Maxi e Bianchi in attacco Cherubin al posto di Biava

Maxi e Bianchi in attacco Cherubin al posto di Biava
23 Settembre 2014 ore 15:45

Per il quarto turno del campionato di serie A, l’Atalanta farà visita questa sera, mercoledì 24 settembre, all’Inter del tecnico Mazzarri. La gara in programma allo stadio Giuseppe Meazza di Milano avrà inizio alle 20.45 e vedrà gli orobici scendere subito in campo dopo l’incredibile sconfitta interna patita dalla Fiorentina al termine di una gara da applausi.

Gli avversari.

L’Inter è ancora imbattuta in questo campionato. A quota 5 punti, frutto di una vittoria e due pareggi, la squadra di Mazzarri non ha ancora convinto fino in fondo e, nell’ultima giornata, sul campo del Palermo è arrivato un risultato di 1-1. Se non fosse stato per errori arbitrali (due gol annullati, il secondo regolare) e parate del portiere Sorrentino (il miracolo su Osvaldo nel finale è stato decisivo) avrebbe premiato con un successo una squadra che solo tre giorni prima era volata in Ucraina per affrontare il Dnipro in Europa League.

Le uniche certezze sugli undici che schiererà il tecnico di San Vincenzo stasera riguardano l’argentino Palacio che ormai è ristabilito dopo i problemi fisici iniziati al Mondiale. Per il resto, poche indicazioni da Mazzarri che sulle corsie esterne dovrebbe riproporre Dodò e Nagatomo affidando il cuore del centrocampo a Kovacic, due reti nelle ultime due gare e un rendimento incredibile in questo avvio di stagione.

I precedenti.

In serie A sono 106 i precedenti totali tra Inter e Atalanta. Le vittorie meneghine si fermano a quota 57, 22 quelle orobiche con 27 pareggi a completare la statistica. L’Atalanta conquista punti consecutivamente contro l’Inter da 6 partite (3 vittorie e 3 pareggi) e si tratta della striscia di imbattibilità più lunga dal 1959 ad oggi.

Inter e Atalanta segnano in questa sfida da quattro precedenti consecutivi, la squadra di Mazzarri a Milano non batte quella di Colantuono da tre stagioni e non è mai successo che l’Atalanta restasse imbattuta per quattro volte di fila contro l’Inter. Gli ultimi 16 precedenti casalinghi hanno visto i milanesi andare in gol per ben 15 volte. Nel 2014, l’Inter, è la squadra che ha pareggiato più partite in campionato: con i due di questo campionato siamo saliti a quota 10 match.

La gara sembra arrivare al momento giusto per sbloccare il numero 19 argentino dell’Atalanta German Denis. Contro l’Inter il Tanque ha segnato 7 gol in 10 confronti, la tripletta di due stagioni fa rappresenta qualcosa di storico perché per la prima volta un giocatore dell’Atalanta è riuscito a realizzare tante reti in casa dei nerazzurri di Milano.

8 foto Sfoglia la gallery

Le parole di Colantuono.

«Turnover? Vediamo, qualcosa potremmo cambiare come, invece, potremmo pure restare gli stessi della Fiorentina. Dipende molto da come i giocatori hanno recuperato dopo la gara con i viola. Mi prendo tutto il tempo necessario per le scelte, vogliamo fare bella figura». Con queste parole, il tecnico dell’Atalanta ha aperto la conferenza stampa di presentazione del match.

Per la gara di Milano sono tanti i dubbi che attanagliano il mister, ci sono alcune pedine che hanno avuto alcuni acciacchi e altre che potrebbero riposare un po’. «Benalouane  ha una caviglia in disordine, Biava non è al top così come Dramè che si è allenato sempre con la spalla fasciata e, a causa della postura, ha accusato alcuni fastidi nel finale di gara contro la Fiorentina. Abbiamo alternative quindi proporremo la squadra migliore». Notizia dell’ultim’ora Drmè ce la fa e giocherà titolare, e anche Maxi giocherà dal primo minuto con Rolando Bianchi in avanti.

In casa dell’Inter la Dea ha conquistato due successi nelle ultime due stagioni. Tuttavia, il comandante nerazzurro non vuole vivere di ricordi e pensa solo a proporre una squadra gagliarda e motivata come quella che si è ammirata al cospetto dei toscani nell’ultimo, sfortunato, turno di campionato.

«Dimentichiamo quanto fatto in passato. Adesso è importante concentrarsi, serve una gara fatta bene e con pochissimi errori per cercare un risultato positivo. L’Inter ha pareggiato a Torino e a Palermo, ma ha anche fatto sette gol al Sassuolo: stiamo attenti, prepariamola bene e andiamo in campo con la mentalità migliore».

Detto delle scelte di formazione ancora da fare, Colantuono non ha voluto nemmeno parlare troppo dei singoli e dei problemi che un uomo chiave come German Denis sta palesando. «Non voglio parlare di Denis, non serve. Ha sempre fatto gol con la maglia dell’Atalanta, viene da un’estate complicata, ma lo vedo in crescita. Decideremo se è meglio farlo partire ancora dall’inizio o se sia più giusto entrare dopo».

Probabili formazioni

Inter (3-5-2): Handanovic; Andreolli, Ranocchia, Juan Jesus; Nagatomo, Kovacic, M’Vila, Hernanes, Dodò; Palacio, Icardi. All.: Mazzarri

Atalanta (4-4-1-1): Sportiello; Zappacosta, Benalouane, Cherubin, Dramè; Estigarribia, Cigarini, Carmona, D’Alessandro; Moralez; Bianchi. All.: Colantuono

Arbitro: Gervasoni di Mantova.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia