«Portiamo Bergamo nel mondo»

L’Europa inizia dalle maglie E con la “firma” RadiciGroup

L’Europa inizia dalle maglie E con la “firma” RadiciGroup
11 Settembre 2017 ore 14:45

In Europa con l’Atalanta e RadiciGroup. È stata presentata nella sala conferenze del Centro Bortolotti di Zingonia la nuova maglia per l’Europa League che i nerazzurri di Gian Piero Gasperini indosseranno a partire dalla sfida di giovedì sera contro l’Everton a Reggio Emilia; la partnership con il Gruppo Radici era già nell’aria in estate e, dopo l’annuncio fatto direttamente a Montecarlo lo scorso 25 agosto (giorno dei sorteggi), oggi i vertici nerazzurri hanno raccontato alla stampa l’inizio di un nuovo rapporto che, per tutti, è motivo di grande orgoglio.

 

 

«L’avventura in Europa League – ha dichiarato il presidente Antonio Percassi – ormai è alle porte e siamo davvero felici di poterci misurare su palcoscenici così importanti. Quando abbiamo avuto la certezza della qualificazione abbiamo iniziato a pensare a chi poteva essere il nostro sponsor di maglia e abbiamo pensato ad una serie di realtà della provincia con cui condividere questo viaggio. Il nome del Gruppo Radici era il primo della lista, visti i nostri rapporti personali e anche di parentela (la moglie dell’amministratore delegato Luca Percassi, Cristina Radici, è figlia di Angelo Radici uno dei tre fratelli alla guida del Gruppo, ndr) abbiamo chiesto al direttore operativo Roberto Spagnolo di curare il primo contatto. La risposta è stata entusiasta, siamo andati avanti e abbiamo chiuso l’accordo».

I vertici di RadiciGroup erano presenti con i fratelli Angelo, Paolo e Maurizio Radici, durante la conferenza non hanno nascosto la propria soddisfazione per questa nuova partnership che permetterà a due realtà bergamasche di grande livello di presentarsi alla nuova avventura europea nerazzurra: «È per me motivo di orgoglio – racconta Maurizio Radici, azionista e membro del Consiglio di Amministrazione di Atalanta oltre che rappresentante del Gruppo – vedere posizionato il marchio RadiciGroup sulle maglie che l’Atalanta utilizzerà in Europa League. Il nostro Gruppo è nato a Bergamo, ha ancora sede qui, ma opera in tutto il mondo, in particolare in Europa, dove si concentra l’ottantacinque per cento della nostra produzione. Eravamo una piccola azienda tessile di provincia, ci siamo trasformati in una multinazionale della chimica, della plastica e delle fibre sintetiche. Ringrazio l’Atalanta che permette alla città di Bergamo e a tutti noi bergamaschi di vivere questa magica avventura europea».

Le maglie sono molto simili a quelle che la Dea indosserà in campionato ma ci sono alcuni dettagli che fanno la differenza come, ad esempio, il retro completamente nero della casacca. «Credo che sia una maglia unica e molto importante – ha dichiarato Luca Percassi, amministratore delegato dell’Atalanta e grande appassionato di maglie – e siamo orgogliosi che ci sia il marchio RadiciGroup. Allo Store sarà possibile acquistarle da giovedì, penso che ogni tifoso atalantino dovrebbe averne una perché parliamo di un’avventura veramente storica». L’accordo commerciale tra Atalanta e RadiciGroup prevede il marchio sia sulle casacche per l’Europa League che per la Coppa Italia, ma i vertici del gruppo seriano non si nascondono: «Abbiamo già previsto – ha concluso Angelo Radici – che la sponsorizzi arrivi fino alla fine del torneo: per ora l’accordo è per le sei gare del girone ma non ci saranno problemi a sostenere l’Atalanta anche nel caso in cui si arrivi davvero molto più avanti nella competizione».

 

 

Al termine della conferenza stampa, brindisi con i dirigenti presenti e foto di rito con i giocatori Freuler, Gomez, Petagna e Palomino che hanno indossato le maglie dell’Europa League (con stemma sulla spalla destra e la scritta “Respect” su quella sinistra) sia nella versione nerazzurra che in quella bianca da trasferta. Il presidente Percassi, ai giornalisti e alle tv non ha nascosto tutta la sua emozione: «Sono davvero felice, per noi sarà una grandissima occasione di crescita. Personalmente non dormirò molto, questa notte alle tre ero già in piedi e ripensavo sia alla gara vinta con il Sassuolo che ad Atalanta-Everton. Andiamo a giocarcela senza paura e non perdiamo mai di vista il campionato. Sarà una grande avventura».

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia