Le 7 vittorie della Dea a Firenze Tutte per 1-0 (e ci basterebbe)

Le 7 vittorie della Dea a Firenze Tutte per 1-0 (e ci basterebbe)
03 Ottobre 2015 ore 11:18

Ci siamo, Fiorentina-Atalanta è alle porte. Incredibilmente, la sfida di domani sera al Franchi vale un posto in paradiso con i viola che sognano lo scudetto e i nerazzurri che accarezzano posizioni europee. Abbiamo fatto qualche ricerca e visto che, per come sta giocando l’Atalanta, non è affatto impossibile sperare e puntare ad  un risultato positivo ci siamo chiesti: ma sul campo dei toscani quante volte è riuscito il colpaccio?

La storia, da questo punto di vista, racconta che nei 52 precedenti di serie A giocati in casa della Fiorentina, l’Atalanta ha perso 34 volte riuscendo poi a strappare 11 pareggi e sole 7 vittorie. I nerazzurri non escono con il bottino pieno dal Franchi dal 1993 (la vittoria valeva ancora due punti…) e analizzando tutti i precedenti si scopre che tutte le 7 vittorie della Dea a Firenze sono arrivate con il minimo scarto: le partite sono sempre finite 1-0 per l’Atalanta.

 

1)  Stagione 1992/1993, domenica 3 gennaio 1993: rete di Perrone al 53’

 

 

L’ultima vittoria a Firenze dell’Atalanta venne conquistata dalla squadra allenata da Marcello Lippi. Era il 3 gennaio del 1993, al Franchi si giocava contro la Fiorentina di Batistuta e Laudrup ma il tecnico Radice quel giorno dovette masticare amaro per colpa del gol in apertura di ripresa di Carlo Perrone. Quell’Atalanta conquistò un posto al sole a metà classifica mentre i toscani, quart’ultimi, furono costretti alla retrocessione. Nell’Atalanta di oggi ci sono due ex che, tra campo e tribuna, vissero quella giornata da protagonisti: il presidente era Antonio Percassi, il terzino destro titolare era Sergio Porrini.

Formazione Atalanta: Ferron, Porrini, Minaudo, Bigliardi, Alemao, Montero, Rambaudi (78’ Rodriguez), Bordin, Ganz, Perrone, De Agostini. All. Lippi

 

2)  Stagione 1978/1979, domenica 22 aprile 1979: rete di Scala al 40’

 

 

Finale della stagione 1978/1979, la Dea era in lotta per evitare la retrocessione mentre la Fiorentina non aveva più nulla da chiedere al campionato. I nerazzurri scesero in campo al Franchi per la vittoria, la gara non fu bellissima e venne decisa da una rete di Scala al 40’ del primo tempo. Gli almanacchi riportano proprio Scala come marcatore, la trasmissione 90’esimo minuto di quel giorno sottolineò come fu di Rocca la rete decisiva su assist di Giovanni Vavassori. Purtroppo, nonostante il successo, la formazione nerazzurra non riuscì ad evitare la retrocessione pareggiando con Avellino e Roma nelle ultime gare prima del successo finale sul Vicenza.

Formazione Atalanta: Bodini, Vavassori, Mei, Rocca, Prandelli, Tavola, Marocchino, Scala, Chiarenza (70’ Mastropasqua), Festa, Bertuzzo. All. Rota

 

3)  Stagione 1961/1962, domenica 15 aprile 1962: rete di Enrico Nova al 26’

 

1961-1962

Era l’Atalanta di Maschio ma anche di Cometti e Favini, di un giovane Domenghini (colui che l’anno dopo regalò la Coppa Italia con la tripletta segnata al Torino in quel di San Siro) e di mister Ferruccio Valcareggi. Di quella partita, come di tutte le altre 4 vittorie atalantine conquistate tra gli anni ’40, ’50 e ’60 non ci sono immagini televisive ma la vittoria per 1-0 (rete di Enrico Nova al 26’) sul campo della terza forza del campionato regalò un posto in alta classifica a Magistrelli e compagni. Con il sesto posto fin

ale e la bellezza di 38 punti in 34 giornate, l’Atalanta visse una delle stagioni più importanti della storia se guardiamo al piazzamento finale.

Formazione Atalanta: Cometti, Rota, Roncoli, Veneri, Gardoni, Colombo, Domenghini, Da Costa, Nova, Christensen, Magistrelli. All. Valcareggi.

 

4)  Stagione 1960/1961, domenica 30 maggio 1961: rete di Enrico Nova al 9’

enricoNovaUna stagione chiusa a centro classifica con alcuni bei risultati a regalare emozioni al pubblico orobico. L’Atalanta di Valcareggi, dopo aver fermato a Bergamo i campioni d’Italia della Juventus sul 2-2 e aver strapazzato il Milan per 2-0, vinsero per 1-0 sul terreno della Fiorentina nell’ultima gara in trasferta della stagione. Decise l’ottavo gol stagionale dell’attaccante Enrico Nova. Nella storia dei successi orobici a Firenze il numero 9 bresciano classe 1938 è l’unico ad aver segnato due gol da 4 punti (due vittorie) alla formazione viola. E in porta, per i toscani, c’era Albertosi.

Formazione Atalanta: Cometti, Gardoni, Roncoli, Pelagalli, Gustavsson, Gasperi, Gentili, Maschio, Nova, Veneri, Longoni. All. Valcareggi.

 

5)  Stagione 1956/1957, domenica 19 maggio 1957: rete di Mion al 57’

 

Atalanta_1956-1957

Un successo di grande prestigio firmato da Alfonso Dante Mion, attaccante pescato in Belgio dove si era trasferito per fare il minatore prima di affermarsi con il calcio. Mion segnò al 57’ il gol del definitivo 1-0 sul campo dei campioni d’Italia e la sua marcatura (al pari di quella realizzata all’ultima giornata sul campo della Triestina) si rivelò decisiva per la conquista della salvezza nel cinquantenario di storia atalantina.

Formazione Atalanta: Boccardi, Cattozzo, Corsini, Janich, Gustavsson, Angeleri, Lenuzza, Annovazzi, Mion, Borsani, Longoni. All. Rigotti

 

6)  Stagione 1951/1952, domenica 9 dicembre 1951: rete di Jeppson al 26’

 

JEPPSON

Siamo agli inizi degli anni ’50 e l’Atalanta scopre il talento e la prolificità del centravanti nordico Hasse Jeppson. In quel campionato l’attaccante atalantino segnò addirittura 22 gol in 27 partite, uno di questi decise la sfida del Franchi nel dicembre del 1951 e nel complesso moltissimi dei 34 punti in classifica arrivarono grazie alle sue doti. Al termine di quella stagione, il successo sulla Fiorentina non fu l’unica gemma viste le belle prove contro il Milan in casa e contro Triestina (7-1) e Torino (5-0), la società cedette Jeppson per la cifra record di 105 milioni di lire.

Formazione Atalanta: Albani, Rota, Gariboldi, Hansen, Cadè, Angeleri, Sant’Agostino, Cergoli, Jeppson, Sorensen, Goldaniga. All. Ceresoli.

 

7)  Stagione 1941/1942, domenica 21 dicembre 1941: rete di Corbelli al 62’

 

Atalanta_1941-1942

 

In mezzo alla seconda Guerra Mondiale, a pochi giorni dal Natale del 1941, l’Atalanta conquistò la sua prima storica vittoria sul campo della Fiorentina grazie da un gol di Corbelli. La squadra era allenata da un tecnico ungherese di nome Nehadonna e la partita si giocò nell’impianto fiorentino intitolato a Giovanni Berta.

Formazione Atalanta: Lanfranco, Giancamerla, Mamoli, Perrucci, Lamanna, Schiavi, Fabbri, Tabanelli, Gaddoni, Corbelli, PAgliano. All. Nehadonna

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia