In prestito dall'udinese

Le meteore del Gasp: Ali Adnan, l’unico asiatico della storia atalantina

Classe 1993, a Bergamo non ha lasciato il segno. Ora gioca in Canada, nel Vancouver

Le meteore del Gasp: Ali Adnan, l’unico asiatico della storia atalantina
19 Maggio 2020 ore 07:30

di Fabio Gennari

Il suo arrivo a Bergamo, negli ultimi giorni del mercato estivo 2018/2019, doveva servire a completare la batteria di esterni a disposizione di Gasperini. L’esordio in maglia atalantina di Ali Adnan avvenne sul campo della Roma il 27 agosto 2018 (pirotecnico 3-3 firmato da Castagne e doppietta di Rigoni) e pochi giorni dopo fu tra i protagonisti dello 0-0 a Copenaghen, partita che ai rigori decretò l’eliminazione della Dea dall’Europa League proprio all’ultimo respiro. Uno dei tiri dal dischetto lo insaccò proprio lui.

Con la Dea giocò ancora le sfide con Cagliari e Fiorentina, ovvero due sconfitte (non per colpa sua), e dopo una serie infinita di panchine e qualche mancata convocazione legata alla chiamata dell’Iraq (è un titolare fisso della nazionale del suo Paese), l’esperienza del numero 53 arrivato in prestito dall’Udinese si chiuse senza grandi sussulti prima del viaggio (tutt’ora in corso) nel campionato canadese con la maglia del Vancouver.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia