Con la Lazio niente paura Ce la giochiamo alla pari

Con la Lazio niente paura Ce la giochiamo alla pari
Atalanta 02 Maggio 2018 ore 10:19

Lazio-Atalanta sarà una partita bellissima. E, soprattutto, l’Atalanta non parte affatto battuta. Tanta fiducia, benché su queste colonne ci sia sempre positività sui temi nerazzurri, non è campata per aria ma ha una data ben precisa cui aggrapparsi. Era il 17 dicembre 2017, la Dea giocava in maglia blu notte (divisa speciale per il Christmas Match) e allo stadio di Bergamo la partita finì con uno scoppiettante 3-3. Quella sera non c’era il capocannoniere dei biancocelesti Immobile e il numero 11 sarà assente anche domenica. La Lazio resta una squadra forte, ma gli uomini di Gasperini non devono temere nulla.

 

 

Doppio vantaggio, Lazio in affanno. La sfida giocata a Bergamo mise in mostra un’Atalanta veramente molto bella. Davanti al pubblico amico, i nerazzurri passarono in vantaggio con una zuccata precisa di Caldara su splendido cross di Petagna, ma è stato il gol del 2-0 a mandare in visibilio lo stadio: scatto in profondità di Ilicic, palla in verticale di Gomez per il compagno in piena area di rigore e stoccata al volo del numero 72 ad incrociare sul palo lontano. Sotto la Curva Nord. Dopo pochi minuti, un’arrembante Atalanta aveva sfiorato anche il 3-0 (destro di Cristante a colpo sicuro che ha sbattuto sul corpo di Strakosha) prima del doppio flash dei capitolini che ha fissato il 2-2 all’intervallo. Milinkovic Savic, centrocampista della Lazio dotato di grande forza fisica ma anche di tecnica da applausi, ha realizzato una doppietta ma se negli annali restano i suoi due gol basta rivedere le immagini per vedere come Berisha avesse qualche responsabilità su entrambe le reti. Il sinistro che ha segnato il punto del 2-1 non era irresistibile e per il destro del 2-2 vale lo stesso discorso. Nella ripresa però, su Lucas Leiva, l’estremo difensore della Dea ha fatto una paratona.

Lazio sfavorita dagli arbitri? A Bergamo proprio no. Nella ripresa, uno splendido colpo di tacco di Petagna per l’inserimento di Gomez ha portato il direttore di gara Irrati di Pistoia a compiere un errore incredibile. Il fallaccio sul numero 10 è arrivato nel momento in cui c’era una chiara occasione da rete, ma il fischietto toscano ha assegnato il calcio di rigore decidendo solo per un’ammonizione a carico del difensore laziale. Rivedendo le immagini, il rosso non dato sembra ancora oggi clamoroso. La rete di Ilicic a fissare il 3-2 sembrava quella decisiva e invece nel finale di gara è successo ancora di tutto. L’Atalanta ha sfiorato il 4-2 prima con Ilicic (gran destro a giro), poi con Caldara (annullato dal Var) e poi con Gomez bloccato da Strakosha. Dalla possibile goleada la squadra orobica si è trovata sul 3-3 fissato da Luis Alberto, ma quello che ha dimostrato la sfida di Bergamo è che la Dea ha tutte le carte in regola per provare a fare risultato: sarà fondamentale non avere paura e scendere in campo consapevoli che senza sconfitta l’Europa League sarebbe ancora più vicina.

 

 

Il dettaglio: e se giocasse Petagna? Nelle ultime due partite Barrow ha fatto vedere ottima cose, ma in certe gare è molto importante anche lo sviluppo del gioco. La Lazio è una squadra che non va lasciata giocare, mancheranno Immobile e Radu e pare anche Parolo, la condizione fisica dei bergamaschi è scoppiettante quindi tocca tenere alti i ritmi. All’andata Gasperini scelse Petagna con Ilicic e Gomez sorprendendo un po’ tutti (come con il Lione e poche altre volte) e sul piano della manovra vinse il duello a mani basse. La Lazio senza Immobile cambia un po’ il suo modo di giocare, Luis Alberto e Milinkovic-Savic sono elementi pericolosissimi quando possono muoversi faccia alla porta e anche la velocità di Felipe Anderson non è affatto da trascurare. All’Olimpico, però, l’Atalanta deve scendere in campo semplicemente cercando di fare l’Atalanta: il cuscinetto di sicurezza, per entrambe le squadre, è di 4 punti sulle inseguitrici più pericolose e la Dea giocherà conoscendo già il risultato del Milan. Avanti con fiducia, è tutto ancora aperto.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli