Atalanta
Non bastava scusarsi?

Maglia di Natale dell'Atalanta, Joma non arretra: «Amareggiati, quello è il profilo di Bergamo»

Lo sponsor tecnico ha diffuso, attraverso il club nerazzurro, un piccato comunicato. Nel quale insiste: nessun errore

Maglia di Natale dell'Atalanta, Joma non arretra: «Amareggiati, quello è il profilo di Bergamo»
Atalanta 16 Dicembre 2021 ore 17:41

Capita spesso, quando si commette un errore, di voler porre rimedio a ogni costo. E talvolta si finisce per peggiorare le cose. È quello che è successo a Joma, sponsor tecnico dell'Atalanta, innanzi al pasticcio combinato con la maglia natalizia ideata per questa stagione e che la formazione nerazzurra utilizzerà sabato (18 dicembre) nel match contro la Roma.

La casacca è stata presentata nella serata di ieri, 15 dicembre. Si tratta di una divisa che, come ogni anno, l'Atalanta ha fatto realizzare appositamente per l'ultimo match casalingo prima del Natale e che riguarda anche a una pregevole iniziativa benefica: le divise indossate dai calciatori nerazzurri, infatti, verranno poi messe all'asta e l'intero ricavato verrà donato all'associazione Amici della Pediatria dell'ospedale Papa Giovanni. Subito, però, i tifosi hanno notato un particolare strano nella divisa di quest'anno: lo skyline di Città Alta inserito nella parte bassa della maglietta, in realtà... non rappresentava Città Alta.

Ovviamente, la polemica è ben presto divampata sui social. E sui media locali. Molti hanno sottolineato come quel profilo cittadino sia più simile a quello di Torino che a quello di Bergamo, ma in realtà sembra uno skyline "immaginario", mix di più città, in particolare il capoluogo piemontese e addirittura Istanbul. Di certo, però, di bergamasco c'è ben poco. Per praticamente tutta la giornata, l'Atalanta (accusata di non essersi accorta del pacchiano errore dei disegnatori) ha taciuto. Almeno fino al tardo pomeriggio di oggi, quando sul proprio sito ha pubblicato un comunicato della Joma particolarmente polemico e che pubblichiamo di seguito integralmente.

«Relativamente alle notizie riguardanti il dettaglio dello skyline di Bergamo presente sulla maglia che l’Atalanta indosserà in occasione dell’ultima gara casalinga prima della sosta di Natale, Joma Sport intende confermare e sottolineare che lo skyline inserito quale elemento distintivo e principale della maglia, realizzata e prodotta appositamente da Joma per la 12ª edizione del Christmas Match, è il profilo della Città di Bergamo e non è riconducibile a nessun’altra città.

Trattandosi di una stilizzazione, consapevoli che alcuni dettagli possano non rimandare in modo fedele all’immaginario collettivo, e soprattutto consci che vi siano molteplici rappresentazioni dello skyline di Bergamo, nell’ambito della collaborazione che ormai dalla stagione 2017/2018 ci vede partner dell’Atalanta, abbiamo voluto rappresentare un punto di vista specifico di Città Alta. Con questa maglia, prodotta appositamente per il Christmas Match 2021, in cui i colori dell’Atalanta si fondono con lo skyline, abbiamo voluto dare slancio ad alcuni elementi di Bergamo, consapevoli soprattutto del fatto che la maglia sarebbe stata oggetto di un’attenzione particolare visto lo scopo benefico dell’asta natalizia organizzata dalla Società nerazzurra.

Con molto rammarico prendiamo atto che nessun organo di stampa, in special modo locale, abbia preventivamente contattato né Joma né Atalanta per chiedere informazioni sullo sklyline utilizzato, prima di iniziare una polemica social ed una seguente imprecisa rassegna stampa che ci lascia profondamente amareggiati visto l’obiettivo benefico che sta alla base dell’iniziativa».

Francamente, la toppa pare peggiore del buco. Delle semplici scuse sarebbero state forse più appropriate.