Atalanta

Un pezzo di storia se ne va Dea, finisce la partita di Bellini

Un pezzo di storia se ne va Dea, finisce la partita di Bellini
Atalanta 01 Luglio 2015 ore 09:38

I contratti scaduti di Bellini, Biava, Scaloni, Avramov, Emanuelson e Frezzolini, le voci messe in giro ad arte da alcuni procuratori, la situazione di Baselli, Cigarini e Carmona oltre a quella di Zappacosta che piace alla Juventus. Il giorno dopo la presentazione dei lavori allo stadio e in attesa della Campagna Abbonamenti che verrà svelata mercoledì 8 luglio, l’attenzione torna tutta sui calciatori e sulle voci di mercato.

 

03-05-15  Atalanta - Lazio  CAMPIONATO SERIE A TIM 2014-15Bellini

 

Finisce un’era. Il 1 luglio 2015 sarà per sempre una data storica per l’Atalanta. Oggi finisce il contratto del giocatore che più di tutti ha indossato la casacca degli orobici: Gianpaolo Bellini ha chiuso a quota 420 partite e 11 gol la sua vita calcistica con l’Atalanta. Nato a Sarnico e cresciuto nel vivaio, Bellini ha fatto il suo esordio con l’Atalanta domenica 11 aprile 1999 nella gara interna contro il Verona. Ben 5924 giorni dopo, Bellini smette i panni del giocatore (non è stato proposto nessun rinnovo di contratto come calciatore) e si appresta (forse) ad indossare quelli del dirigente. Ruolo e dettagli di ciò che Bellini farà con l’Atalanta non sono ancora ben chiari, la proprietà e il giocatore si rivedranno presto e verrà fatta una scelta. Oltre a Bellini, da oggi non fanno più parte dell’Atalanta anche Giuseppe Biava, Lionel Scaloni, Vlada Avramov, Giorgio Frezzolini e Urby Emanuelson. I due difensori hanno ormai un’età decisamente avanzata e la decisione è meramente anagrafica, per Avramov è stata fatta una scelta tecnica con l’acquisto di Bassi (svincolato dall’Empoli) mentre Frezzolini potrebbe rinnovare come terzo portiere. Emanuelson, arrivato a gennaio dalla Roma, ha giocato poco e non ha mai convinto. Da oggi sarà libero di accasarsi dove vuole.

 

v

 

Baselli, Cigarini e Carmona. Il centrocampo nerazzurro è sempre al centro di tante voci di mercato ma, all'atto pratico, non ci sono novità decisive. La situazione più calda riguarda sicuramente Daniele Baselli ma, nonostante si parli spesso di incontri imminenti e risolutivi con il Milan, i rossoneri non chiudono. Probabilmente alla fine Galliani farà la mossa decisiva e la mezz'ala dell'Under 21 vestirà il rossonero, resta da capire quando e per quanti milioni mentre l'Atalanta ha già preso Kurtic, suo sostituto e in predicato di partire come titolare. Per Cigarini, un paio di giorni fa, sono circolate voci di un'improvvisa accelerata delle trattative con lo Swansea. Non c'è niente di vero, la notizia è stata mal riportata e le parole di Giovanni Bia (agente del numero 21 emiliano) sono state travisate da chi le ha raccolte. I gallesi hanno manifestato interesse ormai tre settimane fa all'agente ma con l'Atalanta non hanno affondato il colpo. Cigarini resta saldamente al centro del prossimo progetto atalantino, chi lo vuole deve mettere in conto almeno 15 milioni di euro tra acquisto e ingaggio. Carlos Carmona sta trascorrendo le sue vacanze in Cile, l'agente Leo Rodriguez dopo aver seguito la vicenda Denis si starebbe occupando delle trattative con il Siviglia. Il condizionale è d'obbligo perchè all'Atalanta, di offerte vere, non ne sono mai arrivate. Anche per Carmona, dunque, bisognerà attendere alcune settimane e non è escluso che dopo qualche giorno in più di riposo anche lui salirà a Rovetta per lavorare con i compagni.

 

SPO,CALCIO Atalanta Stagione 2014-2015

 

Zappacosta piace alla Juve. Ai microfoni di Sportitalia, il direttore dell'area tecnica Giovanni Sartori ha parlato di alcuni giocatori atalantini, compreso Zappacosta. L'esterno di Sora piace parecchio, la Fiorentina è sulle sue tracce ma anche la Juventus ha dimostrato interesse durante i tanti incontri che sono avvenuti nelle ultime settimane per le comproprietà. «Credo che Zappacosta sia un giocatore adattissimo alla Juventus», riporta TuttomercatoWeb.com dalla diretta di Sportitalia, «per giocare a cinque, per giocare il primo anno e avere un approccio dietro Lichtsteiner, ma nel tempo potrebbe benissimo sostituirlo ed essere il suo sostituto naturale. Detto questo abbiamo fatto altre operazioni, vedi le quattro comproprietà più Boakye riscattato completamente. Hanno manifestato un gradimento, ma non c'è nessuna trattativa, questo mi sento di dirlo, anche se Zappacosta piace, perchè è un giocatore che ha fatto molto bene. Agli Europei è stato molto positivo, però da qua al 31 agosto possono succedere tante cose. Siamo solo agli inizi di un calciomercato che non mi sembra ricchissimo, però potrebbe far nascere magari qualcosa di interessante anche per l'Atalanta».

 

1973012_w2

 

Lo svedese Rhoden e il gioco dei procuratori. Infine, ecco una notizia che, in realtà, notizia non è. Il centorcampista svedese dell'Elfsborg Marcus Rohdén (classe 1991) sarebbe molto vicino all'Atalanta, scrivono alcuni media. A dir la verità, non c'è nessuna trattativa in corso né un interessamento concreto. Almeno per ora. La verità è che con Baselli in uscita e l'arrivo di Kurtic, in attesa degli eventi, la Dea in mezzo al campo è a posto visto che anche Migliaccio ha rinnovato e ci sono alcuni giovani che potrebbero restare. Queste voci, soprattutto quando si tratta di giocatori stranieri ai più sconosciuti, piombano in Italia perchè ci sono i procuratori che spingono per far arrivare i propri assistiti in Serie A. I calciatori vengono proposti ai dirigenti nostrani, poi la proposta viene fatta arrivare ai giornali sotto forma di interessamento da parte di questa o di quella società. Il risultato è che il nome circola e la pubblicità aumenta, se ci sono altri presidenti interessati scatta la corsa al contatto per evitare pericolose aste e il procuratore raggiunge il suo obiettivo: piazzare il giocatore.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter