Atalanta
Dopo il Venezia

Parla Gritti (e non Gasperini): «Vittoria importantissima, c'era qualche bisbiglio di troppo...»

Il vice del mister nerazzurro analizza l'importante successo al Penzo. Sottolineando come le prestazioni non siano mai mancate

Parla Gritti (e non Gasperini): «Vittoria importantissima, c'era qualche bisbiglio di troppo...»
Atalanta 23 Aprile 2022 ore 17:27

Nel dopo partita di Venezia, ai microfoni di Dazn si presente mister Tullio Gritti invece del Gasp. Ed è dunque il vice del tecnico di Grugliasco ad analizzare l'importante vittoria sul Venezia. Anzi, la «importantissima vittoria. Perché le ultime sconfitte ci avevano abbattuto il morale, creando anche qualche bisbiglio di troppo».

Secondo Gritti, però, la prestazione non era mai mancata: «Le partite le abbiamo sempre giocate, anche quando abbiamo perso. Ci mancava invece qualcosa davanti. Oggi, con Zapata e Muriel in forma, le cose sono cambiate. È un risultato importante per il morale e che ci riporta vicino alle zone dove vogliamo essere».

Fondamentale nella vittoria la prova di Zapata: «Di attaccanti come lui non ne abbiamo - spiega Gritti -. Ha forza fisica e qualità tecniche. Essendo mancato per così tanto tempo, ci abbiamo perso, la sua assenza ha influito. Anche Muriel, vicino a lui, è molto più decisivo. All'andata, con Duvan al top, abbiamo fatto il nostro girone migliore di sempre, poi purtroppo gli infortuni non li puoi prevedere...».

Gritti spiega anche che Gasperini è soddisfatto della prova dei suoi. «Ma lo era anche dopo alcune sconfitte - aggiunge -. Poi gli episodi purtroppo incidono, decidono i risultati, magari ti fanno perdere e cambiano i giudizi finali. Ma dal punto di vista del gioco non siamo mai mancati».

Con questi tre punti, l'Atalanta può guardare con maggior ottimismo alla corsa alle posizioni che significano Europa. «Mancano ancora un po' di partite - conclude Gritti -, ci sono anche diversi scontri diretti e in quei casi non possono vincere entrambe le formazioni. Quindi noi ci crediamo e lo faremo finché la matematica non ci darà un verdetto finale».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter