Atalanta
Il personaggio

Pasalic e i gol da ricordare: quello allo Spezia è il millesimo della Dea in trasferte di A

Quasi senza saperlo, anche sul campo del Picco il centrocampista di Gasperini si è reso protagonista di una rete a suo modo storica

Pasalic e i gol da ricordare: quello allo Spezia è il millesimo della Dea in trasferte di A
Atalanta Bergamo, 06 Gennaio 2023 ore 08:55

di Fabio Gennari

Resta il punto conquistato al termine di una prestazione certamente non da ricordare, ma il 2-2 di La Spezia, per Mario Pasalic, significa anche un'altra data da ricordare della sua carriera. Il centrocampista croato ha insaccato infatti il gol numero mille della Dea in Serie A (girone unico) nelle 1.064 partite giocate lontano da Bergamo. Rispetto ad altre occasioni, si tratta senza dubbio di una rete meno "consapevole" del significato statistico e storico, ma non è casuale che porti il nome del numero 88 nerazzurro.

Scorrendo i numeri di Pasalic a Bergamo si trovano spunti interessanti. Le 42 reti segnate in 183 presenze sono completate da 27 assist e poco più di diecimila minuti giocati. La media dice che il suo impiego è di poco inferiore ai 60' minuti a gara, eppure si trovano gemme importanti da ricordare: il primo punto dell'Atalanta in Champions League (1-1 con il City) è firmato da lui, il momentaneo 1-0 di Lisbona con il Psg porta ancora la sua firma e poi ci sono anche il gol a Manchester, un paio di triplette in A (una al Brescia) e molti altri momenti importanti.

Il gol numero mille di La Spezia ha un significato più piccolo per valore dell'avversario, contesto e partita, ma resta un segnale di come il ragazzo, quando viene chiamato in causa, sia capace di rispondere sempre presente.

Pasalic è il classico giocatore che tutti gli allenatori tengono in grande considerazione, è un centrocampista duttile che anche nella Croazia arrivata terza al Mondiale si è ritagliano uno spazio importante (sette presenze in sette partite): non sarà il campionissimo che ruba l'occhio e strappa applausi, ma quando serve c'è.

Seguici sui nostri canali