Date una cattedra a de Roon E il voto più alto? A Edy Reja

Date una cattedra a de Roon E il voto più alto? A Edy Reja
06 Dicembre 2015 ore 17:40

Nonostante le 7 assenze e le pochissime alternative a disposizione, l’Atalanta si sbarazza facilmente del Palermo, trascinata da Denis e da un super de Roon. Nel complesso sono tanti gli atalantini sopra la media, molti i 7 in pagella e tantissimi i sorrisi. Unico neo? Il rosso a Migliaccio dopo 30” dal suo ingresso in campo: la decisione di Russo è esagerata, l’espulsione proprio non ci stava.

4 foto Sfoglia la gallery

Sportiello 7,5: poche parate ma decisive. Il primo grande intervento al 21’ sul sinistro in corsa di Chochev, si ripete sempre sul bulgaro al 44’ che ci prova su punizione. Nel secondo tempo non deve fare molto, al 63’ lo salva Cherubin, ma nel complesso si conferma una sicurezza. Chiude con una super parata su Lazaar.

Raimondi 7: primo tempo molto intenso, i suoi duelli sulla fascia con Gilardino e Trajkoski lo vedono uscire quasi sempre vincitore. Nella ripresa Ballardini gli mette contro un esordiente come Pezzella che sulla corsa potrebbe metterlo in difficoltà ma Cr77 controlla le operazioni senza affanno. Come sempre tra i migliori.

Paletta 6,5: cambia il partner (prima Toloi, poi Stendardo e stavolta Cherubin), ma le sue prestazioni non ne risentono mai. Il Palermo davanti è poca cosa ma lui è bravo a restare sempre sul pezzo, per uno del suo livello pomeriggio di ordinaria amministrazione.

Cherubin 7: segna il primo gol con la maglia dell’Atalanta al suo rientro in campo da titolare, si conferma pedina di grandissimo affidamento soprattutto per la capacità di farsi trovare pronto ad ogni chiamata. Al 63’ salva sulla linea un pallone di Gilardino.

Brivio 6,5: con Kurtic e Gomez forma una bella catena mancina. In fase di spinta è costante, in copertura è attento e si guadagna abbondantemente la pagnotta.

Cigarini 6,5: altra gara da titolare, la quinta di fila in campionato, altra buonissima prestazione. Non è al meglio e dal punto di vista della freschezza atletica qualcosa paga, accarezza spesso il pallone e anticipa le giocate con la solita intelligenza. Bella conferma.

de Roon 7,5: sbaglia qualche pallone in più del solito ma la sua prova è ancora una volta importante sia dal punto di vista della quantità che della qualità. Chiude la gara con gol spettacolare da fuori area: il suo sinistro arriva poco dopo l’espulsione di Migliaccio e mette in ghiaccio il risultato. Trascinatore.

Kurtic 7: conferma le buona impressioni destate a Roma, si ripete sia in fase di propulsione (Hiljemark toglie dai suoi piedi il pallone del 3-0) che in copertura: emblematico, in questo senso, il salvataggio ad inizio ripresa su Trajkovski pronto a battere Sportiello. Esce tra gli applausi nel finale, gara positiva. (76’ Migliaccio sv: nemmeno 30” di partita, intervento scomposto con piede destro sulla spalla di Trajkoski e rosso immediato decisamente discutibile. Incredibile).

Moralez 7: solito motorino inesauribile, stranamente è poco preciso sia in fase di assist che di conclusione: al 45’ manda fuori da due passi un bel pallone di Gomez. Spesso viene fermato fallosamente, al 67’ Gonzalez lo falcia da dietro e il rosanero meritava il rosso. Stringi stringi, in tutte le azioni più importanti c’è il suo zampino. (83’ Estigarribia sv)

Denis 7.5: apre il match con un colpo di testa a colpo sicuro (al 10’ miracolo di Sorrentino), sblocca lo 0-0 con il gol numero 55 in maglia atalantina e per tutto il primo tempo sembra pienamente recuperato sia dal punto di vista fisico che mentale. Cala un po’ alla distanza, al 73’ sfiora il 3-0 con un gran destro e il 4-0 in pieno recupero gli viene annullato per fuorigioco di Cigarini. Ritrovato.

Gomez 6,5: Goldaniga parte subito con un paio di entrate dure, lui non si scompone e cerca come al solito di creare superiorità numerica con rapidità. Mette al centro alcuni cross perfetti, si batte senza soluzione di continuità e nel finale lascia spazio a D’Alessandro. (73’ D’Alessandro 6: entra subito in partita, è suo l’assist per il 3-0 di de Roon, nel finale serva a Denis il pallone del 4-0 poi annullato).

All. Reja 8: vittoria doveva essere e vittoria è stata. Senza un sacco di giocatori (Toloi, Stendardo, Dramè, Bellini, Grassi, Carmona e Pinilla) manda in campo una squadra quadrata e solida che non rischia mai nulla e annienta il Palermo. Se tutti stanno sulla corda e offrono simili garanzie, il merito è tutto di chi tiene il timone.

Palermo: Sorrentino 7, Andelkovic  5(53’ Morganella 6), Goldaniga 5,5, Gonzalez 5, Lazaar 5,5, Hiljemark 5 (56’ Quaison 5), Jajalo 5,5 (65’ Pezzella 6), Chochev 6,5, Brugman 6, Trajkovski 6,5, Gilardino 5. Ballardini 5

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia