Atalanta
Le pagelle

Musso strepitoso, Palomino e Demiral granitici. Sotto il 6 solo Lovato e Miranchuk

Grande prova dell'estremo difensore argentino e nel complesso anche della squadra. Peccato per i continui infortuni, con i cambi la squadra non è più stata ficcante come nel primo tempo

Musso strepitoso, Palomino e Demiral granitici. Sotto il 6 solo Lovato e Miranchuk
Atalanta 20 Ottobre 2021 ore 23:36

di Fabio Gennari

Musso 8: torna “Super Musso”, come a Vila-Real. Prima parata al 20’ su Fred (alzata in angolo), graziato da Rushford in pieno recupero del primo tempo (destro sulla traversa) e ancora bravo al 48’ quando con il corpo rimpalla Cristiano Ronaldo. Non può nulla sul destro di Rushford che vale il 2-1 dello United. Al 63’ è prodigioso su Cristiano Ronaldo, Maguire al 75’ insacca il 2-2 tutto solo, ma all’80’ è strepitoso su Bruno Fernandes: bucato all’81’ da Cristiano Ronaldo che sale in cielo davanti a Palomino e lì proprio non può nulla.

de Roon 6,5: grande primo tempo in una posizione non sua contro un avversario che ha il passo doppio. Con il passare dei minuti concede qualcosa a chi si presenta dalle sue parti (ed era prevedibile), ma nel complesso la partita resta positiva.

Demiral 7,5: inizia la gara come meglio non si poteva, al 29’ insacca pure il gol del 2-0 con un colpo di testa meraviglioso ed è la classica ciliegina sulla torta di una prestazione in cui sbava solo (da infortunato) in pieno recupero. (46’ Lovato 5,5: rischia il rosso al 56’ per un contatto con Cristiano Ronaldo, entra in un contesto difficile e fa quello che può. Più di così, era difficile)

Palomino 7: inizia la gara con 2-3 chiusure semplicemente incredibili, nel primo tempo è insuperabile e con il passare dei minuti commette un paio di sbavature. Su una di queste Ronaldo segna il gol del 3-2. Peccato, è l’ultimo che resta dei difensori solitamente impiegati e chiude sfinito.

Zappacosta 7: al 15’ manda in gol Pasalic, fino al riposo è imprendibile. In ritardo sul 2-2 di Maguire, la gara resta comunque da applausi nonostante il risultato finale.

Koopmeiners 7: palla con il contagiri per il raddoppio di Demiral (29’), tenta ancora fortuna al 79’ ma non è preciso. Della sua partita si ricordano tante cose belle e pochi, pochissimi errori. (80’ Pezzella sv)

Freuler 7,5: solito metronomo con tempi da regista e polmoni da mediano, la prestazione va applaudita perché ha dimostrato ancora una volta di valere questi livelli. Sul 2-2 di Maguire non riesce a rinviare.

Maehle 7: tante belle iniziative sulla fascia fin dalle prime battute, esce dal campo completamente spompato e questa volta è autore di un’ottima gara.

Pasalic 7: gela Old Trafford al 15’ con una deviazione da due passi su cross perfetto di Zappacosta. Si muove tra le linee ed è sempre un bel guastafeste per la formazione di casa che non riesce quasi mai a prenderlo. Esce quando le forze e la lucidità iniziano a mancare. (67’ Malinovskyi 6: sinistro dal cuore dell’area al 71’ con De Gea che dice di no, cerca di ravvivare il finale, ma l’inerzia della gara è tutta dei padroni di casa)

Ilicic 6,5: grande giocata per Zappacosta sul gol del vantaggio, errore decisivo in occasione del gol di Rushford (palla persa davvero in modo ingenuo) ed errore che è pesante perché permette ai padroni di casa di ripartire. (67’ Miranchuk 5,5: entra in un momento molto particolare e combina pochino, non aveva giocato nelle ultime gare e per cambiare il suo destino a Bergamo serve di più)

Muriel 6,5: nel primo tempo cerca qualche spunto ma è fondamentale soprattutto per lo sviluppo della manovra. Non si vede quasi mai al tiro ma ci pensano i compagni. Esce ad inizio ripresa. (56’ Zapata 6,5: grande controllo al 71’ e sinistro violento che costringe De Gea alla paratona di piede. Iniziativa importante che poteva valere il 3-1. Peccato)

All. Gasperini 7: sceglie lo stesso attacco di Empoli in avvio di gara e la prestazione della squadra è da applausi. Certo che se si fa male anche Demiral e ti trovi avanti 2-0 con sei titolari complessivamente fuori dai giochi è probabile uscire da Old Trafford con un brutto risultato. Peccato, questi infortuni però meritano una riflessione.