Grande prestazione

L'Atalanta sbanca Genova, vince 4-1 (con due perle) e consolida il quarto posto

Il gruppo di Gasperini vince con pieno merito una gara che, unico neo, andava chiusa molto prima del minuto 100'. Gol all'esordio per Touré

L'Atalanta sbanca Genova, vince 4-1 (con due perle) e consolida il quarto posto
Pubblicato:
Aggiornato:

di Fabio Gennari

Risponde da grande squadra l’Atalanta alle goleade di Fiorentina (5-1 al Frosinone) e Bologna (4-0 al Lecce). I bergamaschi chiudono 4-1 sul campo del Genoa, tornano al successo in campionato lontano da Bergamo dopo parecchio tempo (30 ottobre, Empoli-Atalanta 0-3) e cementano il quarto posto. Grande prestazione di Carnesecchi, gol dell’esordiente Touré che in pieno recupero porta a quota 701 i gol segnati con Gasperini sulla panchina dei bergamaschi in tutte le competizioni. Un risultato, una vittoria e un momento davvero da urlo per i nerazzurri.

La gara inizia in un ambiente infuocato, le squadre si affrontano a viso aperto e il movimento continuo dei centrocampisti e degli attaccanti rossoblù mette abbastanza in difficoltà le certezze tattiche della Dea, ma a metà della prima frazione ci pensa il miglior giocatore in campo a sparigliare le carte spaccando lo 0-0 con un sinistro fulmineo da applausi: assist di Pasalic, De Ketelaere in un attimo controlla e scarica alle spalle di Martinez il gol del vantaggio. Il Genoa reagisce, Vasquez e Retegui trovano due volte Carnesecchi bravo a dire di no e la prima frazione va in archivio sullo 0-1.

Il Genoa nella ripresa prova subito a mettere fuori la testa, dopo due occasioni di Retegui, i padroni di casa pareggiano con una bella combinazione tra Malinovskyi e Badelj (sassata sul primo palo dell’ucraino). In quel momento però la reazione della Dea è da grande squadra, perché Marassi in certe situazioni può schiacciarti e invece la Dea insacca il 2-1 con una splendida punizione di Koopmeiners. Unico demerito della formazione del Gasp è poi quello di non chiudere la partita fino al minuto 100’ (Zappacosta), gara che Pasalic poteva mandare in ghiaccio al 60’, Scalvini aveva chiuso al 76' (ma il VAR ha cancellato) e Carnesecchi ha tenuto sull’1-2 con una strepitosa parata su Retegui. Finisce in trionfo con pure Tourè in gol (cross di Miranchuk) e per la Dea è una vittoria di straordinaria importanza che aumenta il vantaggio sulla quinta (+3 sul Bologna) e vale tantissimo pure per l’autostima.

Genoa-Atalanta 1-4

Reti: 22’ De Ketelaere (A), 51’ Malinovskyi (G), 55’ Koopmeiners (A), 100’ Zappacosta (A), 103’ Touré (A)

Genoa (3-5-2): Martinez, Vogliacco (92’ Vitinha), Bani, Vasquez, Sabelli (81’ Messias), Malinovskyi, Badelj (64’ Ekuban), Strootman (64’ Martin), Frendrup, Retegui, Gudmundsson. All. Gilardino

Atalanta (3-4-1-2): Carnesecchi, Scalvini (89’ Toloi), Djimsiti, Kolasinac, Holm (58’ Zappacosta), de Roon, Pasalic, Ruggeri (95’ Hateboer), Koopmeiners, Scamacca (58’ Miranchuk), De Ketelaere (58’ Tourè). All. Gasperini.

Arbitro: Colombo di Como

Ammoniti: 24’ De Ketelaere (A), 32’ Kolasinac (A), 54’ Bani (G), 92’ de Roon (A), 93’ Martin (G), 97’ Miranchuk (A)

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali