Tutti i rigori parati da Sportiello Ha superato pure Handanovic

Tutti i rigori parati da Sportiello Ha superato pure Handanovic
16 Dicembre 2015 ore 09:29

È stato l’unico raggio di sole nel grigissimo pomeriggio vissuto domenica al Bentegodi. La mano di Marco Sportiello protesa a deviare verso l’alto il penalty di Paloschi è la sola cartolina che i tifosi atalantini si sono portati a casa dalla brutta partita della Dea a Verona. Tutti lo hanno eletto migliore in campo, enfatizzando la sua attitudine a parare i calci di rigore, diventata ormai il biglietto da visita più celebre del numero 51 bergamasco. Nessuno, però, ha scritto la cosa più importante. Con la prestazione offerta contro il Chievo, il portierone nerazzurro ha superato l’interista Samir Handanovic nella percentuale di rigori parati. Un risultato sensazionale.

 

Milan-Atalanta, Sportiello

 

Quinto penalty respinto su tredici tentativi. L’estremo difensore orobico gioca in Serie A solo da due stagioni ed è arrivato a quota 5 rigori parati su 13. Ovvero il 38,4% del totale. Samir Handanovic, tra Udinese e Inter, ha finora respinto in serie A 20 calci di rigore sui 55 che gli avversari hanno calciato e la sua percentuale si ferma al 36,4%. Differenze di pochi punti percentuali, ma, a ogni modo, nette: dagli undici metri, Sportiello è il migliore del campionato. È vero, Handanovic gioca da più stagioni in Serie A e quindi ha avuto più rigori, tuttavia il dato fa riflettere.

I dati di quest’anno. E qualora restringessimo la statistica solo a questa stagione i numeri diventano ancora più incredibili. In tutta la Serie A 2015/16, su 40 rigori assegnati ne sono stati realizzati 33: dei 7 falliti, 3 sono quelli parati da Sportiello mentre gli altri 4 se li dividono gli altri 19 portieri (più qualche riserva). Il record assoluto di calci dagli undici metri respinti appartiene sempre ad Handanovic, nel 2010/2011 con la maglia dell’Udinese l’estremo difensore sloveno ne respinse addirittura 6 su 8 tentativi. In quella stagione, Sportiello giocava nel Seregno (serie D) e si accontentava di respingere solo un penalty, sul campo del Rivoli. L’anno successivo, in casa con il suo Poggibonsi riuscì a dire di no alla Sambonifacese (unico rigore parato in Lega Pro). Prima dell’esperienza con l’Atalanta queste erano le uniche due gioie della sua carriera contro i rigoristi avversari.

Doppia prodezza con il Nantes nel Bortolotti all’esordio. Prima di rivedere tutti i rigori parati da Sportiello in Serie A, è giusto ricordare come nella sera del suo esordio a Bergamo in prima squadra con l’Atalanta l’estremo difensore nerazzurro parò ben due calci di rigore e regalò il successo alla Dea. Era 2 agosto 2014, le squadre arrivarono a giocarsi il Trofeo Bortolotti dagli undici metri e il ragazzone cresciuto nel vivaio si fece notare per un doppio tuffo vincente.

 

 

In campionato, come detto, sono 5 le grandi parate di Sportiello. Nella stagione passata il portiere Atalantino ha detto di no a Palacio (Inter – Atalanta 2-0) e a Higuain (Atalanta – Napoli 1-1). Quest’anno la stessa sorte è toccata a Sansone (Sassuolo – Atalanta 2-2), Pogba (Juventus – Atalanta 2-0) e Paloschi (Chievo – Atalanta 1-0). Tutti gli interventi sono diversi, tutti sono arrivati in situazioni particolari, ma il comune denominatore è lo stesso: grande lavoro, grande freddezza e guizzo vincente.

 

1 – Inter – Atalanta 2-0 del 25 settembre 2014: Palacio

 

2 – Atalanta – Napoli 1-1 del 29 ottobre 2014: Higuain

https://youtu.be/LTeYg89t1Rs?t=1m54s

 

3 – Sassuolo – Atalanta 2-2 del 13 settembre 2015: Sansone

 

4 – Juventus – Atalanta 2-0 del 25 ottobre 2015: Pogba

 

5 – Chievo – Atalanta del 13 dicembre 2015: Paloschi

 

Taglialatela il migliore, Handanovic e Marchegiani alle sue spalle. Sul web sono molti i dati che si possono trovare ma un po’ tutte le fonti sono concordi. Statisticamente, il miglior portiere nella specialità dei calci di rigore è stato il napoletano Giuseppe Taglialatela. L’ex portiere azzurro ha chiuso la sua carriera con il 42,7 % dei tiri respinti, praticamente quasi la metà dei 28 penalties che si è trovato a fronteggiare. Dietro di lui ci sono campioni come Samir Handanovic ma anche Luca Marchegiani (Lazio, 26,1%), Jean Francois Gillet (Bari e Torino, 24,2%), Gianluca Pagliuca (Sampdoria, Bologna e Inter, 24%), Matteo Sereni (Sampdoria, Bologna ed Empoli. 22%) e Sebastiano Rossi (Milan. 20,4%). L’eterno Gianluigi Buffon è fermo al 18,52% ma quantità di partite giocate e rigori affrontati (più di un centinaio) sono di un altro livello. Marco Sportiello, per ora, studia da grande e intanto migliora sempre: se continua di questo passo, il record stagionale di Handanovic è seriamente in pericolo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia