Le pagelle

Lammers e Djimsiti meritano 6 come il Papu, per il resto tante prestazioni negative

Tanti voti sotto la sufficienza, si salvano in pochissimi dentro una giornata che vede anche Gasperini sbagliare qualche scelta

Lammers e Djimsiti meritano 6 come il Papu, per il resto tante prestazioni negative
17 Ottobre 2020 ore 17:23

di Fabio Gennari

Sportiello 5,5: sporca il cross da cui nasce l’1-0, non può intervenire sul 2-0 di Lozano e pure sul 3-0 di Politano non può fare nulla. Respinge Osimhen che cerca il 4-0, in ritardo sul destro che il nigeriano gli infila alle spalle prima del riposo. Stoppa il pokerissimo a Mertens (62’) e a Lozano (89’): colpevole sul quarto gol ma in altre 3 occasioni evita guai peggiori.

Toloi 5: primo tempo di grandissima difficoltà, cerca il gol al 41’ ma il destro è troppo molle e nel complesso la sua prestazione è lontanissima parente di quelle viste nei giorni felici. Pazienza, succede anche ai migliori.

Romero 5: inizio con qualche brivido, anche lui perde completamente il tempo di testa sul 4-0 di Osimhen e nel complesso il primo tempo è da incubo. Un po’ meglio nella ripresa, suo l’assist per Lammers che segna il 4-1 che gli vale mezzo voto in più.

Palomino 4: grave errore sull’azione da cui nasce il 2-0 di Lozano (scelta sbagliata nell’anticipo), si ripete al 38’ sbagliando ancora il tempo dell’intervento e i primi 45 minuti sono davvero negativi: esce all’intervallo, giornata da dimenticare. (46’ Djimsiti 6: gioca un buon secondo tempo, si becca un giallo inesistente e nel complesso con Lammers è il migliore).

Depaoli 5: esordio assoluto con la maglia dell’Atalanta, parte con buona personalità ma sul gol di Lozano è colpevolmente fermo mentre l’avversario insacca alle sue spalle. Nel complesso non sembra quasi mai in partita, esordio negativo.

de Roon 5,5: in mezzo al campo non riesce a fare filtro, il Napoli è in costante superiorità e fino al riposo prende a pallate i bergamaschi. Un po’ meglio dopo il riposo, tra gli ultimi a mollare.

Pasalic 5: non si vede praticamente mai nella prima frazione di gioco, sbaglia tantissimi palloni e i due centrocampisti del Napoli sembrano andare sempre più veloci. Giornata storta anche per lui.

Gosens 5: un po’ in difficoltà all’inizio su Politano, anche nel resto della gara è lontano parente del giocatore che tutta Europa conosce. Sfiora il gol nel finale ma la prestazione è negativa. (81’ Muriel sv)

Gomez 6: sua la prima occasione della Dea (22’, sinistro a giro sul secondo palo), ancora protagonista al 47’ da posizione impossibile (para Ospina) e protagonista delle poche iniziative della Dea nella prima parte della gara. Giornata sotto gli standard abituali anche per lui. (55’ Lammers 6: segna il suo secondo gol in campionato al terzo pallone toccato, la gara era già indirizzata ma è comunque bravo a timbrare il cartellino.

Ilicic 5: dal punto di vista umano il suo ritorno è la notizia più bella di giornata. Qui però dobbiamo giudicare la prestazione, ha bisogno di giocare per ritrovarsi e servirà un po’ di tempo. Solo una fiammata delle sue. (63’ Malinovskyi 5,5: combina pochino nell’ultima mezz’ora, si presenta comunque al tiro in modo pericoloso)

Zapata 5: al primo minuto sguscia via a Manolas che lo stende, sembra l’alba di una bella partita e invece fino al riposo, quando esce, non si vede quasi mai. Le fatiche in Nazionale si fanno sentire. (46’ Mojica 5,5: meglio di Gosens sulla sinistra ma poco preciso nelle giocate e forse ancora un po’ fuori dai ritmi e dalle giocate che chiede Gasperini)

All. Gasperini 5: la vera notizia è che anche lui è umano. Sceglie Ilicic dall’inizio e Depaoli per Hateboer, la partita dice che sono due errori e in generale la squadra è troppo brutta per essere vera: probabilmente ha meno colpe di quanto si possa pensare ma è il condottiero e la responsabilità è sua. Avanti comunque con fiducia.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia