Atalanta

La partita era quasi agostana Ma che cuore i 416 allo stadio

La partita era quasi agostana Ma che cuore i 416 allo stadio
Atalanta 25 Maggio 2015 ore 09:38

Quella andata in scena domenica a Verona contro il Chievo è stata l’ultima trasferta dell’anno per i tifosi dell’Atalanta. L’1-1 strappato al Bentegodi da Moralez e compagni ha regalato ai 416 appassionati giunti da Bergamo un punto superfluo per la classifica, ma soprattutto una prestazione più che buona e tante indicazioni per il futuro. In attesa di capire come sarà l’Atalanta che verrà, ecco la tranquilla domenica di chi ha deciso di esserci, nonostante gli stimoli e le tensioni pre-gara fossero quelle di un’amichevole agostana.

24 MAGGIO 2015 STADIO BENTEGODI DI VERONA - CHIEVO VERONA - ATALANTA00327
Foto 1 di 20

Tifosi Atalanta. Photo Mariani

24 MAGGIO 2015 STADIO BENTEGODI DI VERONA - CHIEVO VERONA - ATALANTA00331
Foto 2 di 20

Tifosi Atalanta. Photo Mariani

24 MAGGIO 2015 STADIO BENTEGODI DI VERONA - CHIEVO VERONA - ATALANTA00560
Foto 3 di 20

Tifosi Atalanta. Photo Mariani

24 MAGGIO 2015 STADIO BENTEGODI DI VERONA - CHIEVO VERONA - ATALANTA00564
Foto 4 di 20

Tifosi Atalanta. Photo Mariani

24 MAGGIO 2015 STADIO BENTEGODI DI VERONA - CHIEVO VERONA - ATALANTA00568
Foto 5 di 20

Tifosi Atalanta. Photo Mariani

24 MAGGIO 2015 STADIO BENTEGODI DI VERONA - CHIEVO VERONA - ATALANTA00570
Foto 6 di 20

Tifosi Atalanta. Photo Mariani

24 MAGGIO 2015 STADIO BENTEGODI DI VERONA - CHIEVO VERONA - ATALANTA00573
Foto 7 di 20

Tifosi Atalanta. Photo Mariani

24 MAGGIO 2015 STADIO BENTEGODI DI VERONA - CHIEVO VERONA - ATALANTA00574
Foto 8 di 20

Tifosi Atalanta. Photo Mariani

24 MAGGIO 2015 STADIO BENTEGODI DI VERONA - CHIEVO VERONA - ATALANTA00575
Foto 9 di 20

Tifosi Atalanta. Photo Mariani

24 MAGGIO 2015 STADIO BENTEGODI DI VERONA - CHIEVO VERONA - ATALANTA00576
Foto 10 di 20

Tifosi Atalanta. Photo Mariani

24 MAGGIO 2015 STADIO BENTEGODI DI VERONA - CHIEVO VERONA - ATALANTA00577
Foto 11 di 20

Tifosi Atalanta. Photo Mariani

24 MAGGIO 2015 STADIO BENTEGODI DI VERONA - CHIEVO VERONA - ATALANTA00579
Foto 12 di 20

Tifosi Atalanta. Photo Mariani

24 MAGGIO 2015 STADIO BENTEGODI DI VERONA - CHIEVO VERONA - ATALANTA00580
Foto 13 di 20

Tifosi Atalanta. Photo Mariani

24 MAGGIO 2015 STADIO BENTEGODI DI VERONA - CHIEVO VERONA - ATALANTA00581
Foto 14 di 20

Tifosi Atalanta. Photo Mariani

24 MAGGIO 2015 STADIO BENTEGODI DI VERONA - CHIEVO VERONA - ATALANTA00582
Foto 15 di 20

Tifosi Atalanta. Photo Mariani

24 MAGGIO 2015 STADIO BENTEGODI DI VERONA - CHIEVO VERONA - ATALANTA00584
Foto 16 di 20

Tifosi Atalanta. Photo Mariani

24 MAGGIO 2015 STADIO BENTEGODI DI VERONA - CHIEVO VERONA - ATALANTA00586
Foto 17 di 20

Tifosi Atalanta. Photo Mariani

24 MAGGIO 2015 STADIO BENTEGODI DI VERONA - CHIEVO VERONA - ATALANTA00594
Foto 18 di 20

Tifosi Atalanta. Photo Mariani

24 MAGGIO 2015 STADIO BENTEGODI DI VERONA - CHIEVO VERONA - ATALANTA01002
Foto 19 di 20

Tifosi Atalanta. Photo Mariani

24 MAGGIO 2015 STADIO BENTEGODI DI VERONA - CHIEVO VERONA - ATALANTA01005
Foto 20 di 20

Tifosi Atalanta. Photo Mariani

Il sole di Verona. Quella a Verona con il Chievo è una partita super tranquilla dal punto di vista della tifoseria. Nel settore ospiti si sono visti tanti bambini, parecchi anche i papà orgogliosi ad applaudire i giocatori dell’Atalanta. Quasi tutti, con la maglietta della Dea addosso sotto il caldo sole veronese. I bus organizzati sono partiti da Bergamo dopo pranzo, gli amici de “Chei de la Coriera” hanno lasciato la città alle 12.30 con un torpedone esaurito da giorni, mentre il Centro di Coordinamento ha colorato la curva riservata ai bergamaschi con tanti vessilli nerazzurri che hanno ricordato la “Settimana Nerazzurra” organizzata in passato nel centro città.

Totò, Dafne e gli altri irriducibili. Tra chi è arrivato in bus e chi invece non ha trovato posto e quindi ha scelto la macchina, il settore ospiti dello stadio scaligero ha contato oltre 400 tifosi bergamaschi. C’erano anche gli irriducibili come Totò e Dafne (di loro abbiamo raccontato le trasferte di Napoli e di Palermo) ma anche tanti altri amici che, se non fosse stato per i tre mesi di sospensione a cavallo di fine anno imposti da Alfano dopo gli incidenti con la Roma, sarebbero stati quasi ovunque.

Tifo a sprazzi. Tra i vari striscioni presenti, si sono visti quelli di Zanica e Lecco ma anche alcuni club Amici che hanno deciso di sfruttare la vicinanza per sostenere la squadra. I cori si sono sentiti, il clima di fine stagione è stato abbracciato dal tiepido Bentegodi senza grandi scossoni (circa 10mila spettatori, qualche voce bianca in Tribuna Centrale ad incitare il Chievo e poco trasporto nella Curva di casa) e solo dopo il gol del vantaggio di Gomez è arrivato forte e netto l’incitamento dei bergamaschi per una vittoria sfumata solo nel finale.

Mapello in tour. Se la quasi totalità dei tifosi al seguito ha scelto la toccata e fuga, il club Amici dell’Atalanta di Mapello ha optato per una vera e propria gita nella città di Giulietta e Romeo. Come da programma diffuso nelle settimane precedenti, gli amici dello storico club isolano (l’anno prossimo, a Mapello, si festeggeranno i 50 anni dalla fondazione) sono partiti alle 7.30 e di buon mattino erano già a Verona. Tra le 9 e le 12 c’è stata l’occasione di visitare il centro storico e la zona dell’Arena, mentre per il pranzo i partecipanti hanno potuto dividersi tra il tavolo organizzato e i tanti ristoranti della zona. Dopo essersi rifocillati, alle 14 i tifosi di Mapello sono partiti a piedi alla volta dello stadio e hanno raggiunto il settore ospiti in assoluta tranquillità.

Tifosi Atalanta
Foto 1 di 16
Tifosi Atalanta
Foto 2 di 16
Tifosi Atalanta
Foto 3 di 16
Tifosi Atalanta
Foto 4 di 16
Tifosi Atalanta
Foto 5 di 16
Tifosi Atalanta
Foto 6 di 16
Tifosi Atalanta
Foto 7 di 16
Tifosi Atalanta
Foto 8 di 16
Tifosi Atalanta
Foto 9 di 16
Tifosi Atalanta
Foto 10 di 16
Tifosi Atalanta
Foto 11 di 16
Tifosi Atalanta
Foto 12 di 16
Tifosi Atalanta
Foto 13 di 16
Tifosi Atalanta
Foto 14 di 16
Tifosi Atalanta
Foto 15 di 16
Tifosi Atalanta
Foto 16 di 16

Lo striscione per Cavagna. Tra i tanti vessilli nerazzurri esposti a Verona, campeggiava un drappo bianco con la scritta “Yanis 88”. Era dedicato a Yanis Cavagna, un ragazzo della Primavera dell’Atalanta che mister Reja ha deciso di convocare portandolo in panchina. Per Cavagna, capitano nella squadra allenata da Bonacina, la prima maglia numero 88 in serie A è stata una grande emozione. Cinzia, grande tifosa atalantina di Bracca, ha voluto salutare la prima volta in panchina del ragazzo di Serina con uno striscione personalizzato: «Yanis Cavagna è un ragazzo molto semplice, in famiglia sono tre fratelli e suo padre è un medico molto conosciuto e stimato a Serina. Con l’aiuto della madre,gestiscono un albergo ristorante di famiglia. È molto bravo, dopo averlo seguito in primavera ho sempre creduto nella prima convocazione in serie A. Credo che la semplicità sia uno dei suoi valori più importanti, ha la testa giusta e penso che possa fare una grande carriera».

Seguici sui nostri canali