L’Atalanta sogna già i Mondiali mentre i tifosi attendono l’Inter

L’Atalanta sogna già i Mondiali mentre i tifosi attendono l’Inter
13 Novembre 2017 ore 10:59

Gomez in campo con la sua Argentina, Cornelius in bilico per i Mondiali di Russia 2018 e Freuler che sta già festeggiando la qualificazione con la Svizzera. In attesa della Nazionale di Ventura che questa sera a San Siro si gioca tutto contro la Svezia (out Spinazzola, in campo il bergamasco Gabbiadini a far coppia con Immobile), i tre giocatori della Dea che sono stati impegnati in giro per il mondo con le rispettive rappresentative possono comunque essere soddisfatti.

 

 

Gomez in campo mezz’ora, Argentina vincente. Il capitano e numero 10 dell’Atalanta, dopo aver giocato domenica scorsa contro la Spal, ha preso in serata il volo da Malpensa per Mosca. In Russia l’Argentina aveva in programma sabato 11 novembre la prima delle due amichevoli organizzate dalla federazione dopo la qualificazione strappata in Bolivia (l’altra si giocherà a Krasnodar contro la Nigeria martedì 14 alle 17.30), il risultato finale è stato di 1-0 con gol del sudamericano Aguero nel finale di gara e Gomez ha giocato circa mezz’ora. Il Papu, in campo con il numero 22, è stato il primo cambio di Sampaoli e vederlo giocare conferma come i problemi al piede destro siano ormai superati. La notizia più importante riguarda la possibilità che lo stesso Papu giochi addirittura da titolare contro gli africani, visto anche il rientro anticipato di Messi a Barcellona concesso dal ct. In predicato di sostituirlo c’è anche lo juventino Dybala, ma l’allenatore Sampaoli ha più volte dimostrato di tenere in grande considerazione il talento dell’Atalanta e quindi non è escluso il ballottaggio: i media argentini confermano.

Cornelius titolare, a secco ma in corsa. Per un argentino che si gioca la convocazione anche nelle amichevoli, ecco Cornelius che un biglietto per Russia 2018 deve ancora strapparlo. La Danimarca ha pareggiato a Copenaghen per 0-0 contro l’Irlanda, il numero 9 della Dea ha giocato dal primo minuto e ha lasciato il campo dopo circa un’ora di gioco, ma è probabile che anche nella gara di ritorno il ct danese punti su di lui come ha fatto varie volte nel corso delle qualificazioni. La posizione di Cornelius in Nazionale è un po’ diversa rispetto a quella che siamo abituati a vedere con la maglia dell’Atalanta: la Danimarca lo utilizza come attaccante esterno e chissà che anche Gasperini trovi la quadra per inserirlo con più frequenza negli schemi offensivi orobici. Dati alla mano, Cornelius è la punta nerazzurra con la media gol più alta di tutti. Gli impegni con la Nnazionale giocano a favore delle motivazioni e della condizione atletica dell’ariete vichingo: nelle ultime settimane un problemino alla schiena lo aveva condizionato e il suo impegno nella doppia sfida all’Irlanda conferma il pieno recupero.

 

 

Freuler Mondiale, il trionfo della “Sartorata”. Nella doppia sfida da dentro o fuori con l’Irlanda del Nord ha giocato solo dieci minuti, ma il tecnico Petkovic lo ha sempre schierato e quasi sicuramente lo porterà al Mondiale. Remo Freuler, domenica 11 a Basilea ha conquistato insieme alla Svizzera il pass per Russia 2018 e, nonostante dopo un girone di qualificazione quasi perfetto (la vittoria è sfumata solo a causa della sconfitta in Portogallo) i rossocrociati siano stati costretti allo spareggio, grazie al successo esterno nella gara di andata adesso possono già esultare. Freuler è arrivato a Bergamo nel gennaio 2016 senza grandi aspettative, in molti si erano chiesti chi fosse questo giovanotto del Lucerna che Sartori aveva portato a Bergamo. Gli sono bastati pochi mesi, però, per farsi conoscere, sfoderare buone prestazioni e conquistarsi le chiamate in Nazionale. Oggi Remo Freuler è un punto fermo dell’Atalanta di Gasperini (eppure all’inizio non giocava, c’era Gagliardini…) e sul mercato molte squadre si stanno accorgendo di lui. Partita dopo partita, la sua crescita è esponenziale. A Milano contro l’Inter non ci sarà per squalifica, ma già dalla trasferta di Liverpool contro l’Everton il numero 11 nerazzurro tornerà a battagliare nel cuore del gioco orobico.

Inter e Everton: le ultime sui biglietti. I tagliandi per la gara di domenica 19 sera a San Siro (ore 20.45) sono in vendita sul circuito Vivaticket, ma il sistema non è ancora stato sbloccato per i non possessori di tessera del tifoso. L’Osservatorio, con determinazione numero 41/2017,ha tolto l’obbligo di Dea Card (nello stesso comunicato ci sono altre gare dove è invece specificatamente segnalata l’obbligatorietà della tessera) e quindi bisogna solo attendere che i sistemi di biglietteria dell’Inter vengano aggiornati: dovrebbe essere tutto ok nel giro di un paio di giorni. Per la trasferta di Liverpool, la vendita dei tagliandi è iniziata venerdì scorso alle 16 e dopo pochi minuti tutti i biglietti erano già stati venduti: a Goodison Park ci saranno circa tremila sostenitori atalantini pronti a spingere la squadra verso la qualificazione matematica ai sedicesimi di finale di Europa League.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia