Girandola di difensori

Ora è ufficiale: Romero al Tottenham e Demiral alla Dea. Il turco: "Vincere sarebbe speciale"

Annunci ufficiali e parole al miele sia per l'argentino in partenza che per il turco in arrivo. L'ex Juventus ha subito messo le cose in chiaro: vuole vincere

Ora è ufficiale: Romero al Tottenham e Demiral alla Dea. Il turco: "Vincere sarebbe speciale"
Atalanta 07 Agosto 2021 ore 06:29

di Fabio Gennari

Si sapeva tutto, da giorni, ma il momento degli annunci ufficiali è sempre particolare. Da venerdì pomeriggio l'argentino Cristian Romero è ufficialmente un giocatore del Tottenham, la formula non deve ingannare (prestito con diritto di opzione, scrive l'Atalanta sul suo sito) perché si tratta di tecnicismi: il passaggio agli Spurs va considerato definitivo perché c'è anche un'opzione di vendita a favore della Dea che trasformerà il prestito in cessione a fronte di una valutazione complessiva da 57 milioni di euro, bonus compresi.

Poche ore prima, sempre attraverso atalanta.it e con la "sponda" della Juventus (che ha confermato) c'è stato l'annuncio di Merih Demiral che è diventato il primo turco della storia nerazzurra. Il centrale ha preso il numero 28, arriva in prestito con diritto di riscatto (nessun obbligo) e la Dea lo pagherà 2,5 milioni più altri 20 in caso di conferma al termine della stagione 2021/22. Particolare importante: la Juventus ha confermato che per il riscatto di Romero l'Atalanta pagherà 16 milioni ma in 3 esercizi, quindi l'esborso immediato sarà di poco superiore ai 5 milioni.

Amichevole Atalanta - Pordenone

«Purtroppo è arrivato il giorno che mai avrei pensato potesse arrivare così presto - ha scritto Romero su Instagram -. Dico purtroppo perché nell’Atalanta ho trovato più di un semplice club, ma una vera e propria famiglia con la quale ho potuto crescere ed esaudire alcuni dei miei sogni da bambino come quello di giocare e vincere con la mia nazionale. Ringrazio la famiglia Percassi che ha creduto in me più di chiunque altro un anno fa, tutti i miei compagni, il mister, tutto lo staff e dirigenti. Ma soprattutto voglio salutare i tifosi bergamaschi perché mi hanno fatto sentire a casa e mi hanno accolto come uno di loro. Sono sicuro che un giorno ci rivedremo e vi prometto che avrete un tifoso in più che vi seguirà in ogni partita. Grazie per tutto».

Molto carico il nuovo acquisto Demiral che ha parlato così ai canali ufficiali della Dea. «Sono molto felice, arrivo in una grande squadra, con degli splendidi tifosi. Una bella opportunità per me, molto importante, quest’anno sarà un a grande occasione. Sono giovane, ma ho anche esperienza, voglio lavorare con Gasperini: tutti mi dicono che gli allenamenti sono duri, ma a me va bene, anzi è meglio e spero di iniziare subito a lavorare. Obiettivi? Vincere un trofeo, già quest’anno, ho già vinto con la Juventus, ma qui sarebbe ancor più speciale».

Di certo il numero 28 nerazzurro non ha nessun problema a mettersi completamente a disposizione del gruppo. «Questo campionato è difficile, ma la squadra è forte e ha una grande mentalità. La Serie A è lunga, vediamo cosa succede, c’è anche la Champions League che è molto importante e sempre speciale da giocare. L’Atalanta, però, ormai ha una certa esperienza. La maglia sudata sempre? Per me è qualcosa di serio, quando gioco voglio dare tutto, in allenamento e in partita, mi piace sentire la spinta dei tifosi».