler-Zapata-Gosens ma il sinistro è largo. C'è un'occasione anche all’81’: Palomino (il migliore in campo) costringe Terracciano alla grande parata in tuffo con un colpo di testa su angolo del solito Malinovskyi.

Nel finale ottimo ingresso di Koopmeiners che al 91’ con un tracciante di 60 metri manda Ilicic in area di rigore (Zappacosta chiuso sul fondo in extremis) e al 93’ pesca sul palo lontano l’inesauribile Zappacosta che in spaccata manda sul fondo l’ultimo pallone buono. L’Atalanta subisce la prima sconfitta della stagione ma esce tra gli applausi del pubblico, il primo tempo non è stato certamente positivo ma con il piglio della ripresa e la crescita di qualche uomo chiave c’è ancora tempo per togliersi tante soddisfazioni.

Atalanta – Fiorentina 1-2

Reti: 32’ Rig. e 48’ Rig. Vlahovic (F), 65’ Rig. Zapata (A)

Atalanta (3-4-1-2): Sportiello, Toloi, Palomino, Djimsiti, Zappacosta, Pasalic (82’ Ilicic), Freuler, Maehle (50’ Gosens), Pessina (85’ Koopmeiners), Miranchuk (50’ Malinovskyi), Zapata (82’ Piccoli). All. Gasperini

Fiorentina (4-3-3): Terracciano, Venuti (25’ Odriozola), Milenkovic, Igor, Biraghi, Bonaventura, Torreira (66’ Amrabat), Duncan (75’ Castrovilli), Callejon (75’ Gonzalez), Vlahovic, Sottil (66’ Saponara). All. Italiano

Arbitro: Marini di Roma

Ammoniti: 31’ Maehle (A), 45’+2 Bonaventura (F), 56’ Igor (F), 74’ Milenkovic (F), 76’ Gosens (A), 81’ Odriozola (F), 86’ Freuler (A), 91’ Palomino (A)