La rincorsa di Duvan Zapata alla Coppa America in Brasile

La rincorsa di Duvan Zapata alla Coppa America in Brasile
Atalanta 27 Marzo 2019 ore 08:57

La rincorsa di Duvan Zapata alla Coppa America che si giocherà quest’estate in Brasile è ufficialmente iniziata. Mentre il colombiano classe 1991 sta completando il suo rientro agli ordini di Gasperini, le due amichevoli giocate in Giappone e Corea del Sud hanno confermato come i ventidue gol stagionali realizzati con la maglia dell’Atalanta non siano ancora sufficienti per meritarsi la titolarità dell’attacco della sua Nazionale e il finale di stagione sarà determinante da questo punto di vista.

 

 

Circa cento minuti in due gare. Sul terreno dello stadio di Yokohama (Giappone) prima e di Seoul (Corea del Sud) dopo, Zapata si è ufficialmente ripreso la Colombia. Nessun gol nelle due partite, posizione in campo e schieramento proposto dal tecnico Queiroz abbastanza diverso tra la prima e la seconda gara, ma comunque un buon minutaggio che ha visto impegnato l’attaccante nerazzurro per circa cento minuti, l’equivalente di una gara ufficiale compreso largo recupero. Uno degli obiettivi del centravanti atalantino era sicuramente quello di rientrare nel giro, la Colombia in avanti ha giocatori di altissimo livello e in questo momento i titolari sono Muriel, Villa e James Rodriguez che si muovono alle spalle di Radamel Falcao. Proprio l’ex attaccante del Monaco (tra le altre), inizia ad avere un’età importante (33 anni) e la Coppa America in Brasile di questa estate potrebbe essere l’ultima grande manifestazione che lo vede coinvolto. Molto dipende proprio dal centravanti atalantino.

 

 

Rientrato nel giro, è lui l’uomo di prospettiva. Se Zapata concluderà la stagione con numeri in linea rispetto a quelli ottenuti negli ultimi mesi, in estate il tecnico della Colombia avrà scelte importanti da fare. Nella sfida contro la Corea del Sud il risultato è stato deciso da due papere del portiere Arboleda, la squadra era in campo con diverse facce nuove rispetto alla gara in Giappone ma il centravanti della Dea non ha affatto sfigurato. Quando sono entrati nella ripresa Muriel e James Rodriguez i padroni di casa hanno preso il gol del momentaneo pareggio e un paio di volte la Colombia è andata vicinissima al vantaggio. Con in campo tutte le stelle il rendimento offensivo è stato nettamente più alto, ma Zapata non deve di certo demoralizzarsi per essere uscito: gamba e potenzialità sono quelle conosciute e dalla Nazionale non possono che arrivare altri grandi stimoli per lui.

 

 

Undici partite per la storia, forse dodici. A Bergamo il numero 91 colombiano avrà a disposizione undici partite per dare ulteriori argomenti (gol e assist) al tecnico Quieroz in vista della Coppa America. Con 22 gol e 7 assist stagionali, Zapata ha già firmato una grande stagione, ma in questo momento fare ancora un piccolo sprint può rivelarsi decisivo per tutti. Se dovessero arrivare ancora 4-5 gol tra campionato e Coppa Italia è chiaro che l’Atalanta vivrebbe un finale di stagione da urlo e ora conta solo lavorare serenamente sul campo. Dal punto di vista fisico Zapata sta benissimo, le prossime partite saranno un misto di lotte interne (intese come partite a Bergamo) e belle sfide in trasferta (stadi affascinanti come Milano, Roma, Napoli e Torino), senza dimenticare che il ragazzo ha già dimostrato di non far troppa differenza: ha segnato al Frosinone ma pure alla Juventus quindi non c’è una gara migliore di un’altra per distribuire le reti ancora in canna. Saremo spettatori di una bella avventura con Zapata che insegue la Colombia segnando per la Dea.

 

 

Calendario: Atalanta-Fiorentina il 25 aprile. Dopo giorni di attesa, la Lega Calcio ha comunicato martedì la data della semifinale di ritorno di Coppa Italia contro la Fiorentina. La partita che può valere l’accesso alla finalissima di Roma si giocherà a Bergamo giovedì 25 aprile alle 20.45, la data era prevedibile visto l’impegno del Napoli in Europa League della settimana precedente che ha causato lo spostamento della sfida al San Paolo al giorno di Pasquetta, lunedì 22 aprile, con fischio d’inizio alle 19. Le altre gare interessate da variazioni del calendario sono Inter-Atalanta del 7 aprile (si gioca alle 18 e non alle 15) e Atalanta-Empoli della settimana successiva: con i toscani si giocherà a Bergamo lunedì 15 aprile alle 20.30 invece di domenica 14 aprile alle 15.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità