Il personaggio

La Germania ai piedi di Robin Gosens, e così è più probabile che resti a Bergamo

Arrivano apprezzamenti continui per l'esterno mancino, che ha letteralmente dominato la gara contro il Portogallo

La Germania ai piedi di Robin Gosens, e così è più probabile che resti a Bergamo
Atalanta 21 Giugno 2021 ore 09:15

di Fabio Gennari

Un gol, stupendo, annullato in avvio. Poi lo zampino in tre gol di fila, con un assist e due autoreti procurate, per chiudere in bellezza, attorno all'ora di gioco, con una zuccata in corsa sotto la traversa. Euro 2020 è la prima manifestazione di un certo livello che Robin Gosens disputa con la Germania, eppure a vederlo in campo non sembra proprio un novellino. I tedeschi si sono improvvisamente accorti e innamorati di lui, come dimostra la standing ovation dell'Allianz Arena al momento della sua sostituzione nella sfida vinta per 4-1 sul Portogallo.

Per il ragazzo di Emmerich am Rhein, una manciata di chilometri dal confine olandese, si tratta del coronamento di un sogno. La Nazionale conquistata grazie a Gasperini e alle prove con l'Atalanta non è un punto di arrivo ma di partenza: ci sono i Mondiali in Qatar a novembre 2022, Gosens ci punta molto e per raggiungere la qualificazione sarà necessario continuare a giocare da protagonista sia in Italia che in Europa.

Dopo la prestazione contro il Portogallo di CR7 (a proposito, chissà se stavolta sarà stato il portoghese a chiedere la maglia di Gosens...), i tifosi della Dea sono più preoccupati per un futuro di Gosens lontano da Bergamo: tutti hanno visto, in Europa e nel mondo, cosa il numero 8 di Gasperini sia capace di fare, quindi tutti lo vorranno, pensano gli appassionati orobici, ormai rassegnati a salutare il laterale mancino.

Nel mercato tutto può accadere, ma ci sono fatti, oggettivi e incontrovertibili, che vanno tenuti a mente. Il valore di Gosens è schizzato in alto, i 40 milioni di cui si parlava non bastano più e vista la situazione del mercato mondiale dei calciatori questa è una grande notizia: più il valore sale e meno le pretendenti hanno possibilità di comprarlo. Perché di soldi non ce ne sono. Gosens a Bergamo sta bene e giocherà da protagonista anche il prossimo anno, a oggi per una sua partenza servono una montagna di quattrini.