La grande sera degli olandesi de Roon (sul podio) e Hateboer

La grande sera degli olandesi de Roon (sul podio) e Hateboer
23 Dicembre 2017 ore 21:07

Cristante e Ilicic marcatori da urlo, ma la palma del migliore in campo se la merita tutta Marten de Roon. L’olandese tiene a bada Bonaventura e ha pure le forze per andare sempre in appoggio all’azione offensiva, dietro di lui molto buoni i voti di tutti i compagni con particolare menzione ai difensori e alla tenuta difensiva di Hateboer. L’altro olandese, questa volta, è decisivo con almeno due salvataggi da applausi.

 

 

Berisha 6,5: uscita pericolosa sul gol poi annullato dal VAR al Milan, al 18’ è bravo a respingere in tuffo su Montolivo, al 35’ sbaglia l’uscita e poi salva su Bonaventura. Complessivamente nel secondo tempo è quasi spettatore dell’attacco sterile del Milan che calcia spesso ma non trova mai la porta.

Toloi 6,5: un paio di sbavature sul vivacissimo Cutrone, ma nel complesso gioca un ottimo primo tempo e anche nella ripresa continua a controllare bene l’area di rigore senza grandi problemi.

Caldara 6,5: il gol del vantaggio nasce da un suo colpo di testa respinto da Donnarumma. Qualche intervento è meno pulito di altre volte, però ha il grande merito di non lesinare mai corsa e tentativi di anticipo.

Masiello 7: prima frazione di gioco in pieno controllo su Borini, alla lunga diventa addirittura spadroneggiante di testa, tanto che la domanda sorge spontanea: se lo pagassero a palloni respinti, di quanto sarebbe il suo stipendio?

 

 

Hateboer 7: il salvataggio in spaccata al 43’ vale un gol, si ripete al 55’ su Kalinic e anche qui è semplicemente prodigioso. Se a questi due interventi aggiungete la solita corsa fino al fischio finale è chiaro che stavolta il bicchiere è super pieno.

De Roon 7,5: gli tocca la marcatura a uomo su Bonaventura e lo tiene benissimo fin dai primi minuti, non perde mai la bussola e questa è una grande notizia anche e soprattutto in prospettiva futura. Giocatore completamente e finalmente ritrovato.

Freuler 7: lavoro oscuro al fianco di de Roon, al 74’ sfiora il 3-0 dal limite e nel complesso è protagonista di una partita molto positiva. Bravissimo.

Spinazzola 6,5: primo tempo diligente sulla fascia mancina, stupendo il cross al 72’ per Ilicic che insacca il 2-0 e che di fatto chiude la partita. A gennaio non si muove, se continua a giocare regalando anche solo un paio di fiammate a gara, l’Atalanta non può che beneficiarne.

Cristante 7: insacca da due passi il sesto gol stagionale (32’), è sempre nel vivo del gioco e più passa il tempo più la sua crescita è netta, inesorabile ed esponenziale. Bomber e tuttocampista, il prototipo del centrocampista moderno. (80’ Kurtic sv)

 

 

Petagna 6,5: ottimo avvio di gara contro Bonucci. Come al solito si vede più a supporto della manovra che al tiro, ma in un paio di occasioni si rende anche pericoloso. Gara positiva nello stadio del suo esordio. (64’ Ilicic 7,5: subito un buon sinistro dal limite troppo debole, al 72’ chiude con il settimo gol in campionato da due passi e si conferma cecchino quasi infallibile con cinque gol consecutivi in campionato e 9 marcature complessive in stagione).

Gomez 6,5: non è molto pericoloso nella prima frazione di gioco, al 69’ Bonucci gli sporca l’assist per Ilicic che probabilmente valeva il 2-0. Nel complesso è sempre in crescita e a questo punto gli manca soltanto il gol.

 

 

 

All. Gasperini 8: con una partita ancora da giocare arriva al sesto posto in classifica insieme alla Sampdoria e vince a Milano la seconda gara esterna del campionato con una prestazione in pieno controllo del Milan. L’Atalanta è sempre più una splendida realtà e adesso con il Cagliari si può addirittura arrivare a 30 punti in mezzo campionato. Pazzesco.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia