La prima gara intera di Ilicic (in Nazionale, con rosso finale)

La prima gara intera di Ilicic (in Nazionale, con rosso finale)
Atalanta 17 Ottobre 2018 ore 08:05

Le ultime gare delle Nazionali con Ilicic espulso, il brutto guaio al gomito di Tumminello e il rientro a Zingonia di tutti i giocatori nel giorno del 111° compleanno con vista Chievo per ripartire alla grande. È stato un martedì zeppo di novità quello appena passato in casa Atalanta, finalmente Gasperini può iniziare a lavorare a ranghi completi verso la sfida di domenica a Verona ed è curioso rilevare come la sosta possa restituire giocatori rinfrancati rispetto al turno precedente.

 

 

Ilicic espulso, gli altri senza intoppi. La curiosità maggiore delle partite di martedì era sicuramente legata alla gara della Slovenia contro Cipro per capire se e quanto avrebbe giocato Josip Ilicic. Il numero 72 nerazzurro è sceso in campo dal primo minuto e se non fosse stato per il cartellino rosso rimediato nel finale (doppia ammonizione) per lui ci sarebbe stata la prima gara intera della stagione. In ottica nerazzurra, l’impiego di Ilicic è da ritenere comunque positivo visto che in due partite ha giocato ben 120 minuti (30 in Norvegia e 90 ieri contro Cipro) e quindi il suo recupero continua.

Nelle altre sfide giocate, il laterale Castagne è sceso in campo da titolare (oltre 70 minuti giocati) con il Belgio contro l’Olanda (amichevole) e negli Orange ha riposato de Roon con Hateboer che ha potuto disputare almeno un tempo: anche in questo caso, bilanciamento perfetto degli impegni. Freuler, con la Svizzera impegnata in Islanda, è rimasto a guardare nella vittoria dei suoi per 2-1 ed è già rientrato a Bergamo. Umore sotto i tacchi invece per Musa Barrow che con il suo Gambia ha perso al 92’ l’importante sfida contro il Togo per 1-0 con il giovane nerazzurro in campo da titolare.

 

 

Tumminello, che spavento: gomito lussato. Intanto, l’ultimo allenamento a porte aperte e a ranghi ridotti della sosta ha regalato un brutto spavento a Marco Tumminello. Il giovane attaccante della Dea, durante una fase di gioco della partitella, è caduto malamente a terra dopo uno stacco di testa e ha messo male il braccio provocandosi una lussazione del gomito. Il braccio ha fatto un movimento innaturale ed è andato fuori posto.

Subito soccorso dal medico atalantino, Tumminello è stato poi trasferito all’Ospedale di Bergamo dove il professor Zanotta ha prima ridotto la lussazione e poi dimesso in serata il giocatore con una vistosa fasciatura rigida e una prognosi di 20 giorni prima di poter rientrare in campo. Tumminello ha postato una foto su Instagram con il braccio bloccato e la flebo attaccata ancora in divisa d’allenamento, poco dopo è stato Masiello a pubblicare un’immagine con il giovane attaccante seduti nel soggiorno di casa e il ragazzo sembrava un po’ più sereno.

 

 

Verso Chievo: quali le scelte del mister? Come detto, tutti i giocatori hanno terminato i propri impegni in giro con le Nazionali e nel giorno del compleanno numero 111 dell’Atalanta il gruppo a Zingonia va verso il completo rientro dei giocatori dalle trasferte intercontinentali. In vista di domenica a Verona Gasperini ha recuperato anche Zapata che dopo il fastidio muscolare accusato con la Sampdoria è rientrato in gruppo e quindi a breve sarà il momento delle scelte.

Conoscendo il mister e ragionando sulle parole rilasciate nell’ultima intervista a L’Eco di Bergamo è difficile pensare a qualche stravolgimento. In difesa a Verona ci saranno Toloi, Palomino e probabilmente Mancini, mentre a centrocampo Castagne, de Roon e Freuler sono sicuri di una maglia con Gosens e Hateboer in ballottaggio. Davanti, Gomez e Zapata sembrano certi di giocare mentre l’ultimo posto se lo contendono Rigoni, Pasalic e Ilicic, con lo sloveno più probabile a gara in corso che dall’inizio.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli