Le pagelle di Inter-Atalanta

Palomino sontuoso con Lukaku, Malinovskyi entra e cambia la partita

Prestazione in crescita dei nerazzurri che partono male ma nel finale sfiorano il colpaccio. Gara insufficiente di Zapata

Palomino sontuoso con Lukaku, Malinovskyi entra e cambia la partita
11 Gennaio 2020 ore 23:08

di Fabio Gennari

Lukaku è un campione ma Palomino lo controlla molto bene; ottimo l’ingresso di Malinovskyi a supporto dei compagni con l’ucraino sempre incisivo in attacco; peccato per il rigore conquistato ma poi fallito da Muriel a ridosso del 90’esimo. Unico voto negativo? Duvan Zapata: il colombiano non è ancora al meglio ma solo giocando la forma può migliorare.

Gollini 6: subito battuto dal destro di Martinez, si vede per la prima volta dopo 87’ minuti e quell’intervento gli vale il 6 in pagella. Salvato da Palomino nel primo tempo su Martinez.

Toloi 6,5: parte male su Martinez, alla prima combinazione con Lukaku il numero 10 dell’Inter lo supera nel contrasto e batte Gollini. Si riprende con il passare dei minuti, costringe al miracolo Handanovic al 41’ ma sulla ribattuta non insacca perché Martinez da terra lo disturba: Rocchi, incredibilmente, non interviene. Secondo tempo in netta crescita, gara nel complesso positiva.

Djimsiti 6,5: primo tempo da libero in appoggio ai compagni impegnati contro Martinez e Lukaku, si comporta bene e rilancia pure spesso l’azione offensiva. Anche nel secondo tempo continua sulla stessa falsariga. Partita ampiamente sufficiente.

Palomino 7,5: salvataggio prodigioso al 23’ sulla linea di porta dopo una grande giocata di Martinez da posizione impossibile; lotta duramente con Lukaku, che è davvero un brutto cliente, ma per tutto il primo tempo esce spesso vincitore. Alla fine è il migliore in campo.

Hateboer 6,5: meno preciso di altre volte ma sempre molto propositivo in fase di spinta. Ha il grande merito di tenere sempre in apprensione Biraghi.

De Roon 7: gara di grande sofferenza in cui gioca spesso da dominatore del centrocampo nonostante sia molte volte da solo a rincorrere tutti. Bravo a non perdere mai la bussola.

Pasalic 6: sfiora il gol del pareggio al 9’ su assist di tacco di Ilicic; in campo da centrocampista puro non sfigura ed è sempre nel vivo dell’azione. Appoggia a Gosens un gran pallone al 67’ ma il compagno non insacca, esce nel finale per Muriel con la Dea che cerca il tutto per tutto. (70’ Muriel 6: entra in campo benissimo e grazie a lui la squadra gioca molto bene, però fallisce al minuto 88’ un rigore pesantissimo e questo gli vale mezzo voto in meno).

Gosens 6,5: primo tempo un po’ più timido del solito, al 67’ spara in curva un ottimo assist di Pasalic dal cuore dell’area di rigore e si dispera. Segna con una bella zampata il gol del pareggio al 75’ su spizzata di Malinovskyi. (90’ Castagne sv)

Gomez 7: cerca la posizione per lunghi tratti senza trovare quasi mai il pertugio decisivo, ha il merito enorme di non uscire mai dalla partita e quando ha la palla tra i piedi riesce sempre a combinare qualcosa di interessante.

Zapata 5,5: in campo dall’inizio ben 97 giorni dopo Atalanta-Lecce, si vede un paio di volte alla conclusione di testa, al 15’ e al 18’, ma non è efficace. Lotta e sgomita ma non è ancora a posto, mezzo voto in più per l’impegno e per l’importanza dei minuti giocati in previsione futura. (53’ Malinovskyi 7,5: prende subito un incredibile palo esterno con il mancino (55’), va a contrasto sul pallone che poi Gosens insacca e guadagna il rigore del possibile 2-1. Grande ingresso in campo).

Ilicic 6,5: delizia per Pasalic al 9’ con il croato che va subito al tiro. È sempre in agguato e un paio di giocate sono da urlo. Si accende a intermittenza, come al 75’, quando dalla sua conclusione nasce il gol del pareggio.

All. Gasperini 7: ha il merito di aggiustare la squadra dopo aver scelto Zapata dal primo minuto. Bravo a giocarsi bene i cambi e nel finale a portare tutti avanti senza mai rischiare nulla. Si poteva vincere, peccato ma la prestazione è ottima.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia